venerdì 19 dicembre 2014

Boeing ecoDemonstrator 787, test su innovazioni per voli più efficienti


L'attuale ecoDemonstrator, il 787 Dreamliner ZA004, è il quarto Dreamliner che ha costruito la statunitense Boeing. In fase di test le tecnologie digitali, i sensori remoti, il rivestimento antigelo per le ali ai fini di ridurre il consumo di carburante, le emissioni e il rumore. Il Boeing 787 ecoDemonstrator ha iniziato nelle scorse settimane i test in volo su oltre 25 nuove tecnologie finalizzate a migliorare la prestazione ambientale degli aerei in ogni fase del volo. Il programma Boeing ecoDemonstrator accelera le verifiche, il miglioramento e l’utilizzo di nuove tecnologie e metodi che possano migliorare l’efficienza e ridurre il rumore.

Questo nuovo ciclo di test, che utilizza il 787 Dreamliner ZA004, valuterà il software e le tecnologie di connettività relative all’efficienza operativa, i sensori remoti per ridurre il cablaggio, l’aerodinamica e le migliorie sul controllo di volo per ottenere un maggior risparmio di carburante, oltre ai rivestimenti antigelo per le ali per ridurre l’accumulo di ghiaccio. “L’ecoDemonstrator è focalizzato su tecnologie che possano migliorare l’efficienza “gate-to-gate” delle compagnie aeree e ridurre il consumo di carburante, le emissioni e il rumore”, ha commentato Ray Conner, presidente e CEO di Boeing Commercial Airplanes. “Attraverso il programma ecoDemonstrator, Boeing continua a investire sull’innovazione per dare benefici all’ambiente e ai nostri clienti”.

I test dell’ecoDemonstrator includono:
• NASA Airborne Spacing for Terminal Arrival Routes (ASTAR), per migliorare l’efficienza in atterraggio
• Nuovi sensori di gas serra valutati in collaborazione con Japan Airlines e altre compagnie
• Report sulla turbolenza in tempo reale generati in collaborazione con Delta Airlines, per attenuare le turbolenze moderate o importanti, che si traducono in migliorata efficienza del volo e comfort per i passeggeri
• Sistemi per la strumentazione di atterraggio per aerei nuovi e vecchi, per ottimizzare gli atterraggi e ridurre l’utilizzo di carburante
• On-Board Wireless Sensor Network and Micro Electro Mechanical Systems microphones, per ridurre il cablaggio e il peso
• Boccaporti di ispezione delle estremità alari realizzati in fibra di carbonio riciclata del 787, per ridurre i costi del materiale e gli scarti di lavorazione.

L’ecoDemonstrator 787 ha completato i flight test a luglio su un ugello acustico in composito a matrice ceramica progettata da Boeing per ridurre peso e rumore. Questi test fanno parte del Continuous Lower Energy, Emissions and Noise (CLEEN) Program della FAA, un programma di gara quinquennale competitivo con costi suddivisi tra i partecipanti. Nell'ambito di questo programma, la FAA ha assegnato convenzioni quinquennali a Boeing, General Electric, Honeywell, Pratt & Whitney e Rolls-Royce. Il 787 Dreamliner fornisce alle compagnie aeree un risparmio di carburante senza confronti e prestazioni ambientali eccezionali, riducendo l’uso di carburante e le emissioni di carbonio del 20%, rispetto agli aerei attuali della stessa categoria.

Nel 2011 il programma ecoDemonstrator, con un 737 Next-Generation di American Airlines, ha effettuato test su 15 tecnologie, compresi aspetti dell’Advanced Technology Winglet, che aumenteranno il risparmio di carburante dell’1,8% sul nuovo 737 MAX. Nel 2015 il programma testerà nuove tecnologie su un 757 in collaborazione con TUI Travel Group e la NASA. Tra i partner fornitori delle tecnologie del 787 ecoDemonstrator e dei flight test ci sono anche Rolls Royce, Honeywell, Rockwell Collins, General Electric e Panasonic. ASTAR è un software progettato per fornire ai piloti informazioni specifiche su velocità specifica e  orientamento in modo che gli aerei possano distanziarsi in modo più preciso.

"ASTAR rappresenta il primo di una serie di innovative tecnologie aeronautiche su cui la NASA sta lavorando e che sarà testato con l'aiuto degli aerei di prova ecoDemonstrator", ha detto Jaiwon Shin, amministratore associato della NASA Aeronautics Research Mission Directorate presso la sede dell'agenzia a Washington. "Siamo fiduciosi che il pubblico potrà beneficiare di questa preziosa collaborazione tra NASA e Boeing". I ricercatori della NASA hanno appena iniziato le prove in volo di ASTAR per migliorare l'efficienza di volo e ridurre l'impatto ambientale degli aeromobili, in particolare sulle comunità in prossimità degli aeroporti.

Durante le prove, l'ingegnere della NASA Roy Roper opera ASTAR su un computer portatile nella parte posteriore del velivolo. Un secondo aeromobile vola di fronte all'ecoDemonstrator 787, ASTAR calcola e visualizza la velocità richiesta. Roper ha comunicato quindi i dati della velocità ai piloti al comando di ecoDemonstrator 787. L'esperimento ASTAR è il primo di numerosi test di volo della NASA a bordo di ecoDemonstrator. Per ulteriori informazioni sulla ricerca aeronautica della NASA, visitare il sito: http://www.nasa.gov/aero. Per maggiori informazioni sulle tecnologie del 787 ecoDemonstrator e una lista completa dei partner fornitori, visitare: www.newairplane.com/environment/#/ecoDemonstrator/  





Via: NASA
Foto credit: BOEING

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...