venerdì 17 maggio 2019

Ict, al Secsolutionforum videosorveglianza e sicurezza: il futuro è qui


Un ampio spazio alla videosorveglianza in tutte le sue molteplicità è stato dedicato in occasione del Secsolutionforum. Con l’entrata in vigore lo scorso anno del cosiddetto GDPR anche il settore della videosorveglianza ha subito cambiamenti nella sua gestione e utilizzo quotidiano. Da questo presupposto nasce quindi l’esigenza di coniugare fra loro norme e finalità come acquisizione dati video e gestione secondo normative vigenti, controllo del territorio pubblico (ma anche privato) e messa a disposizione delle Forze dell’Ordine di dati immagazzinati, prevenzione e perseguibilità degli atti criminali e ausilio per la prevenzione di eventi ambientali come gli incendi.

Grazie a questa tecnologia in continuo sviluppo ed espansione, è possibile, in moltissimi casi, prevenire eventi criminali o ambientali giungendo ad una risoluzione che, mediante i metodi convenzionali richiederebbe molto più tempo. Lo scopo finale, risultato dello sviluppo di questo strumento di sicurezza, è quello di garantire la tutela della persona e del territorio. Il nostro paese ha compreso perfettamente l’importanza della sorveglianza video nelle sue più svariate finalità, uno strumento che è volto non solo al mero controllo, ma che è da considerare come parte di un sistema collaborativo su più fronti. Con l’entrata in vigore del Patto per la Sicurezza, le Pubbliche Amministrazioni avranno a disposizione sovvenzioni stanziate dal Governo Italiano.

L’Amministrazione attenta e sensibile al discorso sicurezza avrà predisposto una valutazione sull’impatto territoriale della videosorveglianza, redatto un progetto definito in modo da poter entrare nella graduatoria degli enti con diritto alla sovvenzione. Da parte del Governo, riguardo ai comuni interessati verranno presi in considerazione per l’assegnazione, oltre al progetto anche l’indice di criminalità, per poter dare la precedenza a tutte quei territori ove eventi negativi sono più marcati. Occorre fare una dovuta riflessione: i sistemi di videocamere intelligenti o di droni ipertecnologici da soli non possono bastare. Questa implementazione può risolvere in parte i problemi con una spesa relativamente bassa, ma in primis è necessaria la presenza di uomini.

Il primo step di tutte le PA coinvolte, ossia quello di innalzare il proprio livello di sicurezza e di sorveglianza è stato fatto o è in procinto di essere completato. Va considerato il fatto che se si hanno validi sistemi di segnalazione, occorre anche disporre di un numero sufficiente di agenti che possano fare fronte a ogni evenienza. Purtroppo molti Comuni avendo un numero limitato di queste figure, rendono i nuovi sistemi soltanto un palliativo. Per le imprese che operano nel settore della videosorveglianza e sicurezza, le Pubbliche Amministrazioni sono un ulteriore fonte per implementare il loro business. Le aziende che investono in sicurezza possono, condividendo con gli enti locali ogni impianto di sorveglianza, ottenere crediti di imposta e vantaggi fiscali.

L’installatore deve saper cogliere questa importante occasione, aggiornarsi sulle nuove tecnologie e normative, acquisendo maggiore professionalità e diventare “l’imprenditore di questa possibilità”, proponendosi in modo proattivo e convincente ai propri interlocutori. Le aziende che comprenderanno quanti vantaggi porterà l’ammodernamento di questo settore avranno il territorio di ubicazione più sicuro e contribuiranno al rilancio di molte zone colpite dalla crisi. A Montesilvano (Pescara) il 9 Maggio scorso si è tenuto Secsolutionforum, giornata di formazione per i professionisti della sicurezza, presso il Centro Congressi Grand Hotel Adriatico. Secsolutionforum è l’evento formativo ed espositivo progettato per chi opera nel settore della sicurezza.

L’edizione 2019 dell’evento è stata incentrata su “nuove tecnologie e formazione”: una sintesi che ben rappresenta le sfide attuali e future del settore della sicurezza integrata. In un solo luogo, in una sola giornata, i professionisti del mondo security e ICT hanno potuto: aggiornarsi e scoprire nuove soluzioni da proporre a clienti attuali e potenziali; sperimentare le ultime tecnologie di un mercato teso al continuo miglioramento degli apparati tecnologici; apprendere, da un panel di relatori qualificati e autorevoli, le nozioni fondamentali per impianti a regola d’arte e nel rispetto di tutte le normative che si applicano alla realizzazione dei sistemi di sicurezza. La Mostra Convegno porta la firma di Ethos Media Group, solida e autorevole realtà di riferimento.

Con un articolato programma di seminari e sessioni plenarie, per una formazione di qualità in campo tecnico, manageriale e normativo, e un’area espositiva con le soluzioni proposte dai migliori brand della scena nazionale e internazionale della sicurezza, secsolutionforum 2019 è diventato una vera “piazza” di incontro tra installatori, integratori, progettisti, distributori, produttori e utilizzatori finali, in ambito pubblico e privato, nei diversi segmenti della sicurezza. Ampio spazio nel programma della giornata è stato dedicato alla videosorveglianza in tutte le sue sfaccettature, si è parlato di sicurezza urbana, cybersecurity, videosorveglianza e privacy, figure professionali nuove come il security manager, ma anche di protezione antincendio e antintrusione. Il programma completo è disponibile QUI.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...