domenica 4 dicembre 2016

Red Hat annuncia disponibilità Fedora 25 con supporto a Wayland


La versione più recente del sistema operativo open source gratuito supporta il display server Wayland e una nuova piattaforma specifica per container Linux® per gli ambienti basati sul cloud computing. The Fedora Project, progetto di collaborazione open source community-driven promosso da Red Hat, Inc., ha annunciato la disponibilità generale di Fedora 25, la più recente release del sistema operativo fully-open Fedora. Come nelle sue versioni precedenti, anche Fedora 25 comprende una serie di pacchetti base che costituiscono il fondamento di tre edizioni distinte: Fedora 25 Workstation, Fedora 25 Server e, in sostituzione di Fedora Cloud, Fedora 25 Atomic Host.

I pacchetti base di Fedora 25 presentano una serie di miglioramenti delle performance e di bug fix, oltre a componenti nuove e potenziate, tra cui: • Docker 1.12 per creare ed operare applicazioni containerizzate; • Node.js 6.5, versione più recente del noto JavaScript engine server-side; • Diverse versioni di Python (2.6, 2.7, 3.3, 3.4 e 3.5) per semplificare il testing su differenti configurazioni di Python; • Supporto di Rust, un linguaggio di programmazione che punta a rendere lo sviluppo più veloce e stabile. Con molti dei più recenti tool open source di sviluppo e per il desktop, Fedora 25 Workstation offre una serie di nuove funzionalità, compreso l’atteso debutto del display server Waylend che ora sostituisce il vecchio X11 display server.

In sostituzione del sistema legacy X11, Wayland nasce da uno sviluppo durato diversi anni e intende offrire un’esperienza più ricca e lineare per gli ambienti grafici e migliori funzionalità per l'hardware dedicato alla grafica. Per renderne l’utilizzo ancora più semplice, Fedora 25 Workstation presenta anche GNOME 3.22, che offre il renaming di più file, un tool ridisegnato per le impostazioni della tastiera ed altri miglioramenti a livello di interfaccia utente. Gli utenti delle workstation potranno inoltre apprezzare l’aggiunta del supporto alla decodifica del formato MP3. Se si riproduce un file MP3 dalla propria collezione, GNOME software rileva e consente di installare il plugin. Per gli sviluppatori, Fedora 25 Workstation introduce un migliore supporto a Flatpak.


Oltre alla funzionalità multi-role offerta da rolekit, Fedora 25 Server oggi offre un nuovo modulo SE Troubleshooter per Cockpit. Similarmente a quanto disponibile per Fedora Workstation, il modulo fornisce all’utente una serie di suggerimenti nel caso di un denial da parte di SELinux, che altrimenti richiederebbe un check dei log e una ricerca manuale di possibili soluzioni. Una novità di Fedora 25 è l’aggiunta di Fedora 25 Atomic Host tra le tre edizioni di Fedora, in sostituzione di Fedora Cloud. Se un’immagine di base di Fedora Cloud resterà a disposizione degli utenti che intendono operare i loro workload su un host generico, Fedora Atomic Host offre un host ottimizzato per la creazione e l’implementazione di workload container-based.

“Il sistema operativo Fedora intende mettere a disposizione degli utenti le più recenti innovazioni nel mondo del software libero e open source, da display server di nuova generazione a potenti tool di sviluppo applicativo”, spiega Matthew Miller, Fedora Project leader. “Fedora 25 compie un altro passo avanti verso questo obiettivo, con l’atteso debutto di Wayland, l’aggiunta di un percorso ottimizzato di upgrade e un’edizione completamente nuova, pensata per poter sfruttare al meglio i container Linux.”, aggiunge Miller. Se Fedora è già in esecuzione, non è necessario scaricare o creare un'immagine di boot. Al contrario, avviare il processo di aggiornamento da GNOME Software o utilizzando DNF System Upgrade nella riga di comando.

Come sempre, Fedora è disponibile per 32 bit ARM e sistemi architettura Intel a 32 e 64 bit. Fedora 25 è già disponibile per il download dal sito https://getfedora.org/it/. Red Hat è il principale fornitore al mondo di soluzioni open source che si avvale di un approccio community-based per offrire tecnologie cloud, Linux, middleware, storage e di virtualizzazione affidabili e performanti. L’azienda offre anche servizi di supporto, formazione e consulenza ai suoi clienti in tutto il mondo. Come hub di connessione in una rete di aziende, partner e comunità open source, Red Hat aiuta a realizzare tecnologie innovative che liberano risorse per la crescita e preparano i clienti per il futuro dell’IT. Ulteriori informazioni sono disponibili su www.redhat.com.




Fonte: Axicom

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...