giovedì 8 dicembre 2016

Scienziati trovano correlazione tra mese di nascita e rischio malattie


Un metodo computazionale ha permesso di scoprire la relazione tra il mese di nascita e la possibilità di sviluppare patologie. Gli scienziati della Columbia University hanno sviluppato un metodo di calcolo per indagare il rapporto tra il mese di nascita e il rischio di malattie. I ricercatori hanno utilizzato questo algoritmo per esaminare il database medici di New York City e ha scoperto 55 malattie che correlati con la stagione di nascita. Nel complesso, lo studio ha indicato che le persone nate a maggio avevano il rischio di malattia più basso, e coloro che sono nati nel mese di ottobre il più alto. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of American Medical Informatics Association (JAMIA).

"Questi dati potrebbero aiutare gli scienziati a scoprire nuovi fattori di rischio di malattia", ha detto l'autore dello studio senior Nicholas Tatonetti, PhD, un assistente professore di informatica biomedica presso la Columbia University Medical Center (CUMC) e della Columbia Data Science Institute. I ricercatori hanno in programma di replicare il loro studio con i dati provenienti da diverse altre località negli Stati Uniti e all'estero per vedere come i risultati variano a seconda del cambiamento delle stagioni e dei fattori ambientali in quei luoghi. Identificando che cosa causa la disparità di malattia nel mese di nascita, i ricercatori sperano di capire come si potrebbe colmare il divario.

All'inizio la ricerca sulle malattie individuali come l'ADHD (Sindrome da deficit di attenzione e iperattività) e l'asma ha suggerito un collegamento tra la stagione di nascita e l'incidenza, ma nessuno studio su larga scala era stata intrapreso. Questo ha motivato gli scienziati della Columbia per confrontare 1.688 malattie contro le date di nascita e anamnesi di 1,7 milioni di pazienti trattati al NewYork-Presbyterian Hospital/CUMC tra il 1985 e il 2013. Lo studio ha escluso più di 1.600 associazioni e confermato 39 collegamenti precedentemente riportati nella letteratura medica. I ricercatori hanno eseguito test statistici per verificare che le 55 malattie per le quali hanno trovato associazioni non nascono per caso.

(Credit: Dr. Nick Tatonetti/Columbia University Medical Center)

"E' importante non essere eccessivamente nervosi per questi risultati, perché anche se abbiamo trovato associazioni significative il rischio complessivo di malattia non è grande", osserva il dottor Tatonetti. "Il rischio connesso al mese di nascita è relativamente minore rispetto a variabili più influenti come dieta ed esercizio fisico". I nuovi dati sono in linea con precedenti ricerche sulle malattie individuali. Ad esempio, gli autori dello studio hanno scoperto che il rischio di asma è maggiore per i bambini di luglio e ottobre. Un studio danese precedente sulla malattia ha trovato che il picco di rischio era nei mesi (maggio e agosto) quando i livelli di luce solare della Danimarca sono simili a New York nel periodo di luglio e ottobre. 

Per l'ADHD, i dati Columbia suggeriscono che circa uno su 675 casi potrebbe riguardare il fatto di essere nato a New York nel mese di novembre. Questo risultato corrisponde a uno studio svedese che mostra tassi di picco di ADHD nei bambini di novembre. I ricercatori hanno anche trovato una relazione tra mese di nascita e nove tipi di malattie cardiache, con le persone nate a marzo di fronte al più alto rischio di fibrillazione atriale, insufficienza cardiaca congestizia (ICC), e disturbo della valvola mitrale. Uno studio precedente utilizzando record di pazienti austriaci e danesi ha scoperto che coloro che sono nati nei mesi con il più elevato rischio di malattia al cuore - da marzo a giugno -hanno avuto breve durata della vita.

Uno su 40 casi di fibrillazione atriale può riguardare gli effetti stagionali per un parto a marzo. "Computer più veloci e cartelle cliniche elettroniche stanno accelerando il ritmo della scoperta", ha detto l'autore principale dello studio, Mary Regina Boland, una studentessa laureata alla Columbia. "Stiamo lavorando per aiutare i medici a risolvere importanti problemi clinici che utilizzano questa nuova ricchezza di dati". L'astrologia non è una scienza affidabile, ma secondo il nuovo studio potrebbero esserci valide ragioni e fondamenti scientifici per prestare maggiore attenzione al mese in cui si è nati se si vuole conoscere il rischio d'esposizione a decine di malattie. Per ulteriori informazioni, visitare il sito  cumc.columbia.edu  o columbiadoctors.org

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...