lunedì 30 ottobre 2017

MarkMonitor: come evitare di acquistare merchandise sportivo falso


Non c’è nulla che dimostri la fedeltà alla propria squadra di calcio come indossare orgogliosamente le maglie ufficiali o avvolgersi nella calda sciarpa del proprio club sportivo. Vediamo spesso persone indossare il merchandise della propria squadra del cuore, sia in occasione di una partita o nel minimarket sotto casa, e la maggior parte di questi tifosi vuole assicurarsi di sostenere il proprio club acquistando merchandise originale. Una volta si era soliti acquistare i prodotti ufficiali solo recandosi alla stadio o visitando lo shop della squadra dopo la partita. Tutto questo è però cambiato da quando internet ha aperto la strada dell’eCommerce, a partire dalla fine degli anni ‘90.

“Anche se possiamo ancora andare in lungo e in largo alla ricerca di quel kit speciale introvabile, la maggior parte delle persone utilizza il proprio laptop e lo smartphone per cercare in pochi minuti quei prodotti che in passato avrebbero richiesto una grande quantità di tempo. Non solo la maggior parte di questi prodotti verranno consegnati il giorno successivo, ma i consumatori particolarmente esperti possono anche trovare affari, con merce scontata, nei marketplace online e sui siti di aste. Tuttavia, anche se questo può far felice il nostro conto corrente nel breve termine, potrebbe essere dannoso nel lungo periodo, poiché la maggior parte del merchandise scontato risulta essere contraffatto”, spiega Jerome Sicard, Regional Manager, MarkMonitor, un brand di Clarivate Analytics

Il merchandise contraffatto è un grande problema nel settore sportivo, ed è spaventosamente semplice per i criminali ingannare i consumatori appassionati convincendoli ad acquistare prodotti falsi e di bassa qualità. La popolarità del calcio a livello internazionale sta a significare che vi è una domanda consistente di merchandise e prodotti dei club, infatti, dalla stagione 2011/2012, solo la Premier League ha sequestrato oltre 7,7 milioni di sterline di merce contraffatta. Per sostenere i marchi originali, a tutti gli appassionati di calcio si raccomanda di adottare per gli acquisti online lo stesso approccio vigile che hanno quando comprano nel mondo fisico. L’azienda specializzata nella protezione del brand online, MarkMonitor, ha stilato la seguente lista di consigli per evitare di acquistare prodotti falsi online: 

Prezzo: I consumatori che cercano di evitare i prodotti falsi, in alcuni casi, ignorano i prezzi troppo belli per essere veri degli annunci su internet, ma i falsari stanno diventando più esperti e si sono resi conto che hanno più possibilità di ingannare gli acquirenti quando riducono meno il prezzo del prodotto. Pertanto, è importante conoscere il prezzo di vendita consigliato (Recommended retail price, RRP) del merchandise che si sta cercando ed usarlo come riferimento. Se vi è uno sconto di qualsiasi entità, anche solo il 10 o 20%, vale sempre la pena fare ulteriori ricerche per capire se il risparmio è legittimo. • Sito internet: I contraffattori possono essere estremamente bravi nel creare falsi siti che appaiono originali, rendendo difficile per gli appassionati di sport giudicarli per quello che sono.

In casi come questo è consigliabile dare un’occhiata alle sezioni “About” e “FAQ” del sito, poiché i contraffattori spesso prestano meno attenzione ai dettagli di queste pagine. Se non includono informazioni importanti, come ad esempio i dettagli della spedizione o la sede della compagnia, è meglio starne alla larga. • Reso e privacy policy: Ogni sito legittimo renderà queste policy chiare agli acquirenti, poiché sono importanti per coloro che hanno necessità di restituire un oggetto difettoso o della misura sbagliata. Se queste politiche sono difficili da trovare o non sembrano esistere è segno di attività fraudolente in atto. • URL del sito: Spesso i contraffattori utilizzano un indirizzo URL simile a quello originale del club calcistico e dei suoi marchi affiliati per creare confusione, che includono errori di ortografia e di battitura.

Ciò nella speranza che i consumatori visitino inconsapevolmente questo tipo di siti, un metodo comunemente noto come ‘cybersquatting’. Quindi, prima di acquistare qualunque cosa, i consumatori dovrebbero verificare l’indirizzo URL del sito e assicurarsi che sia corretto al 100%. Risulta anche utile verificare che l’indirizzo cominci con il prefisso ‘https://’, in cui la ‘s’ indica che è sicuro. • Marketplace online: Infine, per coloro che cercano un affare sui marketplace online, sarà necessario controllare accuratamente le recensioni sul venditore da cui si intende acquistare. Se le recensioni sono estremamente positive allora si può supporre che il venditore sia affidabile, ma se sono per la maggioranza negative, vale la pena controllare altre opzioni disponibili. Per ulteriori approfondimenti è possibile visitare il sito: www.markmonitor.it


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...