giovedì 22 ottobre 2015

NASA: asteroide di Halloween 2015 TB145 sfiorerà la Terra il 31/10


Ad Halloween la Terra avrà un "incontro ravvicinato" con un asteroide. Gli scienziati della NASA stanno tracciando il prossimo passaggio ravvicinato dell'asteroide 2015 TB145 con diversi osservatori ottici e le capacità del radar Deep Space Network dell'agenzia a Goldstone, California. L'asteroide sfiorerà la Terra passando a una distanza di sicurezza maggiore rispetto all'orbita della luna, il 31 ottobre alle 10:05 PDT (01:05 EDT). Gli scienziati stanno trattando il previsto flyby con l'asteroide, da circa 400 metri di diametro, come opportunità per la scienza, consentendo agli strumenti sui "veicoli spaziali terrestri" di eseguire la scansione durante il passaggio ravvicinato.

L'asteroide 2015 TB145 è stato scoperto il 10 ottobre 2015, presso l'Università di Hawaii Pan-STARRS-1 (Panoramic Survey Telescope and Rapid Response System) a Haleakala, Maui, parte del programma Near-Earth Object Observation (NEOO) finanziato dalla NASA. Secondo il catalogo del Near-Earth objects (NEOs) tenuto dal Minor Planet Center, questo è il più vicino approccio attualmente conosciuto di un oggetto così grande fino all'asteroide 1999 AN10, da circa 800 metri in termini di dimensioni, che si avvicinerà a circa 1 distanza lunare (238.000 miglia dalla Terra) nell'agosto 2027. Se le stime sono corrette, l'asteroide è 28 volte più grande del meteorite di Chelyabinsk del febbraio del 2013.

"La traiettoria del 2015 TB145 è ben compresa", ha detto Paul Chodas, direttore del Centro per gli Studi Near Earth Object al Jet Propulsion Laboratory della NASA, Pasadena, in California. "Al punto di massimo avvicinamento, sarà non meno di circa 300.000 miglia - 480.000 chilometri o 1,3 distanze lunari. Anche se questo è relativamente vicino agli standard celesti, ci si aspetta di essere abbastanza debole, così nel cielo notturno gli osservatori della Terra avranno bisogno di almeno un piccolo telescopio per vederlo". L'influenza gravitazionale dell'asteroide è così piccola che non avrà alcun effetto rilevabile sulla Luna o qualcosa qui sulla Terra, come le maree del nostro pianeta o placche tettoniche.

L'asteroide sarà osservabile durante la notte anche per gli astrofili dotati di piccoli telescopi. Il Centro per NEO Studies presso JPL è un nodo centrale per l'analisi dei dati NEO nel programma di osservazione di oggetti vicini alla Terra della NASA e un gruppo chiave con il coinvolgimento e la collaborazione internazionale di astronomi e scienziati che vegliano sul cielo con i loro telescopi, alla ricerca di asteroidi che potrebbero essere un pericolo di impatto per il nostro pianeta e prevedere i loro percorsi attraverso lo spazio per il prossimo futuro. Gli scienziati del programma Near-Earth Object della NASA, rilevano, catalogano e caratterizzano gli asteroidi e le comete utilizzando sia i telescopi a Terra che quelli spaziali. 

"Lo stretto approccio del 2015 TB145 a circa 1,3 volte la distanza dell'orbita della Luna, insieme con le sue dimensioni, suggerisce che sarà uno dei migliori asteroidi per le immagini radar che vedremo per molti anni", ha dichiarato Lance Benner, del JPL, che guida l'asteroid radar research program della NASA. "Abbiamo in programma di testare una nuova funzionalità per ottenere immagini radar per la prima volta con una risoluzione di due metri e speriamo di vedere livelli dei dettagli senza precedenti". Durante il monitoraggio, gli scienziati useranno il trasmettitore sperimentale DSS 13 dell'antenna Goldstone da 34 metri (circa 110 piedi) per far rimbalzare le onde radio fuori l'asteroide. 

Gli echi radar saranno a loro volta raccolti dal National Radio Astronomy Observatory del Green Bank Telescope a Green Bank, West Virginia, e il National Astronomy and Ionosphere Center (NAIC) dell'Osservatorio di Arecibo, Portorico. Gli scienziati della NASA sperano di ottenere immagini radar dell'asteroide sottili come 7 piedi (circa 2 metri) per pixel. Questo dovrebbe rivelare una ricchezza di dettagli sulle caratteristiche dell'oggetto come superficie, forma, dimensioni e altre proprietà fisiche. Secondo la NASA, l'asteroide si muove ad una velocità "insolitamente elevata" pari a 126mila km/h. "L'orbita è molto oblunga con una forte inclinazione al di sotto del piano del sistema solare", ha detto Benner. 

"Una tale orbita unica, insieme con la sua alta velocità di incontro - a circa 35 chilometri o 22 miglia al secondo - solleva la questione se possa essere un qualche tipo di cometa. Se è così, allora questa sarebbe la prima volta che il radar Goldstone abbia ripreso una cometa da una tale distanza ravvicinata". Il Programma NEOO, a volte chiamato "Spaceguard," scopre gli asteroidi e gli oggetti vicini alla Terra, caratterizza la natura fisica di essi e predice i loro percorsi per determinare se potrebbero essere potenzialmente pericolosi per il nostro pianeta. Non sono note minacce credibili di impatto fino ad oggi, solo innocui meteoriti in caduta r piccoli asteroidi che bruciano nell'atmosfera. Maggiori informazioni: http://go.nasa.gov/1RqpqzJ





Fonte: JPL NASA

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...