giovedì 31 ottobre 2019

Internet, 50 anni fa prima comunicazione su Arpanet: come avvenne


Cinquant'anni fa, due lettere venivano trasmesse online, alterando per sempre il modo in cui la conoscenza, l'informazione e la comunicazione sarebbero state scambiate. Il 29 ottobre 1969, Leonard Kleinrock, professore di informatica all'Università della California (UCLA), e il suo studente laureato Charley Kline volevano inviare una trasmissione dal computer dell'UCLA a un altro computer presso lo Stanford Research Institute (SRI) attraverso l'ARPANET, il precursore di ciò che ora conosciamo come la Rete. ARPANET collegava le università che lavorano per il Dipartimento della Difesa nell'ambito del suo programma ARPA (adesso DARPA) per le nuove tecnologie militari.

mercoledì 16 ottobre 2019

Medicina, sclerosi multipla e ritmo circadiano: possibile correlazione


Un team di ricercatori del Dipartimento di Scienze biochimiche “A. Rossi Fanelli” ha definito per la prima volta la variazione dell’alternanza luce/buio come fattore scatenante di risposte immunitarie incontrollate, alla base di molte malattie autoimmuni come la sclerosi multipla, chiamata anche sclerosi a placche. Lo studio, che apre nuove prospettive cliniche, è stato pubblicato nei mesi scorsi sulla rivista Amino Acids. Numerosi studi epidemiologici hanno dimostrato l’esistenza di singolari variazioni nella distribuzione geografica della prevalenza della sclerosi multipla (SM): è ormai accertato che all’aumentare della latitudine aumenti anche la prevalenza di questa malattia autoimmune.

martedì 15 ottobre 2019

ESET: cancellare definitivamente tutto dal disco rigido? Non sempre


Avete mai visto un film sul mondo degli hacker? Sicuramente una delle scene più classiche è quella in cui i criminali colti in flagrante tentato di portare via o di cancellare tutti i dischi prima che cadano nelle mani delle forze dell’ordine. A volte li si vede avvicinare dei magneti agli Hard Disk o tentare di distruggerli fisicamente con un trapano. In alternativa, però possono usare un martello per schiacciarli velocemente sperando che ottenga il risultato sperato. State tranquilli, non dovete davvero distruggere i vostri archivi usando questi mezzi estremi, ma occorre sempre garantire la sicurezza e la privacy dei vostri dati in ogni circostanza – un aspetto chiarito e sottolineato da un recente studio.

giovedì 10 ottobre 2019

Syneto semplifica la gestione del cloud ibrido aziendale con Central


Il vendor europeo, leader nella costruzione di infrastrutture iperconvergenti, si evolve e amplia la sua offerta con servizi cloud pensati per semplificare la gestione del business aziendale. Nel mondo IT è in continua evoluzione il cosiddetto ‘cloud ibrido’ – una combinazione di pubblico e privato – considerato dal 91% delle aziende il modello ideale per la gestione del business. Nell’era dell’economia digitale, infatti, le imprese moderne possono ottenere da questa opzione un vantaggio competitivo notevole e, allo stesso tempo, proteggere il proprio patrimonio di dati. Per questo diventa sempre più necessario integrare le capacità di un'infrastruttura on-premise con l’agilità del cloud computing.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...