domenica 25 ottobre 2015

Microsoft e Ismb lanciano FLOODIS, soluzione per gestione alluvioni


Microsoft ha lanciato il progetto FLOODIS, una soluzione per ottimizzare la gestione delle alluvioni grazie a un più efficace intervento della protezione civile e alla partecipazione dei cittadini. Il sistema, esito di un progetto biennale del Microsoft Innovation Center di Torino coordinato dall’Istituto Superiore Mario Boella, interpreta il tema chiave della 4° edizione dell’evento svoltosi dal 14 al 16 ottobre a BolognaFiere e rappresenta un esempio significativo di come la valorizzazione dei dati possa abilitare un miglior governo delle città e di come con app intelligenti possano essere inaugurate nuove pratiche di collaborazione tra cittadini e amministrazioni.

A Smart City Exhibition Microsoft 2015, manifestazione organizzata da Forum PA (SCE2015), Microsoft ha presentato il nuovo progetto tecnologico in grado di ottimizzare la gestione delle inondazioni. Negli ultimi 35 anni le alluvioni hanno determinato oltre 200.000 incidenti mortali e colpito 3 miliardi di persone. Obiettivo di FLOODIS è quello di offrire un sistema avanzato di gestione e allerta delle situazioni di emergenza in caso di inondazioni per mitigarne l’impatto, migliorare i tempi d’intervento e l’efficacia degli operatori. Facendo leva sulla piattaforma di Cloud Computing Microsoft Azure e su Azure Mobile Services per le notifiche via mobile, FLOODIS è stato sviluppato in tempi estremamente rapidi e in modo semplice e flessibile. 

La piattaforma garantisce scalabilità a fronte di picchi di utilizzo, ridondanza dei dati nel rispetto dalla business continuity e massima sicurezza e conformità alle Clausole Standard Europee, ed è pertanto particolarmente indicata per le esigenze delle amministrazioni pubbliche. Integrando tecnologie di navigazione satellitare (E-GNSS) all’osservazione di dati terrestri generati da sistemi di gestione delle emergenze a livello europeo (Copernicus EMS) e implementando il paradigma del mobile sensing, FLOODIS permette l’invio di segnalazioni in tempo reale attraverso la piattaforma cloud Azure e un’app gratuita per smartphone e tablet Windows/Windows Phone, ma anche per iOS e Android, in una logica di massima interoperabilità. 

Scattando una semplice foto, i cittadini e gli operatori della Protezione Civile, attraverso due differenti interfacce personalizzate, possono inviare le segnalazioni geolocalizzate al centro di controllo, che le raccoglie, le monitora e le utilizza per la creazione di mappe previsionali e di estensione dell’alluvione. FLOODIS consente inoltre di inviare istruzioni agli operatori sul campo e allerte per la popolazione. Il sistema è stato testato con successo sia in Albania, sia in Veneto in regioni ad alto rischio alluvionale, ponendosi in maniera complementare rispetto ai sistemi esistenti a livello locale. FLOODIS s’inscrive nel più ampio impegno di Microsoft per promuovere la diffusione delle Smart City in Italia attraverso l’iniziativa CityNext

Due importanti Partner di Microsoft CityNext – Proge-Software ed Esri Italia – sono particolarmente attenti alla valorizzazione dei dati e alla creazione di app in grado di far leva sull’informazione per ottimizzare la gestione del territorio e in occasione di SCE hanno illustrato soluzioni e progetti di rilievo. In particolare Proge-Software ha presentato Smart Geo BI, una soluzione basata su Microsoft Power BI, che rende disponibili dashboard di analisi dei dati relativi all’impatto dei fattori meteoclimatici e di mercato sul settore produttivo agro-alimentare. Esri Italia ha illustrato invece la sua piattaforma per la gestione dei dati geografici che permette di avere informazioni sempre aggiornate su qualsiasi device e che si integra con i sistemi informativi dell’organizzazione. Ulteriori info: www.microsoft.com/it-it/citynext

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...