venerdì 16 settembre 2011

Google Doodle per Albert Szent-Gyorgyi e gli studi sulla Vitamina C


Google dedica il suo doodle al 118° anniversario della nascita di Albert Szent-Gyorgyi, lo scienziato ungherese che ha il merito di aver scoperto l'acido ascorbico. Due arance campeggiano su altra frutta, comprese fragole e paprika ungherese. Albert von Szent-Gyorgyi de Nagyrápolt nasce il 16 settembre 1893 a Budapest (Ungheria). Fisiologo ungherese, è stato vincitore del Premio Nobel per la Fisiologia e Medicina nel 1937, grazie alla scoperta della vitamina C e delle relative reazioni del ciclo dell'acido citrico, con specifico riferimento alla catalisi dell’acido fumarico. Aveva usato la paprica all'Università di Seghedino come sorgente di vitamina C e vi aveva notato un'attività anti-scorbutica. Lo scorbuto è oggi una malattia praticamente debellata, ma prima delle ricerche di Szent-Gyorgyi (e di Charles Glen King) e della conseguente produzione industriale di vitamina C, era diffusissima soprattuto tra i marinai. Fuori dal campo medico-scientifico è stato persona attiva nella Resistenza ungherese durante la Seconda guerra mondiale, dedicandosi inoltre alla politica dopo la fine del conflitto. Albert Szent-Györgyi inizia la sua carriera di ricercatore a Pressburg. Negli anni che seguono cambia destinazione diverse volte, girando per le università, finendo alla fine presso l'Università olandese di Groningen, dove il suo lavoro si concentra sulla chimica della respirazione cellulare. In questo ambito riceve un invito a entrare a far parte della Rockefeller Foundation, dell'Università americana di Cambridge. Qui consegue il dottorato di ricerca nel 1927, grazie al suo lavoro di isolamento di quello che allora si chiamava acido hexuronico dal tessuto della ghiandola surrenale. Alla fine del 1950, Szent-Gyorgyi si dedica alla ricerca sul cancro, sviluppando alcune idee su come applicare le teorie della meccanica quantistica per la biochimica del cancro. Nonostante l'età avanzata, Szent-Györgyi comincia a studiare i radicali liberi come causa potenziale del cancro. Lo scienziato arriva a capire che il cancro, in ultima analisi, è un problema elettronico a livello molecolare. Albert Szent-Gyorgyi muore Woods Hole, nel Massachusetts, il 22 ottobre 1986, all'età di 93 anni.

Via: Biografie On line

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...