giovedì 14 gennaio 2016

Telecom Italia presenta nuovo marchio che diventa unico brand TIM


Telecom Italia ha presentato mercoledì 13 gennaio a Roma il nuovo simbolo della società che si rinnova nella sua identità confermandosi leader del settore delle telecomunicazioni nell’era digitale. Tim Berners-Lee, Fabio Fazio e Pif i testimonial della campagna istituzionale che accompagna il lancio del nuovo logo. Illustrato il progetto di ristrutturazione delle Torri TIM che nel quartiere EUR di Roma ospiteranno la sede centrale dell’azienda. Un nuovo simbolo semplice e moderno in grado di esprimere al meglio i valori e le caratteristiche di un’azienda proiettata verso il futuro. Da Maggio 2015 sotto l’acronimo TIM è raggruppata tutta l'offerta commerciale della società.

Il nuovo brand unico di Telecom Italia è raffigurato da un’icona rossa che ricorda una T e poi la scritta bianca TIM (Telecom Italia Mobile) a caratteri maiuscoli su fondo blu. Il nome Telecom Italia resta solo da un punto di vista societario. “Oggi celebriamo una tappa importante del percorso di rinnovamento della nostra identità aziendale – ha sottolineato l’Amministratore Delegato del Gruppo Telecom Italia Marco Patuano –. Abbiamo deciso da tempo di far convergere tutte le offerte commerciali dei nostri segmenti di mercato verso TIM, costruendo una brand experience capace di unire la solidità e la grandezza di Telecom Italia alla personalità innovativa di TIM”. Un’operazione di “sintesi che riflette un fenomeno concreto” ha spiegato l’AD di Telecom Italia

“Un’operazione di sintesi che riflette un fenomeno concreto: la convergenza fisso-mobile abilitata da Internet, dai nuovi device, dalla tecnologia e dalle piattaforme digitali. Saremo il meglio di TIM e di Telecom Italia, da oggi con un nuovo logo che segna anche un importante cambiamento nella ridefinizione del nostro ruolo, da puro operatore telefonico a player industriale e tecnologico in grado di offrire prodotti e servizi innovativi mediante lo sviluppo di piattaforme abilitanti: dalle reti ultrabroadband fisse e mobili, al cloud computing fino all’information technology di nuova generazione”. Alla presentazione del nuovo logo c’era anche Tim Berners-Lee, l’informatico britannico inventore del World Wide Web e scelto da TIM come testimonial per la sua campagna di rebranding.


L’importante trasformazione dell’identità di TIM è accompagnata da una campagna istituzionale che vede coinvolti tre testimonial d’eccezione: Sir Tim Berners-Lee, inventore del World Wide Web, Fabio Fazio e Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif. Attraverso il loro punto di vista, gli spot racconteranno le opportunità date dal nuovo mondo connesso grazie all’innovazione offerta da TIM. Parte integrante del progetto di evoluzione della marca è anche la nuova sede centrale della società, che sorgerà a Roma dal recupero delle Torri realizzate nel quartiere dell’EUR negli anni Cinquanta dall’architetto Cesare Ligini. Si tratta di un importante progetto di risanamento del complesso edilizio che restituirà alla capitale un tassello fondamentale della sua storia e del suo tessuto urbano.

La sua architettura - spiega la società in una nota - diventerà, per il periodo di cantiere, l’inedito supporto per un’installazione artistica ideata da Matteo Cibic, a cura di Caroline Corbetta. L’headquarter TIM, progettato dallo studio di architettura UNO-A che si è aggiudicato un bando rivolto ad architetti italiani under 40, adotterà i più avanzati principi di sostenibilità ambientale e di efficienza energetica, nel rispetto di quanto indicato nelle nuove linee guida predisposte dal Gruppo Telecom Italia.  Rappresenterà uno dei complessi edilizi più all’avanguardia dal punto di vista architettonico e bioclimatico in Italia, realizzato  secondo  le tendenze più attuali dello smart working per garantire flessibilità organizzativa e qualità degli ambienti di lavoro. 

Il nuovo marchio identificherà il Gruppo presente in Italia con 30 milioni di linee mobili e 12 milioni di collegamenti alla rete fissa, e in Brasile con oltre 72,6 milioni di clienti. TIM si conferma così tra i principali artefici dello sviluppo economico del Paese, con un programma di investimenti che prevede 10 miliardi di euro, di cui 5 esclusivamente dedicati alle tecnologie innovative digitali fisse e mobili e alla realizzazione di datacenter e infrastrutture cloud, nel triennio 2015-2017. Grazie a questo impegno TIM ha già raggiunto oggi una copertura delle unità immobiliari superiore al 41%  con la fibra e oltre l’87% della popolazione con la tecnologia LTE con l’obiettivo di raggiungere nel 2017 il 95% della popolazione con LTE e il 75% con la fibra ottica. Per maggiori informazioni visitare: https://www.tim.it/




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...