domenica 13 dicembre 2015

Story Surveys di Facebook: News Feed libero da storie virali e bufale


Nel tentativo di capire al meglio il disagio degli utenti dei paesi emergenti, Facebook ha recentemente adottato l'iniziativa 2G Tuesday, che permette ai suoi dipendenti di navigare per mezzo della connessione  2G lenta ogni martedì della settimana. E mentre Facebook sta lavorando per migliorare il News Feed consentendo agli utenti di commentare anche in assenza di una connessione Internet, il social network sta effettuando degli aggiornamenti all'algoritmo di ranking per assicurare che gli utenti vedano le storie più rilevanti nella parte superiore del loro feed di notizie. I cambiamenti verranno apportati attraverso il nuovo tipo di feedback chiamato Story Surveys.

Questo cambiamento non avrà impatto sulla distribuzione dei post delle Pagine. "Mentre lavoriamo per migliorare la News Feed, facciamo gli aggiornamenti all'algoritmo che aiutano ad assicurarsi che si stanno vedendo le storie più rilevanti nella parte superiore del vostro feed. Vogliamo fare in modo che tutti coloro che utilizzano il feed delle news siano in grado di capire quale aggiornamento stiamo facendo e il pensiero dietro di ciò. Ecco perché continuiamo a pubblicare blogpost sul News Feed FYI per spiegare aggiornamenti importanti e di come stiamo lavorando per arrivare meglio a ciò che mostra le storie che contano di più per voi", scrivono congiuntamente in un post sulla Newsroom Sami Tas, Software Engineer di Facebook, e Ta Virot Chiraphadhanakul, Data Scientist del social network.

"Le azioni che la gente prende su Facebook - like, click, commenti o condivisione di un post - sono alcuni dei principali fattori che consideriamo per determinare cosa mostrare nella parte superiore del vostro News Feed. Abbiamo imparato che focalizzando su come valutare questi segnali  ci consente di assicurare che vi mostriamo i contenuti più rilevanti per voi. Come parte del nostro continuo impegno per migliorare il News Feed, chiediamo a migliaia di persone ogni giorno di valutare la loro esperienza e ci dicono come possiamo migliorare ciò che vedono al momento del Facebook check. La gente possiede anche le Story Surveys ("Indagini di storie") dove si vedono due storie che possono essere nel loro News Feed e rispondono su ciò che hanno più voglia di vedere", viene spiegato nel post.

"Confrontiamo la loro risposta alla fine con queste storie che avremmo messo nel loro News Feed. Se la storia scelta è quella che il News Feed avrebbe mostrato più in alto, questo è un buon segno che le cose stanno funzionando bene. Se la storia scelta è quello che avremmo messo più in basso, questo mette in evidenza un'area di miglioramento. A volte le storie su Facebook vanno virale, dove milioni di persone vedono lo stesso video, foto o altro post. E' difficile prevedere quando o perché post vanno virale. A volte questo accade perché un sacco di persone sono realmente interessati a vedere quel particolare post. Tuttavia, a volte un post va viralmente tra le persone e molti ci dicono che non erano interessati da vedere, nonostante molta gente gradisca, condivida e commenta su di esso", si legge ancora. 

Un esempio di post virale che le persone non voglio vedere nel loro News Feed sono le bufale. Se c'è una storia virale su una bufala, si possono ottenere molte ricondivisioni e commenti, che normalmente aiutano Facebook a dedurre che potrebbe essere una storia interessante. Tuttavia, il social network ha ascoltato le risposte della gente che non vuole vedere queste storie rispetto ad altri post nel loro News Feed. Facebook esamina decine di migliaia di persone ogni giorno, e per le Story Surveys, chiede loro se preferiscono un determinato post virale ad un altro post. Con questo update, se una quantità significativa di persone dice al social network che avrebbero preferito vedere altri post rispetto a quel particolare post virale, il sistema prenderà ciò in considerazione quando classificherà l'ordine dei post.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...