lunedì 15 giugno 2015

Panasonic, ricerca del Team ROI mostra costo della proiezione laser


L'uso del proiettore come strumento di comunicazione visiva rivolto al pubblico e l'insegnamento è rimasto confinato a causa dei limiti delle prestazioni del proiettore a lampada convenzionale. Secondo una recente ricerca, la proiezione laser è più conveniente rispetto a quella eseguita con l'impiego di tecnologie tradizionali a lampada. Lo studio del team ROI, su incarico di Panasonic, ha analizzato le prestazioni del proiettore a laser RZ670 da 6.500 lumen di Panasonic confrontandole con quelle di una gamma di proiettori a lampada tra i più venduti in tre settori verticali chiave, come i musei e le gallerie d'arte, education, rental e staging.

Per ciò che concerne il PT-RZ760, l'indagine ha evidenziato un costo totale di proprietà (TCO) inferiore dell'11%, una riduzione del 26% nell'emissione di anidride carbonica e un aumento della luminosità pari al 22% rispetto ai proiettori a lampada. "Considerando tutti i costi associati all'acquisto e all'utilizzo effettivo di un proiettore, si rileva un evidente vantaggio per l'RZ670 di Panasonic rispetto a una serie di proiettori a lampada", commenta Andrew McCall, Managing Director del team ROI. "Il costo totale di proprietà si è ridotto dell'11% per i musei e per il settore accademico e addirittura del 54% per l'area rental e staging". 

Inoltre, secondo questa ricerca, il passaggio al laser potrebbe comportare un'evoluzione significativa delle procedure operative nei settori rental e staging. Poiché la probabilità che un singolo proiettore a laser si danneggi è piuttosto remota, il controllo pre-noleggio potrebbe essere effettuato soltanto nel luogo di noleggio successivo, permettendo in questo modo grandi risparmi in termini di trasporto e stoccaggio. Un processo di noleggio punto a punto consentirebbe di risparmiare in un anno circa 86 giorni di lavoro per singolo proiettore, con un aumento della produttività stimato al 33%. Inoltre, il team ROI ritiene che un singolo proiettore di riserva sia sufficiente a coprire dieci proiettori in prima linea.


Stando ai professionisti del settore, che hanno dichiarato ai ricercatori che un proiettore su cinque è sul posto come backup, il potenziale di risparmio nel settore equivarrebbe al 5-10% dei costi di noleggio. Le lampade convenzionali devono essere azionate entro una temperatura molto precisa al fine di evitare danni alla lampada. Per questo motivo, un proiettore convenzionale richiede un tempo di riscaldamento fino a due minuti prima di poter raggiungere la massima luminosità operativa; è anche essenziale che deve restare collegato alla rete elettrica durante il tempo di raffreddamento per garantire alle sue ventole di continuare a raffreddare la lampadina.

Non sorprende che questi requisiti rendono il proiettore convenzionale ingombrante nel contesto di una sessione didattica in rapido movimento. Il tutor deve tenere il proiettore acceso per tutta la sua lezione, e accettare una stanza con un caldo insopportabile e forse oscurata - o accettare una pausa di due minuti prima di poter rispondere alla domanda di uno studente. In entrambi i casi si deve spegnere il proiettore cinque minuti prima della fine della conferenza per assicurare che possa essere completamente raffreddato prima che si liberi l'aula per la lezione successiva. Un proiettore laser invece opera ad una temperatura molto più bassa e fornisce la tecnologia di shutter instant-on/off e di risparmio energetico.

Nelle gallerie dei Musei i proiettori vengono utilizzati sempre più ampiamente per migliorare l'esperienza del visitatore, la creazione di un fac-simile del paesaggio o l'ambiente storico con i quali sono impostati le mostre. In alcune gallerie l'intera presentazione viene realizzata da proiettori con pochissime esposizioni reali. Molti musei ora restano aperti sette giorni alla settimana e spesso nelle ore serali; così le opportunità di accesso alla manutenzione sono rari. Il proiettore RZ670 offre una sorgente di luce laser che raggiunge una vita utile di circa 20.000 ore senza manutenzione (pari a 6,6 anni a livelli di utilizzo tipici in questo settore).


PT-RZ670 offre una luminosità di 6.500 lumen, prodotta da una sorgente luminosa al laser capace di combinare una notevole qualità di riproduzione dell'immagine e dei colori alle molteplici caratteristiche di affidabilità e durata, tipiche di questa tecnologia. Notevoli anche le doti di flessibilità in fase di installazione. Consentito il montaggio in orizzontale o verticale, nonché la proiezione in verticale/orizzontale/inclinata a 360 gradi, senza influire sulla durata della sorgente di luce. Inoltre, integra una funzionalità di regolazione geometrica che consente proiezioni su schermi curvi e di forma irregolare, particolarmente indicato per i musei, le mostre e gli show room.

Hartmut Kulessa, Marketing Manager Projector Products, Panasonic Visual System Solutions, commenta: "Si tratta di un'importante ricerca, che dimostra agli utenti finali che il passaggio al laser non soltanto sarà conveniente, ma garantirà una luminosità superiore e una maggiore efficienza energetica". Restando in tema soluzioni con tecnologia laser, Daniela Karakaci, Junior Product Manager Panasonic, dichiara: "In occasione di ISE 2015, abbiamo presentato una nuova serie da 3 chip DLP full laser: il proiettore 4K PT-RQ13K da 10.000 ansi lumen e il PT-RZ12K da 12.000 ansi lumen. Siamo certi che grazie ai vantaggi offerti dalla tecnologia laser, questa serie, come il PT-RZ670, sarà in grado di soddisfare anche il cliente più esigente". 

Per ulteriori informazioni, visitare: Business.panasonic.it/sistemi-visuali. Panasonic Corporation è leader mondiale nello sviluppo e nella produzione di prodotti per l’elettronica di consumo e per l’industria. Sin dalla sua fondazione nel 1918, l’azienda è cresciuta a livello globale ed oggi è attiva attraverso oltre 500  società consolidate, registrando ricavi netti pari a 7,74 trilioni di yen nell'esercizio conclusosi il 31 marzo 2014. Attraverso il continuo impegno nel perseguire valore attraverso l’innovazione in tutte le sue divisioni di business, l’azienda ha come obiettivo quello di creare per i suoi clienti “a better life and a better world”. Per maggiori informazioni sul gruppo e sul marchio Panasonic, visitare il sito http://panasonic.net

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...