lunedì 7 aprile 2014

AVAST continuerà supporto a Windows XP anche dopo 8 aprile 2014


Dopo l'8 aprile 2014 Microsoft sospenderà il supporto per Windows XP, inclusi gli aggiornamenti automatici per la sicurezza. Inoltre, la società di Redmond non consentirà più il download del suo software antivirus Microsoft Security Essentials su Windows XP, ma garantirà il supporto per le firme antimalware fino a luglio 2015. E AVAST, il produttore dell'antivirus più fidato al mondo, non abbandonerà gli utenti che non decidono di passare a una più recente versione del sistema operativo di Microsoft. 

Gli aggiornamenti per la protezione per patchare vulnerabilità che potrebbero essere sfruttate da malware, contribuiscono a mantenere al sicuro di dati degli utenti. Rilasciato nel mese di agosto 2011, Windows XP è ancora ampiamente utilizzato. "A causa del continuo uso di XP in abitazioni, aziende, scuole, ospedali e sportelli bancomat di tutto il mondo, questoa ha potenzialmente la possibilita di creare problema di sicurezza enormi", ha spiegato in blogpost Deborah Salmi , Capo dei social media per Avast Antivirus. 

"Avast continuerà a supportare gli utenti di Windows XP attraverso la creazione di moduli di protezione e rilevazioni per coprire vulnerabilità e altri problemi di sicurezza per almeno i prossimi tre anni. L'ultima versione di Avast! Free Antivirus 2014, funziona bene sulle vecchie macchine con sistema operativo Windows XP grazie alla sua leggere impronta, velocità e consumo trascurabile di risorse, il che lo rende una scelta perfetta per i computer più vecchi che eseguono Windows XP". 

In un sondaggio informale di partner di Avast, la società di sicurezza ha appreso che molte aziende usano ancora Windows XP e hanno ritardato l'aggiornamento a causa delle limitazioni di bilancio, nonché compatibilità software e altri problemi hardware. Frank Mayer, un socio di Avast in Grecia ha detto che la maggior parte dei suoi clienti stanno ancora utilizzando Windows XP, ma a causa della crisi finanziaria in corso nel Paese "non vedono alcun cambiamento nel prossimo futuro", ha detto.


"Con questa questa crisi, nessuno spende soldi facilmente sui nuovi Pc e/o Sistemi Operativi", ha aggiunto. In Romania, la maggior Parte dei computer nelle istituzioni pubbliche utilizzano ancora Windows XP, e circa il 75% di esse non possono sostenere l'aggiornamento a Windows 7 o 8 a causa di limitazioni hardware", ha detto Claudiu Chirita di Easy Media SRL". La stessa situazione è presente nel segmento SOHO. Gli update software coinvolgeranno aggiornamenti hardware o sostituzione.

Quasi un quarto dei 211 milioni di utilizzatori di Avast antivirus usa XP sul proprio Pc. Gli studi mostrano che quasi il 30 percento degli utenti di tutto il mondo usano ancora Windows XP a partire da gennaio 2014. Il database di AVAST mostra che il 23,6 percento dei suoi 211 milioni di utenti ancora esegue Windows XP. "Penso che gli utenti non capiscano sufficientemente la cessazione del supporto per XP", ha dichiarato Mladen Dumitraskovic di  StudioNext in Serbia.

"Hanno bisogno di prendere in considerazione le possibili conseguenze e cercare la soluzioni adeguata". "La decisione di Avast di sostenere XP per i prossimi tre anni è benvenuta, e penso che sorprenderà i nostri clienti abituali", ha aggiunto. Negli Stati Uniti, i clienti Business sono "maggiormente preoccupati" per la loro sicurezza, ma i loro piani sono incoraggianti. "Pochissimi non convertiranno a un certo punto, ad eccezione dei sistemi off-line", ha affermato JR Guthrie, Presidente di Advantage Micro Corporation

I dati telemetrici di Avast mostrano che gli utenti di XP hanno 6 volte più probabilità di essere attaccati rispetto agli utenti di Windows 7. Molti degli utenti in Russia, ancora eseguono Windows XP, ma sono "indifferenti" riguardo ai problemi di sicurezza, dice George Salnik, ingegnere generale dell'Azienda Belrus in Russia. Gli ultimi aggiornamenti di sicurezza per Windows XP e Office 2003 saranno rilasciati domani, come si legge nella notifica avanzata del Patch Tuesday di Microsoft.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...