martedì 7 marzo 2017

Cynny Space accresce il suo network attraverso Data center in Italia


L’azienda consolida la sua presenza europea erogando i propri servizi da due data center italiani che vanno ad aggiungersi al data center francese situato a Lille. Cynny Space, l’innovativo provider di servizi di Cloud Object Storage destinato a una clientela B2B, per venire incontro alle esigenze dei suoi clienti, annuncia l’erogazione del proprio servizio da due nuovi data center situati in Italia, uno a Bologna presso Retelit e l’altro a Ravenna presso iNebula del Gruppo Itway, che vanno ad aggiungersi al data center francese di Lille. Retelit, uno dei principali operatori italiani di servizi dati e infrastrutture, ospita i servizi di Cynny Space nel proprio data center di Bologna.

La struttura di livello Tier 3 (concurrently maintenable – 99,982%) vanta una superficie di 2.220 m² di cui 850 di sale dati, doppio accesso in fibra ottica (con rete in fibra ottica di proprietà) ed impianti di condizionamento e di protezione elettrica ridondati. Anche iNebula, società del gruppo Itway, vanta un data center Tier 3 – localizzato a Ravenna - presso il quale ospita l’infrastruttura di Cynny Space. L’obiettivo dell’azienda è quello di consentire a tutti i clienti di poter custodire i propri dati in Italia, così da far fronte alla sempre maggiore richiesta di velocità nella fruizione dei dati stessi. Inoltre, la possibilità di erogare i propri servizi attraverso due distinti data center in Italia, consente di fornire un servizio di ridondanza geografica anche all’interno del territorio italiano.


Cynny Space conserva i dati dei propri clienti in UE in base alle regole europee, conformi alle norme della General Data Protection Regulation (GDPR). Si tratta di un elemento oggi molto importante, in quanto Cynny Space è uno dei pochi provider di Cloud storage al 100% europeo in un settore dominato da società americane. La Corte di Giustizia europea ha decretato che il protocollo di trasferimento dati Safe Harbor è illegale in quanto viola le leggi di privacy europee. Per tale ragione, entro il 25 maggio 2018, i clienti di società e organizzazioni non europee non conformi con il GDPR dovranno migrare i propri dati verso provider che siano in linea con le regole imposte dal GDPR. A tale riguardo, Andrea Marchi – CEO di Cynny Space - ha commentato:


“Abbiamo deciso di investire ulteriormente sull’Italia in quanto crediamo fermamente sia in atto un  concreto processo di digitalizzazione che sta spingendo ad un’adozione sempre più elevata delle tecnologie cloud. Anche in base ai feedback dei nostri clienti, abbiamo capito quanto sia fondamentale per molti di loro poter custodire i dati nel proprio paese: per questo abbiamo scelto di erogare il nostro servizio anche da data center Italiani, ampliando la nostra offerta con programmi di disaster recovery di cui ogni azienda dovrebbe dotarsi.” Un piano di disaster recovery (DR) è un must per le aziende dato che gli incidenti colpiscono senza preavviso. I programmi DR sono progettati per assicurare la continuazione dei processi di business vitali in caso di disastro.

La pianificazione del disaster recovery è il fattore che fa la differenza fondamentale tra le aziende in grado di gestire con successo le crisi e quelle che sono costrette a prendere decisioni per disperazione. Secondo IDC, entro il 2018, il mercato del cloud object storage sfiorerà il valore di 20 miliardi di dollari[*]. Cynny Space è il nuovo provider di servizi di Cloud Object Storage, destinato a una clientela B2B, che propone una piattaforma di storage efficiente, sicura ed ecosostenibile. Cynny Space offre un prodotto innovativo che combina sia la parte hardware realizzata internamente– con il più piccolo server al mondo, il primo mai creato con processori ARM® - che la parte software con file system in modalità organic computing. Per ulteriori dettagli, visitare: www.cynnyspace.com.




Via: Seigradi
[*] Fonte IDC, dati mondiali: http://bit.ly/2nawozR

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...