sabato 30 giugno 2018

Automatica: focus su robotica di servizio e applicazioni collaborative


Automatica 2018, l'ultima edizione del Salone internazionale dell'automazione intelligente e robotica, ha stabilito nuovi record*: oltre 46.000 visitatori (+ 7%) e 890 espositori (+ 7%). Il 19 giugno scorso a Monaco sono tornati sotto i riflettori i temi di tendenza quali robotica collaborativa e sistemi MRK (Motor Robot Kit). Secondo Enrico Krog Iversen – CEO del produttore danese di pinze OnRobot nonché investitore in OptoForce, azienda ungherese specializzata in sensori, e nella start-up statunitense Perception Robotics – non si tratta più solamente di robot collaborativi (cobots). Per l’ex CEO di Universal Robots, il nuovo obiettivo è un approccio olistico alle applicazioni collaborative (CA).

"Durante l'ultima edizione di automatica, nel 2016, ero ancora CEO di Universal Robots", racconta Enrico Krog Iversen. "Già allora la robotica collaborativa non era più un argomento di nicchia e non poteva essere trascurata: la collaborazione uomo-macchina iniziava a essere al centro di molte manifestazioni fieristiche. Da allora, tuttavia, il mercato è realmente esploso: oltre alle numerose start-up, quasi tutti i produttori di robotica affermati hanno iniziato a offrire nel loro portafoglio anche diversi modelli di cobot leggeri”. Per Krog Iversen, la conclusione è chiara: "Attualmente i robot leggeri collaborativi sono così diffusi da essere praticamente diventati merce comune per le aziende manifatturiere".


"L'attenzione - aggiunge - si sposta dal semplice braccio robotico al modo in cui esso viene effettivamente utilizzato, cioè all'applicazione. Dopo tutto, sono le applicazioni collaborative a creare il valore aggiunto per gli utenti. Il braccio robotizzato, invece, è semplicemente un supporto necessario". Sfruttare il potenziale dei robot collaborativi. Non sorprende quindi che Enrico Krog Iversen, dopo aver lasciato Universal Robots, si sia sempre più dedicato a sostenere tre aziende che si sono poste l'obiettivo di sfruttare il potenziale dei robot leggeri attraverso strumenti innovativi per bracci robotici, e di creare valore per i loro utenti con applicazioni collaborative. Tutte e tre le aziende sono state presenti ad automatica 2018:

• OnRobot ha sede a Odense, in Danimarca, e produce pinze a due dita per uso collaborativo, che si distinguono soprattutto per le caratteristiche di sicurezza e la maneggevolezza flessibile e intuitiva. Presso lo stand dell'azienda, i visitatori hanno potuto familiarizzare con le capacità della pinza collaborativa RG2 (che ha offerto caramelle a tutti). • OptoForce è una società ungherese specializzata nell’introduzione del senso del tatto nella robotica industriale. Utilizzando varie applicazioni per l'assemblaggio elettronico, la lavorazione delle superfici e la finitura dei metalli, OptoForce ha dimostrato come i sensori di forza-coppia e il software associato consentano l'automazione di compiti complessi e delicati.

Nel suo stand, i sensori sono stati esposti in azione insieme alle pinze OnRobot. • Perception Robotics, che si è fusa con OnRobot, è una giovane start-up di Los Angeles, USA, specializzata in sistemi di movimentazione ispirati alla natura. L'azienda ha presentato i suoi primi prodotti ad automatica 2018: - l'innovativa tecnologia della pinza Gecko è appositamente progettata per il pick-and-place di oggetti piatti. A differenza delle pinze a vuoto, la pinza Gecko può manipolare oggetti perforati come un circuito stampato. Per questa innovazione, Perception Robotics è stata candidata quest'anno all'Invention & Entrepeneurship Award (EIT) della International Federation of Robotics (IFR) e della Robotics & Automation Society (RAS).


- La pinza Gripper adatta automaticamente la sua stretta alle esigenze del pezzo. Ciò le consente di lavorare senza problemi con oggetti morbidi o rigidi. Durante automatica 2018 si è svolto l'International Symposium on Robotics (ISR), la principale conferenza mondiale di robotica. L'evento automatica Forum si è occupato di trasformazione digitale, intelligenza artificiale (AI), collaborazione uomo-robot e Lavoro 4.0. Il 96% degli espositori e il 98% dei visitatori ha valutato la fiera (che ha cadenza biennale) come eccellente, ottima o buona. automatica è la piattaforma di business per fare investimenti concreti e il 97% dei visitatori lo ha confermato*. La prossima automatica si svolgerà a Monaco di Baviera dal 16 al 19 giugno 2020.

On Robot, con sede a Odense, fornisce pinze 'plug & play' innovative e personalizzabili, che aiutano i produttori a sfruttare al meglio i vantaggi offerti dai cobot: facilità d'uso, convenienza e sicurezza a disposizione dell'uomo. OptoForce, fondata nel 2012 a Budapest, offre le migliori tecnologie robotiche nel campo dei sensori di forza multiasse. OptoForce sviluppa e distribuisce questi sensori all'avanguardia destinati a una grande varietà di settori, come medicale, gaming, automotive, robotica industriale ed elettrodomestici. Perception Robotics sviluppa sensori ispirati alla natura, basati sul tatto e sulla visione per i moderni robot industriali. I sensori tattili flessibili in gomma a contatto con il materiale garantiscono solide funzioni di movimentazione.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...