giovedì 29 gennaio 2015

YouTube sceglie HTML5 di default per riprodurre video e lascia Flash


YouTube ha annunciato ufficialmente nelle scorse ore il passaggio da Flash a HTML5 per il video player utilizzato sul servizio come impostazione predefinita. YouTube aveva introdotto il supporto HTML5 già nel 2010, ma soltanto in via sperimentale. Nel corso degli anni, come lo standard HTML5 è maturato, i produttori di browser hanno cominciato ad aggiungere alcune delle caratteristiche che ancora mancavano nelle prime versioni. Inoltre YouTube ha atteso il passaggio a HTML5 a causa di numerosi problemi tecnici. Ad esempio, HTML5 in precedenza non aveva il supporto per Adaptive Bitrate (ABR), che aiuta a ridurre il buffering.

Con il supporto ABR, YouTube è  adesso in grado di utilizzare le estensioni MediaSource Extension (MSE)  per eseguire flussi live regolari su una varietà di dispositivi, tra cui Xbox One, Playstation 4, il dongle multimediale Chromecast e i browser web. L'ingegnere John Harding spiegò i benefici di HTML5 nel 2010. "Ci sono state molte discussioni ultimamente sul fatto o meno che HTML5 video tag sostituirà Flash Player per la distribuzione video sul web. Siamo stati entusiasti dello sforzo HTML5 e tag video per un bel pò di tempo, e la maggior parte dei video di YouTube possono ora essere riprodotti tramite il nostro player HTML5"", scriveva Harding. 

YouTube adesso utilizza la tecnologia HTML5 di default sui browser Chrome, IE 11, Safari 8 (l'ultima versione di Safari per Windows è la 5.1.7) e nelle versioni beta di Firefox. Passando a HTML5, YouTube ora può anche fare ampio uso del codec VP9. "Quattro anni fa - si legge in un post sul blog - abbiamo parlato del sostegno di YouTube a HTML5 video tag e performante rispetto a Flash. A quel tempo, ci sono state limitazioni che hanno tenuto indietro dal diventare la nostra piattaforma preferita per la distribuzione video. Il più critico, mancava il supporto Adaptive Bitrate (ABR)  per HTML5 che ci permette di mostrarvi altri video con meno buffering". 

"Negli ultimi quattro anni, abbiamo lavorato con i produttori di browser e la comunità più ampia per chiudere queste lacune, e ora, usiamo HTML5 di default in Chrome, IE 11, Safari 8 e nelle versioni beta di Firefox. I vantaggi di HTML5 si estendono oltre i browser web, ed è ora utilizzato anche negli smart Tv e altri dispositivi di streaming. Qui ci sono alcune tecnologie chiave che hanno permesso questo passo  in avanti fondamentale: Adaptive Bitrate (ABR) streaming è fondamentale per fornire un'esperienza video di qualità per gli spettatori - che ci permette di regolare rapidamente e senza problemi la risoluzione e bitrate di fronte alle mutevoli condizioni di rete".

"ABR ha ridotto il buffer di oltre il 50 per cento a livello globale e di ben l'80 per cento su reti fortemente congestionate. MediaSource Extensions consentono anche streaming live in console di gioco come Xbox e PS4, su dispositivi come Chromecast e nei browser web. HTML5 consente di sfruttare il codec open VP9, che vi dà una maggiore risoluzione video di qualità con una riduzione media del 35 percento della larghezza di banda. Questi file più piccoli permettono a più persone di accedere a 4K e HD a 60FPS - e i video iniziano 15-80 per cento più velocemente. Abbiamo già servito centinaia di miliardi di video VP9, e si può cercare di più VP9 in un prossimo post".

In passato, la scelta della piattaforma di distribuzione (Flash, Silverlight, etc) e la protezione dei contenuti digitali (Access, PlayReady) sono stati strettamente collegati, appena la protezione dei contenuti (DRM) è stata profondamente integrata nella piattaforma di distribuzione. Encrypted Media Extensions (EME) separa il lavoro di protezione dei contenuti dal delivery, consentendo ai fornitori di contenuti come YouTube di utilizzare un unico lettore video HTML5 in una vasta gamma di piattaforme. In combinazione con la comune crittografia, è possibile supportare più tecnologie di protezione dei contenuti su diverse piattaforme con un unico insieme di attività.

YouTube permette a tutti di condividere i loro video con il mondo, sia con il caricamento di video preregistrati o la broadcasting live. WebRTC permette di costruire sulla stessa tecnologia che consente al plugin-free Google Hangouts di fornire broadcasting tools dall'interno del browser. Utilizzando le nuove API a schermo intero in HTML5, YouTube è in grado di fornire un'esperienza di visualizzazione a schermo intero immersiva (ideale per i video 4K ), tutti con interfaccia utente HTML standard. Gli embed tramite Flash e Flash API non sono più consigliati. Richard Leider, Engineering Manager, incoraggia gli utenti a fare uso del tag "iframe API" per incorporare i video di YouTube ovunque sul web al posto del vecchio "object".






Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...