martedì 24 giugno 2014

Red Hat Enterprise Linux 7 ridefinisce il sistema operativo enterprise


Red Hat, Inc., leader mondiale nella fornitura di soluzioni open source, ha annunciato la disponibilità generale di Red Hat Enterprise Linux 7, la più recente major release della principale piattaforma dell’azienda. Red Hat Enterprise Linux 7 non solo getta le basi per l’open hybrid cloud e porta i workload aziendali su infrastrutture convergenti, ma trasforma il sistema operativo in una commodity. Realizzato per soddisfare le esigenze di data center moderni e i requisiti IT di prossima generazione, Red Hat Enterprise Linux 7 abilita l’intero spettro dell’IT aziendale, dai container applicativi ai servizi cloud.

Dalla sua introduzione oltre 10 anni fa, Red Hat Enterprise Linux è oggi la piattaforma Linux più diffusa sul mercato e ha stabilito gli standard del settore in termini di prestazioni, capacità e sicurezza. Sono oltre il 90 percento le aziende Fortune 500 2013, insieme ad organizzazioni di ogni industria in tutto il mondo, che si affidano a Red Hat Enterprise Linux.

Server bare metal, macchine virtuali, Infrastructure-as-a-Service (IaaS) e Platform-as-a-Service (PaaS) convergono per creare un data center affidabile e potente per soddisfare le esigenze di business in costante evoluzione. Rispondendo alle realtà eterogenee di un IT moderno, Red Hat Enterprise Linux 7 permette ai clienti di bilanciare le esigenze attuali, pur cogliendo i vantaggi dell’innovazione, quali Linux Container e big data, su sistemi fisici, macchine virtuali e il cloud – l’open hybrid cloud.

Indirizzare i requisiti IT di prossima generazione
L’IT aziendale non opera in un ambiente statico, ma la tecnologia è dinamica, con innovazioni che emergono quotidianamente e promettono maggiori efficienze operative, così come la possibilità di rispondere a requisiti di business in evoluzione. Red Hat Enterprise Linux 7 offre l’agilità e la flessibilità necessarie per soddisfare queste necessità senza aumentare la complessità, dalla delivery di nuove applicazioni tramite container leggeri e sicuri alla messa a punto di un’infrastruttura sufficientemente scalabile per rispettare i requisiti big data con nuovi ed evoluti file system. Le principali funzionalità di Red Hat Enterprise Linux 7 che soddisfano esigenze IT future sono:

• Sviluppo, delivery, portabilità e isolamento delle applicazioni tramite Linux Container, compreso Docker, su implementazioni fisiche, virtuali e cloud così come in ambienti di sviluppo, test e produzione
• Ottimizzazione del file system, compreso XFS come sistema di default, in grado di scalare fino a 500 TB.
• Cross-realm per consentire un accesso sicuro per gli utenti Microsoft Active Directory su domini Microsoft Windows e Red Hat Enterprise Linux, fornendo la flessibilità necessaria affinché Red Hat Enterprise Linux co-esista all’interno di data center eterogenei.
• Tool di runtime e sviluppo, delivery e troubleshooting potenti e sicuri delle applicazioni integrati nella piattaforma e container-ready.

Gestire il data center moderno
Oltre a offrire la possibilità di favorire l’innovazione, Red Hat Enterprise Linux 7 indirizza anche le esigenze tecnologiche moderne. Con richieste sempre più diffuse di sistemi complessi, servizi on-demand e sicurezza , i team IT necessitano di maggiori controllo, chiarezza e scalabilità senza dover implementare decine di tool specializzati. Indipendentemente da dimensioni, scopo o complessità dell’implementazione, Red Hat Enterprise Linux 7 opera da catalizzatore per l’innovazione, ma offre anche sicurezza military-grade e affidabilità mission-critical, oltre alle performance, tutte le funzionalità e la facilità d’uso per lavorare in modo efficiente tra cui:

• Innovativi componenti infrastrutturali come systemd, il nuovo standard per modernizzare la gestione di processi, servizi, sicurezza e altre risorse.
• Profili di prestazioni, tuning e strumenti integrati per massime performance e facile scalabilità.
• Tool di gestione unificata e un framework di management industry-standard con OpenLMI per migliori amministrazione e system configuration.
• Maggiori isolamento e Sicurezza delle applicazioni resa possibile tramite la containerization al fine di proteggere sia interferenze non intenzionali che attacchi malevoli.

Ecosistema Red Hat Enterprise Linux 7
Come tutte le soluzioni enterprise open source di Red Hat, Red Hat Enterprise Linux 7 è supportato dal vasto ecosistema di servizi e supporto Red Hat. “Negli ultimi 12 anni, Red Hat Enterprise Linux ha contribuito a rivoluzionare e ridefinire l’enterprise computing moderno e ha stabilito lo standard de facto per il sistema operativo aziendale”, afferma Paul Cormier, president, Products and Technologies, Red Hat.

“Con la versione 7 alziamo nuovamente il livello e portiamo il futuro dell’IT ai clienti. Con la convergenza dei mondi fisico, virtuale e cloud, Red Hat offre una reale piattaforma open hybrid cloud che assicura a ISV e applicazioni un runtime coerente su sistemi bare metal, macchine virtuali e cloud pubbliche e private. Un tassello essenziale a mano a mano che le applicazioni passano dall’on-premise al cloud.”

“Red Hat Enterprise Linux 7 introduce nuove tecnologie, come Linux Containers e il Docker software, in ambienti large enterprise insieme alla stabilità e alle certificazioni che le imprese richiedono”, aggiunge Jay Lyman, senior analyst, 451 Research. “Si tratta di un passo importante dato il crescente numero di organizzazioni che integrano tecnologia e metodologia - come gli approcci cloud e DevOps – con infrastrutture, processi e governance esistenti”.

“Linux ha continuato a maturare sia come fondamento di cloud scale-out che come alterativa per workload in precedenza solo gestibili con sistemi RISC/UNIX o Microsoft Server”, commenta Richard Fichera, vice president and principal analyst, Infrastructure and IT Operations, Forrester Research”. “Entro il 2015, noi riteniamo che almeno il 95% di tutte le organizzazioni IT si avvarrà di qualche elemento OSS - direttamente o indirettamente – nelle loro soluzioni mission-critical IT”, Gartner.

“Red Hat ha sistematicamente fatto evolvere le capacità e la proposta a valore di Red Hat Enterprise Linux con ogni release”, dichiara Al Gillen, program vice president, Servers and System Software, IDC. “Red Hat Enterprise Linux 7 non fa eccezione e inserisce funzionalità e supporto per Linux Containers al di sopra del sistema operativo che ha visto notevoli evoluzioni in termini di virtualizzazione e cloud negli ultimi due anni. L’aggiunta del cross-realm trust con Active Directory è una mossa pragmatica, soprattutto dato l’uso esteso di Active Directory come principale archivio delle identità”. Link: http://www.redhat.com/





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...