lunedì 11 agosto 2014

Google Doodle animato dedicato allo sciame meteorico delle Perseidi


Un Doodle animato con cui Google celebra lo sciame meteorico delle Perseidi: ovvero le stelle cadenti o "lacrime di San Lorenzo". Nel logotipo, il nome "Google" appare disegnato sulla volta celeste: ogni lettera è una costellazione. Cliccandoci sopra, il Doodle si anima: parte un sottofondo di chitarra e iniziano a scorrere delle immagini di panorami notturni in cui il cielo è attraversato dalle meteore. Al termine del filmato, gli utenti accedono alla pagina di ricerca sullo "Sciame meteorico delle Perseidi". Lo spettacolo sarà visibile nel cielo fino al 20 agosto circa.

La notte di San Lorenzo è passata, e in effetti la "Super-Luna" piena, grande e luminosissima ha parzialmente rovinato la visione dello sciame meteorico delle Perseidi, le stelle cadenti che però potranno ugualmente essere osservate stasera e soprattutto nella notte tra 12 e 13 agosto, giorno del picco massimo e giorno in cui la luna sarà ormai in fase calante. Per effetto della precessione degli equinozi, infatti, il "picco" delle stelle cadenti si è infatti spostato nel corso dei secoli di circa due giorni in avanti.


Fino a ieri sera si prevedevano 20-30 meteore l'ora, destinate ad aumentare fino a 100 durante il picco, tra domani e mercoledì. Le meteore possono essere viste in ogni notte dell'anno, tuttavia a causa del moto della Terra intorno al Sole, esse sono più frequenti a tarda notte, e/o nei periodi in cui la Terra attraversa flussi di detriti lasciati dal passaggio di una cometa. Attraendo in atmosfera migliaia di granuli di polvere e sabbia che bruciano prima di toccare il suolo, essi generano luce, causando quella che viene comunemente definita "stella cadente".


Il nostro pianeta transita attraverso i detriti lasciati dall'antica cometa 109P/Swift-Tuttle ogni anno a metà Agosto, dando origine alla pioggia meteorica delle Perseidi, così chiamate in quanto esse sembrano irradiare dalla costellazione del Perseo. A volte abbagliante, altre volte, come in questo caso, meno evidente. La cometa completa un'orbita completa intorno al Sole ogni 133 anni. E' stata scoperta nel 1862 ed è stata osservata nuovamente nel 1992. Il numero delle meteore visuali atteso durante il massimo non dovrebbe superare le 90-100 meteore/h. 

Occorre ricordare però che tali valori sono teorici, e che in realtà risultano sempre ben minori. Il video di Google è stato curato dall'artista Sophie Diao che ha utilizzato e messo insieme diversi filmati in time-lapse. Sophie Diao ha spiegato che il Doodle le è stato ispirato dai suoi numerosi viaggi, spesso in giro per i parchi nazionali degli Stati Uniti: "Uno dei miei ricordi preferiti viaggio su strada sta guidando la Pacific Coast Highway vicino a Big Sur e tirando sopra per osservare le stelle". La canzone che fa da sottofondo musicale al Doodle è stata composta dal musicista Niko Leiva.




Fonte: Meteo Web
Via: RaiNews24

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...