martedì 1 dicembre 2015

Social Celebrities by Blogmeter: ecco i top testimonial del Non Profit


Il settore risulta molto attivo sui social grazie a campagne coinvolgenti. In questa occasione la Top Social Celebrities, l’analisi realizzata da Blogmeter sui testimonial di brand e campagne pubblicitarie più influenti sui social media, torna  a occuparsi del settore Non Profit dopo il report dello scorso marzo. Il settore risulta infatti molto attivo sui social media perché capace di inventare campagne di comunicazione efficaci e coinvolgenti. Per indagare più approfonditamente le reazioni della rete, Blogmeter ha considerato un periodo di analisi di circa tre mesi (dal 1 settembre al 22 novembre 2015), analizzando una rosa di 12 testimonial di campagne Non Profit.

La prima evidenza che emerge dall’analisi riguarda Anna Tatangelo, testimonial LILT per la campagna Nastro Rosa 2015 sulla prevenzione del cancro al seno. La cantante di Sora è infatti il personaggio più discusso, ma anche il meno apprezzato con un sentiment negativo del 53%. Secondo gli utenti la sua immagine appare troppo sexy e poco opportuna per la descrizione di una tematica così importante quale la prevenzione contro il cancro al seno, che sembra finire in secondo piano. Anche l’intervento di mastoplastica additiva a cui la Tatangelo si è sottoposta non aiuta: viene percepito da alcuni come la scelta più lontana dall’esperienza delle donne malate, invece costrette a una modifica permanente del loro corpo.


Va però sottolineato che all’aumento delle polemiche contribuisce anche la negatività legata all’indignazione di chi non comprende come si possa mettere da parte un obiettivo così centrale per dare spazio al linciaggio pubblico. Si spiega così lo scarto minimo tra positivi e negativi; molti sono dalla parte della testimonial, non ne giudicano le scelte personali e cercano di diffondere il vero significato dello spot. Considerando invece le performance dei dodici testimonial sui canali social ufficiali, Claudio Marchisio e Alessandro Del Piero, entrambi testimonial di AIRC, risultano i più engaging, ma anche i più seguiti sui tre social network. I due calciatori, insieme al milanista Bertolacci (anche lui testimonial AIRC) sono scesi in campo a favore della ricerca contro il cancro, invitando i tifosi a “Segnare un gol per la ricerca”.


Grazie al seguito che i tre ambassador hanno sui social media la campagna di AIRC ha ottenuto un’enorme visibilità, come dimostra il post condiviso da Marchisio su Facebook e Instagram che risulta il più coinvolgente tra i contenuti pubblicati dai testimonial analizzati e dedicati alle non profit. Nel periodo analizzato, anche Chef Rubio si è distinto per la sua attività al fianco dei bambini insieme a Terre Des Hommes. Il cuoco ex rugbista ha fatto centro in particolare con la proposta di una cena in sua compagnia messa all’asta #InDifesa delle bambine maltrattate, apprezzatissima da donne, mamme e papà. E’ anche grazie alla sponsorship di Chef Rubio che la campagna si è posizionata all’interno della Top Twitter Campaigns di ottobre di Blogmeter.  

In generale del personaggio sono stati apprezzati il fascino, la competenza e il saper far divertire. Il bell’aspetto di Gabriele Rubini accompagna infatti un’estrema bravura nel portare avanti le serie campagne delle ONG a cui presta il volto e l’inconfondibile abilità nel far ridere il pubblico durante i programmi Tv. All’interno della classifica generale, infine, il personaggio più discusso sui social media è Fedez, seguito da Belen Rodriguez e in terza posizione da Mika, suo collega in X Factor. Per quanto riguarda infine l’engagement dei profili ufficiali, Marco Bianchi trionfa su Facebook in termini di page engagement (interazioni pesate sul numero dei fan), ancora Fedez domina Twitter, mentre su Instagram primeggia la cantante Miley Cyrus, testimonial anche quest’anno di Golden Lady. Link: www.blogmeter.it


Fonte: Blogmeter

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...