venerdì 10 gennaio 2020

BlogMeter, Top Brands puericultura pesante: il made in Italy trionfa


Realizzata una classifica dei brand per interazioni sui principali social e un’altra per engagement su YouTube. Dall’analisi svolta da Blogmeter svetta per interazioni totali su Facebook, Instagram e Twitter il brand Chicco seguito da altre due aziende italiane, Peg Perego e Momon. Chicco si riconferma leader su YouTube davanti ai francesi Bébé Confort, Peg Perego e Foppapedretti. Blogmeter, azienda leader nei servizi di social intelligence e nelle ricerche di mercato tool-based, ha monitorato ed analizzato (tramite la sua Blogmeter Suite) le performance di tutte le pagine ufficiali Facebook, Twitter, Instagram e YouTube dei principali marchi della “puericultura pesante” presenti in Italia.

Di 32 brand presi in esame sono state create due classifiche: una dei primi 5 brand per interazioni totali su Facebook, Instagram e Twitter e una riportante i primi cinque brand per engagement su YouTube, entrambe per il trimestre dal 1° settembre al 30 novembre 2019. In cima alla classifica svetta Chicco, il brand di Artsana nato nel 1958 da un’intuizione di Pietro Catelli. Chicco, che ottiene quasi 135 mila interazioni sui suoi canali Facebook e Instagram, si aggiudica anche i titoli di most reacted post e most commented post del trimestre. Quest’ultimo post, in particolare, ha riscosso grande successo tra gli utenti del brand perché dedicato ad un prodotto molto discusso (e ricercato) nell’ultimo periodo: il dispositivo antiabbandono[*] per i seggiolini auto, divenuto obbligatorio il 7 novembre 2019.

Chicco, in questo come in molti altri casi, dimostra una forte attenzione nei confronti dei suoi fan, rispondendo alla maggior parte delle domande e delle richieste che arrivano sui suoi canali di comunicazione social. Sul secondo gradino del podio si posiziona Peg Perego, storico brand italiano di carrozzine e passeggini che proprio quest’anno ha spento settanta candeline. Peg Perego punta su una strategia social basata sul repost dei contenuti generati dai propri utenti, che mostrano i prodotti Peg Perego in “funzione”, contribuendo in maniera significativa alle oltre 30 mila interazioni generate nel periodo di riferimento. Il terzo posto spetta a un brand approdato da pochi anni sul mercato: si tratta di Momon, fondato a Treviso nel 2015 dagli imprenditori Massimiliano Monti e Sabina Marcadella.


Momon, che punta sull’italianità dei suoi prodotti (#madeinitaly risulta, infatti, l’hashtag più engaging usato dal brand nei suoi post) guadagna oltre 18 mila interazioni, prevalentemente grazie alla pagina Facebook. Quarta posizione per Nanan, il brand celebre per i suoi orsetti di peluche Puccio e Tato, che guadagna oltre 18 mila interazioni grazie principalmente al suo profilo Instagram. Al quinto posto invece Cam – Il mondo del bambino che totalizza 15 mila interazioni totali. E su YouTube? Quali sono stati i migliori brand di puericultura pesante? Ad aggiudicarsi la medaglia d’oro è ancora Chicco, che con il video dedicato al nuovo gioco Baby Prof – per aiutare il bambino nel suo primo approccio con l’alfabeto – totalizza 60 mila visualizzazioni, risultando il most viewed content del periodo. 

Il secondo posto nella classifica YouTube spetta a Bébé Confort, brand francese di prodotti per bambini, mentre il terzo gradino del podio se lo aggiudica Peg Perego. Al quarto posto si attesta Foppapedretti, azienda specializzata in prodotti in legno per la casa e per il bambino, mentre al quinto posto un altro storico brand italiano famoso per le sue carrozzine dallo stile vintage: Inglesina. Per consultare tutti i numeri della Top Brands e avere accesso a molti altri social insight visitare il sito: www.blogmeter.it La Blogmeter Top Brands Puericultura Pesante è stata realizzata a partire da un panel di profili/pagine corporate ufficiali italiane dei principali marchi di puericultura pesante. Il valore “Total Interactions” rappresenta la somma delle interazioni ricevute dai singoli profili social.

[*] Al via l’obbligo di installazione dei dispositivi antiabbandono sui seggiolini per i bambini di età inferiore ai 4 anni. La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato il decreto attuativo dell'articolo 172 del Nuovo codice della strada per prevenire l’abbandono di bambini nei veicoli. “(...) Si tratta del passaggio conclusivo della Legge, dopo l’approvazione del Parlamento con il voto di tutti i gruppi politici, il parere favorevole acquisito dalla Commissione Europea e il via libera (...) del Consiglio di Stato – ha spiegato il Mit in una nota –. In considerazione dell’importanza di questi dispositivi, volti a scongiurare eventi tragici come quelli accaduti negli ultimi anni, sono allo studio le modalità per attuare l’agevolazione fiscale prevista per favorirne l'acquisto ed incrementare le relative risorse”.


Via: BlogMeter

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...