giovedì 25 febbraio 2016

Red Hat Enterprise Linux approda definitivamente su Microsoft Azure


Di per sé il cloud non è sufficiente - e non lo sarà mai – a soddisfare le esigenze di un IT di tipo enterprise. Ecco perché Red Hat, azienda leader nell’open source, ha sempre sottolineato l’importanza di un approccio ibrido al cloud, nonché cercato di offrire tecnologie applicabili a quasi tutti gli scenari di implementazione IT, dalle infrastrutture fisiche ai cloud pubblici, fino a quelle realtà che si trovano a metà tra il data center e il cloud. Per realizzare in pieno la promessa di un cloud ibrido aperto, tuttavia, le principali tecnologie open source devono essere disponibili su tutto il cloud pubblico, da provider a provider, a prescindere dalla loro scalabilità o nicchia di business.

Per questo motivo, nel novembre del 2015 Red Hat ha stretto un accordo con Microsoft con l’obiettivo di rendere disponibili le tecnologie aperte di Red Hat - tra cui Red Hat Enterprise Linux (RHEL) - su Microsoft Azure. Come componente chiave dell’annuncio, Microsoft offre Red Hat Enterprise Linux come scelta preferenziale per i carichi di lavoro enterprise Linux in ambiente Azure. Red Hat è lieta ora di poter dare seguito a quell’annuncio comunicando la disponibilità di Red Hat Enterprise Linux on-demand su Azure Marketplace, accostando in questo modo la principale piattaforma enterprise Linux al mondo ad una delle più grandi piattaforme di cloud pubblico del mercato. 

I clienti potranno usufruire di un supporto inter-piattaforma e inter-aziendale integrato fra Microsoft e Red Hat, a differenza di altre partnership nel cloud pubblico. Disponibili in tutte le regioni ad eccezione della Cina e di Azure Government, le immagini di Red Hat Enterprise Linux sono certificate da Red Hat e sono state sottoposte a test approfonditi e verifiche come previsto dal Certified Cloud and Service Provider Program, di cui Microsoft è partner premier. Questo significa che i clienti potranno contare su tutte le caratteristiche di sicurezza e affidabilità che si aspettano dalla principale piattaforma Linux di Red Hat, arricchite dalla scalabilità e dalla flessibilità del cloud pubblico Azure. 

Gli ISV (integrated software vendor) partner di Red Hat potranno ora creare e implementare applicazioni certificate Red Hat Enterprise Linux per il cloud Azure, offrendo maggiore libertà di scelta ai loro clienti, con la tranquillità di una piattaforma open source con un supporto enterprise. Red Hat CloudForm sarà interoperabile con Microsoft Azure e Microsoft System Center Virtual Machine Manager, dando ai clienti di Red Hat CloudForms la possibilità di gestire Red Hat Enterprise Linux sia su Hyper-V sia su Microsoft Azure.  Gli sviluppatori avranno accesso a tecnologie .NET attraverso offerte Red Hat, tra cui Red Hat OpenShift e Red Hat Enterprise Linux , sostenuto congiuntamente da Microsoft e Red Hat. 

Red Hat e Microsoft forniscono supporto co-locato ai propri clienti Azure, aiutandoli quando ne hanno più bisogno. Collocando team di supporto di entrambe le aziende negli stessi spazi, l’esperienza sarà semplice ed immediata, a velocità di cloud. Ulteriori informazioni relative alle soluzioni Red Hat su Microsoft Azure, sono disponibili sul sito www.redhat.com/en/partners/strategic-alliance/microsoft. Red Hat, Inc. (NYSE: RHT) è il principale fornitore al mondo di soluzioni open source che si avvale di un approccio community-based per offrire tecnologie cloud, Linux, middleware, storage e di virtualizzazione affidabili e performanti. Ulteriori informazioni sono disponibili su www.redhat.com.



Via: Axicom

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...