lunedì 16 giugno 2014

Wind lancia Wind Startup Award 2014 e spiega la causa del blackout


E' partito Wind Startup Award, il nuovo programma di accelerazione e formazione di Wind Business Factor 2014 dedicato all'ecosistema startup, protagonista della ripresa italiana, e alle idee e ai progetti capaci di innovare e creare valore. Dopo il successo delle precedenti edizioni, l'iniziativa di Wind Business Factor si rinnova nel nome e apre il programma a tre distinte categorie, protagoniste dell'iniziativa: Italian Innovation, talenti del Made in Italy nella Moda, Design, Arredamento, Food & Wine, Artigianato, nuovi Makers. 

Il punto di incontro tra il genius loci dell'Italia e l'innovazione globale delle nuove reti; Social Innovation, idee, progetti, startup e iniziative sia profit che non profit che rispondano a bisogni sociali emergenti coniugando sostenibilità e innovazione nei campi dell'Educazione, Integrazione, Smart City, Accessibilità, Green-Tech, Salute, etc. Digital Innovation, idee, startup e imprese innovative che aspirino a competere sui mercati globali e sulle reti digitali con piattaforme web, applicazioni mobile, soluzioni hi-tech, etc. 

L'obiettivo del Wind Startup Award è offrire opportunità immediate, concrete e gratuite per tutti gli imprenditori e aspiranti imprenditori attraverso attività di Mentorship e Tutoring per la stesura del business plan, la ricerca e la presentazione agli investitori; corsi di formazione imprenditoriale di 3 settimane a San Francisco, grazie alla rinnovata collaborazione con la Startup School di Mind the Bridge, per una validazione personalizzata dei business model e una totale immersione nel mondo della Silicon Valley

Programmi di accelerazione e di incubazione in Italia e all'estero in partnership con LUISS ENLABS "la fabbrica delle startup" e Bic Lazio; offerte di telefonia mobile Wind Business gratuite per un anno; premio in denaro, per la startup o l'iniziativa profit e non profit candidata nella categoria Social Innovation, per un valore pari a 5.000 euro. L'iniziativa, rivolta a studenti, liberi professionisti e giovani imprenditori che vogliano candidare la loro idea, il loro progetto o la loro startup, si è aperta il 12 Giugno per terminare il 30 settembre 2014. 

Con il lancio del Startup Award, Wind conferma il suo impegno verso le startup innovative e le imprese del futuro: da quelle digitali a quelle che esaltano creatività ed eccellenze del Made in Italy, dai settori emergenti come il Green e la Social Innovation, all'Hi-Tech e ai nuovi Makers. Wind Business Factor, ad oggi, ha raggiunto l'importante obiettivo di attivare una community di circa 19.500 imprenditori e innovatori sul sito ed oltre 17.900 sui principali social media, dando visibilità ad oltre 4.500 idee e startup iscritte alla business community.

I visitatori della piattaforma possono usufruire di oltre 470 video tutorial formativi ed interviste realizzati appositamente per la Palestra online di Wind Business Factor con testimonianze di imprenditori, investitori e di esperti del settore. Lo scorso venerdì un grave disservizio sulle reti Wind per alcune ore ha negato la possibilità di accedere ad internet agli utenti privati e aziendali dell'operatore telefonico. Wind sottolinea che il disservizio, verificatosi il 13 giugno, sulla rete fissa e mobile, è stato un evento anomalo di carattere eccezionale, durato poche ore e che non ha mai interessato l'intero territorio nazionale. 

L'anomalia è stata causata dal blocco progressivo, per problemi di configurazione, degli apparati (router IP) dell'esteso backbone internet di collegamento tra i nodi delle reti fissa e mobile: si tratta di un evento unico ed irripetibile. L'azienda si è immediatamente messa in moto, grazie all'intervento tempestivo della propria macchina operativa e dei propri tecnici di rete che hanno individuato l'anomalia, ne hanno verificato gli impatti sulle tratte geografiche della rete per bloccarne la diffusione.  

Solo a quel punto, si è potuto procedere alla graduale, ma veloce, eliminazione del problema ed al ripristino della piena funzionalità del servizio nelle diverse aree territoriali. Queste azioni, unitamente al fatto di disporre di tecnologie sofisticate e all'avanguardia, hanno consentito di ridurre il tempo del guasto solo a poche ore. Per incidenti di simile natura, verificatisi su reti di telecomunicazioni che hanno dimensioni analoghe nel mondo,i tempi di risoluzione sono stati molto più lunghi con impatti decisamente più pesanti. 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...