domenica 31 ottobre 2010

Yemen, ordigni esplosivi in cartuccie per stampanti


C'erano due bombe pronte a esplodere nei pacchi sospetti intercettati ieri sugli aerei cargo a Dubai e Londra. Il primo, secondo quanto confermato oggi dalla polizia di Dubai, conteneva un "potente esplosivo" e precisamente il tetranitrato di pentaeritrite (Petn) usato per confezionare la bomba del fallito attentato dello scorso Natale a bordo del volo Amsterdam-Detroit. 

L'ordigno era collegato al chip di un telefono cellulare. Secondo gli inquirenti la fattura dell'ordigno porta il marchio di al Qaeda. Secondo quanto riferisce la Wam, agenzia stampa ufficiale degli Emirati Arabi Uniti, il "potente esplosivo" era nascosto in una cartuccia per toner per stampanti, che sarebbe stata modificata, ed era collegato al chip di un telefono cellulare. 

La carta Sim avrebbe dovuto fare esplodere uno dei due ordigni, secondo un metodo già usato in passato da al Qaeda. Il pacco che proveniva dallo Yemen era indirizzato a una sinagoga di Chicago, così come il secondo pacco trovato sul cargo in sosta all'aeroporto britannico di East Midlands. 

Le autorità di sicurezza del Paese hanno chiuso gli uffici delle società di spedizioni FedEx e Ups a Sanaa, la capitale del paese arabo, come rende noto il ministero della Difesa yemenita. I due pacchi bomba inviati dallo Yemen negli Stati Uniti erano stati spediti tramite queste due compagnie. Parigi ha deciso di sospendere l'atterraggio nei suoi aeroporti su richiesta della DGAC, l'Autorità per l'aviazione civile ''in seguito alla scoperta su due aerei di pacchi sospetti provenienti dallo Yemen e all'allerta internazionale lanciata dalle autorità americane''.

Fonte: Adnkronos

1 commento:

  1. figli di puttana bastardi perche non se le infilano su per il culo le cartucce per stampanti!!!!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...