mercoledì 30 aprile 2014

Sanità: visita medica su Skype diventa realtà, arrivano le linee guida


La rivoluzione digitale entra negli studi dei medici italiani e cambia, così come lo conosciamo, il rapporto camice bianco-paziente. A breve anche in Italia si potrà essere visitati dal proprio dottore con un solo click - grazie a smartphone, tablet, Skype, e altre applicazioni web - senza doversi spostare da casa quando mancano le forze o si è troppo vecchi. Prestazioni sanitarie 'teleguidate' a distanza, monitoraggio dei malati cronici e, addirittura interventi d'emergenza in quelle zone più isolate e impervie del Paese: sono solo alcune delle promesse della telemedicina, regolata dalle linee d'indirizzo nazionali approvate dalla Conferenza Stato-Regioni.

Il documento, in possesso dell'Adnkronos Salute, affronta a 360 gradi tutti gli aspetti della telemedicina: dall'organizzazione del servizio alla sua integrazione nel Servizio sanitario nazionale, fino agli aspetti etici e regolatori, incluso il tema della privacy. In linea generale, l'intesa siglata tra il Governo e le Regioni definisce, ad esempio, i criteri di autorizzazione e accreditamento da parte delle strutture sanitarie per l'erogazione di prestazioni in telemedicina. E ancora: l'organizzazione del servizio, le modalità e i criteri di efficienza.

L'accordo prevede l'istituzione di una commissione tecnica formata da sei componenti, di cui tre designati dal ministero della Salute e tre dalle Regioni, con il compito di monitorare eventuali criticità. Ai componenti della commissione non sono dovuti né compensi, né rimborsi spese. Ma è tutta l'operazione a essere a 'costo zero'. "All'attivazione delle presenti linee guida - recita l'articolo 4 dell'accordo - si provvederà nei limiti delle risorse umane, strumentali e finanziarie previste dalla legislazione vigente e comunque senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica".

Le linee guida fanno chiarezza nella definizione di telemedicina e sgombrano il campo da equivoci: "La telemedicina - si legge - non sostituisce la prestazione sanitaria tradizionale nel rapporto personale medico-paziente, ma la integra per potenzialmente migliorare efficacia, efficienza e appropriatezza". E ancora: "Non rientrano nella telemedicina portali di informazioni sanitarie, social network, newsgroup, posta elettronica o altro". Le linee di indirizzo mettono in evidenza le opportunità offerte dalla telemedicina (maggiore equità di accesso alle prestazioni; riduzione dei ricoveri; miglioramento dell'assistenza sanitaria in carcere) e le diverse modalità delle visite 2.0.

C'è ad esempio la televisita, che vede coinvolti, a distanza, il medico e il paziente, senza escludere la presenza di una terza persona. Un operatore sanitario che si trovi vicino al paziente può infatti assistere il medico. La televisita non va confusa con la teleassistenza, che è invece un sistema socio-assistenziale per la presa in carico della persona anziana o fragile a domicilio. C'è poi il teleconsulto. Questo servizio non prevede la presenza del paziente: si tratta infatti di un'attività di consulenza, a distanza, tra medici.

A beneficiare dell'assistenza 2.0 sono soprattutto i malati cronici, ad esempio, diabetici o cardiopatici che, pur conducendo una vita normale, devono sottoporsi a costante monitoraggio di alcuni parametri vitali, come il tasso di glicemia per il paziente con diabete. Per far funzionare il servizio sono indispensabili strumenti come apparati biomedicali, sistemi hardware e software; dispositivi mobili (smartphone, tablet); applicazioni web. Le informazioni sanitarie trasmesse possono essere di vario tipo: video (endoscopia, ecografia); audio (suoni stetoscopio); cartaceo (storia clinica del paziente, dati anagrafici).

Un capitolo del documento è riservato alla formazione non solo dei medici e degli operatori sanitari, ma anche dei pazienti. I 'teleassistiti' richiedono infatti una formazione, anche in considerazione del fatto che in massima parte si tratta di pazienti anziani, con scarsa dimestichezza delle tecnologie. "La formazione - si spiega nelle linee guida - non deve però essere limitata agli aspetti tecnologici". E' necessario intervenire anche sugli aspetti sociali e sul mutamento del rapporto medico-paziente "e sulla rassicurazione che, pur a distanza, viene comunque garantita assistenza e cura".

Le linee di indirizzo prendono inoltre in esame aspetti più delicati. La telemedicina presenta infatti rilevanti ricadute nella sfera etica. Si rende "necessario - si legge - assicurare che il legame fiduciario medico-paziente si possa sviluppare anche in tale nuovo contesto". Per quanto riguarda la privacy, il documento prevede che "le operazioni sui dati personali e sanitari del cittadino necessarie per l'erogazione di servizi di telemedicina rientrano tra i trattamenti di dati sensibili effettuati mediante strumenti elettronici". Diventa quindi fondamentale "mettere a punto delle modalità sempre più chiare e semplici di rispetto e garanzia dei diritti sui dati personali".


Fonte: Adnkronos

martedì 29 aprile 2014

Pericolosa falla 0-day in Flash Player, Adobe rilascia patch correttiva


Sulla scia dell'annuncio di Microsoft su una grave vulnerabilità in Internet Explorer, è arrivato il bollettino APSB14-13 di Adobe riguardo una falla 0-day in Flash. L'exploit sfrutatto in natura e identificato dal codice CVE-2014-0515, si trova nel componente Pixel Bender, progettato per il video e l'elaborazione delle immagini. A metà aprile gli esperti dei Kaspersky Lab hanno rilevato due nuovi exploit SWF. Dopo alcune analisi dettagliate - si legge sul sito di Securlist - era evidente che si trattava di vulnerabilità di sicurezza mai conosciute prima. 

I laboratori di Kaspersky hanno ricevuto un campione del primo exploit il 14 aprile scorso, mentre un campione del secondo è arrivato due giorni dopo, il 16 aprile. Il primo exploit  è stato inizialmente registrato dal Kaspersky Security Network (KSN) il 9 aprile, quando è stato rilevato da una firma euristica generica della tecnologia brevettata di Kaspersky. Ci sono stati numerosi rilevamenti successivi, sottolineano da Kaspersky. Secondo i dati del KSN, questi exploit sono stati archiviati come movie.swf e include.swf a un sito infetto. 

L'unica differenza tra i due pezzi di malware sono i loro shellcodes, spiegano gli esperti di Kaspersky. Va notato che il secondo exploit (include.swf) non è stato rilevato usando la stessa firma euristica come la prima, perché conteneva un shellcode unico. Ogni exploit arriva come file video in flash spacchettato. Il codice Action Script all'interno non era né offuscato né criptato. Come avviene di solito con questo tipo di exploit, la prima fase è uno spray heap, per preparare la memoria dinamica allo sfruttamento della vulnerabilità. 

Un frammento del codice Pixel Bender vulnerabile (i dati nella casella rossa vengono modificati in base alla versione del sistema) - credit: Securlist

Entrambi gli exploit sono stati collocati sul sito del Ministero della Giustizia siriana (http://jpic.gov.sy/), in una pagina di discussione aperta alle opinioni dei cittadini. "Ad oggi, 28 aprile, il numero di rilevamenti da parte dei nostri prodotti ha superato 30. Sono stati individuati 7 sui pc degli utenti unici, tutti in Siria, che non è sorprendente, considerando la natura del sito. È interessante notare che tutti gli utenti attaccati erano entrati nel sito web utilizzando varie versioni di Mozilla Firefox", ha specificato il ricercatore Vyacheslav Zakorzhevsky

Adobe ha rilasciato gli aggiornamenti di sicurezza per Adobe Flash Player 13.0.0.182 e versioni precedenti per Windows, Adobe Flash Player 13.0.0.201 e versioni precedenti per Macintosh e Adobe Flash Player 11.2.202.350 e versioni precedenti per Linux. Questi aggiornamenti riguardano vulnerabilità che potrebbero consentire a un utente malintenzionato di assumere il controllo del sistema interessato. Per verificare la versione di Adobe Flash Player installata sul sistema, accedere alla pagina Informazioni su Flash Player

Flash Player 13.0.0.182 installato con Google Chrome verrà aggiornato automaticamente alla versione più recente di Chrome, che comprenderà Flash Player 13.0.0.206 per Windows, Macintosh e Linux. Flash Player 13.0.0.182 installato con IE 10 sarà automaticamente aggiornato alla versione più recente di IE 10, che comprenderà Flash Player 13.0.0.206 per Win 8.0. Flash Player 13.0.0.182 installato con IE 11 sarà automaticamente aggiornato alla versione più recente di IE 11, che comprenderà Flash Player 13.0.0.206 per Win 8.1.

Falsa schermata Facebook minaccia dispositivi Android e conti online


Un nuovo malware prende di mira gli utenti di Facebook e minaccia i conti correnti bancari, attraverso un attacco agli smartphone con sistema Android. A scoprirlo - scrive Adnkronos - gli esperti internazionali per la sicurezza digitale di ESET NOD32, che hanno lanciato l’allarme su una schermata fake che potrebbe apparire in fase di accesso a Facebook, chiedendo di inserire per fittizi motivi di sicurezza il proprio numero di cellulare a scopo identificativo. Il messaggio non è generato da Facebook.

lunedì 28 aprile 2014

Google Doodle festeggia il 77° anniversario della nascita di Cinecittà


Google celebra Cinecittà in occasione del suo 77° compleanno con un Doodle che riproduce alcuni set di film famosi, da "Gangs of New York" a "Cleopatra", proprio nel momento in cui un'azione del governo italiano sul Tax Credit - sottolinea un comunicato degli Studios romani - sta ridando nuovo vigore alle richieste internazionali, garantendo un rimborso del 25% alle produzioni straniere che gireranno in Italia, approfittando degli stessi benefici che proprio tramite Cinecittà Studios furono utilizzati per il "To Rome with Love" di Woody Allen.

Scoperta grave falla zero-day in tutte le versioni di Internet Explorer


Microsoft è al lavoro per risolvere una grave falle nel suo browser Internet Explorer che ha permesso ai criminali informatici di impersonare siti Web noti per rubare i dati degli utenti. Microsoft ha avvertito che la vulnerabilità è stata già utilizzata in "attacchi limitati e mirati" contro persone e reti che utilizzano le versioni di Internet Explorer da 6 a 11, che costituiscono più di un quarto di tutti i browser Web, secondo la società di ricerca Netmarketshare

L'azienda non ha ancora rilasciato un update per proteggere gli utenti dagli hacker che stanno approfittando di questo bug, ma ha detto che prenderà le "misure appropriate" quando avrà completato la sua indagine. Nel Security Advisory n.2963983 Microsoft spiega di essere a conoscenza di attacchi limitati e mirati che tentano di sfruttare una vulnerabilità in IE 6, IE 7, Internet Explorer 8, Internet Explorer 9, Internet Explorer 10, e Internet Explorer 11.

La vulnerabilità zero-day CVE-2014-1776 è legata all'esecuzione di codice in modalità remota. La falla è dovuta al modo in cui Internet Explorer accede a un oggetto in memoria che è stato eliminato o non è stato correttamente assegnato. La vulnerabilità potrebbe danneggiare la memoria in un modo che potrebbe consentire a un utente malintenzionato di eseguire codice arbitrario nel contesto dell'utente corrente all'interno di Internet Explorer. 

Un utente malintenzionato potrebbe pubblicare un sito Web appositamente predisposto per sfruttare la vulnerabilità tramite Internet Explorer e quindi convincere un utente a visualizzare il sito Web. Al termine di questa indagine, Microsoft prenderà i provvedimenti del caso per proteggere i clienti. La patch potrebbe essere inclusa  nel suo processo di rilascio di aggiornamento mensile, o attraverso un update di sicurezza out-of-cycle.

I computer che eseguono Windows XP non riceveranno alcun update perché Microsoft ha concluso l'8 aprile l'assistenza tecnica del sistema operativo lanciato tredici anni fa. Come riporta la BBC, sono circa il 30% di tutti gli utenti desktop che eseguono il vecchio O.S. e gli analisti hanno già avvertito che gli utenti sono vulnerabili agli attacchi dei cyber-criminali. I test di Symantec hanno confermato la vulnerabilità di Internet Explorer in Windows XP.

Microsoft ha rilasciato suggerimenti sul suo sito web su come i reparti IT possano mitigare la vulnerabilità mentre lavora su un modo per risolvere il problema. Enhanced Mitigation Experience Toolkit (EMET) consente di ridurre lo sfruttamento di questa vulnerabilità con l'aggiunta di strati di protezione aggiuntive che rendono la vulnerabilità più difficile da sfruttare. Per ulteriori informazioni, vedere l'articolo della Microsoft Knowledge Base 2458544.

Oltre a utilizzare EMET, il Symantec Security Response incoraggia gli utenti a passare temporaneamente a un browser Web diverso fino a quando una patch non verrà rilasciata. Symantec protegge contro l'attacco Bloodhound.Exploit.552. La rivelazione del  bug segue la scoperta di una delle vulnerabilità più importanti mai trovate nei software. Heartbleed bug è stato usato per rubare le password degli utenti e dati confidenziali, come i numeri di previdenza sociale canadesi. 

domenica 27 aprile 2014

Canon sponsor tecnico mostra fotografica a Musei Vaticani e Alitalia


E' stato un evento di risonanza mondiale, quello che si è tenuto oggi a Roma in occasione della canonizzazione dei due papi Roncalli e Wojtyla, per il quale sono arrivati quasi un milione di pellegrini. Decine di telecamere, nove satelliti, riprese in 3D e 4K: la cerimonia è stata trasmessa in tutto il mondo. Per questa importante occasione i Musei Vaticani hanno inaugurato il giorno 24 aprile la mostra multisensoriale che permette di ripercorrere attraverso centoventi fotografie, filmati e registrazioni d'epoca, la vita di questi due indiscussi protagonisti della nostra storia più recente. 

L'esposizione, allestita in uno spazio presso il Cortile della Zitella dei Musei Vaticani, rimarrà aperta al pubblico fino al 19 luglio 2014. L'antologia fotografica è divisa in due sezioni. La prima raccoglie gli scatti, tutti in bianco e nero, relativi al pontificato di Giovanni XXIII. Una grande umanità traspare dalle immagini che vedono il Papa Buono ripreso mentre rende visita ai piccoli malati nell'Ospedale romano del Bambino Gesù o mentre benedice le folle. La seconda sezione della mostra è dedicata a Giovanni Paolo II.

È possibile ammirare le immagini dei grandi incontri con gli esponenti politici più influenti del secolo scorso. Esclusive alcune fotografie che ritraggono il Papa in aereo con l'amico Sandro Pertini, e durante momenti di solitudine e meditazione, a passeggio sulle montagne o ancora giovane sugli sci. Canon, leader nelle soluzioni di imaging, conferma il suo ruolo di partner di mostre fotografiche di alto livello e sceglie di contribuire alla valorizzazione delle immagini esposte, potenziando l'impatto visivo ed emotivo delle fotografie, attraverso la propria innovativa tecnologia di stampa Arizona360

La famiglia di sistemi di stampa UV a getto di inchiostro Arizona consiste in una serie di stampanti modulari ed estremamente versatili, ideali per realizzazioni wide-format con immagini impeccabili stampate in differenti formati su molteplici supporti sia rigidi che flessibili. Questa sua versatilità apre un mondo di possibilità creative nell'ambito della comunicazione visiva, dalla stampa di applicazioni speciali e industriali fino alla realizzazione di grafica per il punto vendita, poster, insegne luminose e decorazione di oggetti.

Grazie alla possibilità di Arizona di stampare su una vastissima gamma di supporti e oggetti, i clienti Canon possono generare nuovo fatturato realizzando sia applicazioni di comunicazione visiva sia applicazioni speciali, come ad esempio prototipi o brevi tirature di packaging, o stampa di tastiere a membrana, vetro, lavorazioni a rilievo e molto altro ancora. Arizona consente di realizzare campagne su più supporti tra cui espositori rigidi, banner, vetrofanie, materiali retroilluminati, ecc. per soddisfare un'ampia gamma di esigenze dei clienti e massimizzare i profitti.

Canon inoltre è anche lo sponsor tecnico, dell'iniziativa che Alitalia dedica a questo speciale evento. La mostra "In volo con il Papa - 50 anni di collaborazione tra Santa Sede e Alitalia (1964-2014)", allestita dal 27 aprile presso le Lounge aeroportuali di Alitalia a Roma Fiumicino, ripercorre la storia dei voli papali operati da Alitalia, che da ben 50 anni ha l'onore di accompagnare i Pontefici in viaggio nel mondo. Le fotografie, archivio storico di Alitalia e archivio dell'Osservatore Romano, sono esposte presso la sala Dolce Vita (Terminal 1), sala Borromini (area imbarchi, molo D) e Sala Giotto (Terminal 3). 


sabato 26 aprile 2014

Dollar Photo Club, primo circuito a prezzo fisso per foto stock di qualità


Dollar Photo Club arriva in Italia; il primo circuito a prezzo fisso per immagini stock di qualità. A una tariffa che spacca: 1 dollaro per foto, sempre. Dollar Photo Club è il primo sito di immagini stock di qualità professionale  a prezzo fisso nel mercato italiano. Una incredibile collezione di 27 milioni di immagini ad alta risoluzione in licenza royalty free a solo un dollaro l'una,  in vendita ad un prezzo unificato, in alternativa alle offerte di altre grandi agenzie che propongono condizioni complicate e abbonamenti difficili da sfruttare appieno. 

Rivolto ad agenzie di comunicazione, case editrici e grafici, Dollar Photo Club dà accesso al proprio database ad un numero limitato di utenti, per assicurare un servizio impeccabile. L'adesione al club costa 10$ al mese, include il download di 10 immagini, e permette il scaricare ogni immagine supplementare a solo 1$ l'una-- sempre in massima risoluzione e in licenza  royalty-free. Il Club offre ai professionisti e alle aziende selezionate che vi aderiscono un accesso privilegiato a contenuti premium, alle promozioni Dollar Photo Club, ad offerte speciali dei partner. Oleg Tscheltzoff, CEO di Dollar Photo Club, pensa che ci sia bisogno di maggiore semplicità nell'industria della foto stock. 

"Tanti clienti restano incastrati in piani che non gli servono realmente, di difficile utilizzo e comprensione. Le strutture tariffarie sono diventate molto complesse, e la semplificazione rappresenta un passo necessario e un vantaggio reale per il cliente". Tscheltzoff aggiunge, "in gran parte dei casi gli abbonamenti vengono fruiti solo parzialmente, e spesso vengono sprecati. Abbiamo creato Dollar Photo Club per offrire un accesso diretto e semplice ad oltre 27 milioni di foto professionali ad 1$ l'una, con un canone mensile molto basso. I clienti del Dollar Photo Club pagano soltanto ciò che usano, nulla di più, e sempre al prezzo di 1$".


"I consumatori sono confusi perché cercano di capire i piani tariffari delle banche fotografiche. Nella politica dei prezzi, c'è un disordine completo che dev'essere affrontato. E' necessario semplificare il sistema dei prezzi e renderlo focalizzato sul consumatore piuttosto che sulle aziende e gli azionisti. Un gran numero di sottoscrizioni stanno per scomparire. Così, abbiamo creato Dollar Photo Club, che soddisfa tutte le esigenze del libero mercato degli archivi fotografici", conclude Tscheltzoff. Si può fare richiesta di adesione accedendo al sito: www.dollarphotoclub.com.

Su Dollar Photo Club
1$ per immagine - questa è la promessa del Dollar Photo Club, una nuova offerta firmata Fotolia. Dollar Photo Club dà un taglio  alle formule complicate e costose di acquisizione di immagini professionali, con una offerta semplice e trasparente: 1$ per immagine. Sempre a  1$. Sempre in alta risoluzione. Pensato per servire gli utenti professionisti e le agenzie di comunicazione, Dollar Photo Club offre accesso ad un numero limitato di membri che ne fanno richiesta formale. 

Solo i membri selezionati possono accedere agli oltre 27 milioni della collezione online, che si arricchisce di circa 150.000 nuovi file creativi ogni settimana, oltre che a vantaggi ed offerte esclusive degli ottimi partner del sito. Dollar Photo Club - disponibile in 13 lingue - è una banca di immagini dedicata esclusivamente ai professionisti creativi. Curata da Fotolia (www.fotolia.com), numero 1 al mondo del mercato foto stock. Dollar Photo Club offre un accesso unico a oltre 25 milioni di immagini. L'appartenenza a Dollar Foto Club significa niente limiti giornalieri, senza costi nascosti e nessuna scadenza del credito.


Via: Fotolia

Microsoft completa acquisizione divisione Devices e Services di Nokia


Microsoft Corp. ha annunciato di aver completato l’acquisizione della divisione Devices and Services di Nokia.  L’operazione è stata approvata dagli azionisti di Nokia e dagli enti regolatori a livello mondiale. La chiusura dell’acquisizione rappresenta il primo passo nell’integrazione delle due organizzazioni aziendali in un unico team. “Oggi diamo il benvenuto alla divisione Devices and Services di Nokia nella nostra famiglia.  Le funzionalità di telefonia mobile e le attività che portano avanzeranno la nostra trasformazione”, ha detto Satya Nadella, CEO di Microsoft. “Insieme ai nostri partner, rimaniamo concentrati sulla realizzazione più rapida innovazione nel nostro mobile-first, cloud-first world”. 

A Nadella riporterà direttamente Stephen Elop, ex Presidente e CEO di Nokia, nel nuovo ruolo di Vice Presidente Esecutivo di Microsoft Devices Group, guidando la divisione che si occupa di device e include gli smarthphone Lumia e i Tablet, i telefoni Nokia, l’hardware Xbox, Surface oltre ai prodotti e accessori Perceptive Pixel (PPI). Microsoft è lieta di dare il benvenuto a professionisti con profonda esperienza nel settore in oltre 130 siti in 50 paesi del mondo, tra cui diverse fabbriche che progettano, sviluppano, producono, commercializzano e vendeno un ampio portafoglio di dispositivi intelligenti innovativi, cellulari e servizi. 

Come parte della transazione, Microsoft onorerà tutte le garanzie esistenti dei clienti Nokia per i dispositivi esistenti, a partire 25 aprile 2014. Windows Phone è l'ecosistema in più rapida crescita nel mercato degli smartphone, e il suo portafoglio di premiati dispositivi continua ad espandersi. Nel quarto trimestre del 2013, secondo IDC, Windows Phone ha rafforzato la sua posizione tra i tre sistemi operativi top per smartphone, posizionandosi come la piattaforma a più rapida crescita tra i maggiori sistemi operativi con un guadagno del 91% anno su anno [1]. 

Inoltre, con il business dei telefoni cellulari di Nokia, Microsoft si rivolgerà al segmento di mercato dei device a basso costo, un’opportunità da 50 miliardi di dollari annui[2], offrendo la prima esperienza mobile al prossimo miliardo di persone ed estendendo i servizi Microsoft a nuovi clienti in tutto il mondo. Microsoft continuerà a fornire nuovo valore e opportunità, e lavorerà a stretto contatto con una serie di partner hardware, sviluppatori, operatori, distributori e rivenditori, fornendo piattaforme, strumenti, applicazioni e servizi che consentono loro di rendere i dispositivi eccezionali.


Con una più profonda comprensione di hardware e software lavorando come unico, la società rafforzerà e crescerà la domanda di dispositivi Windows complessivi. Come con qualsiasi accordo multinazionale di queste dimensioni, portata e complessità, Microsoft e Nokia hanno reso adattamenti all'affare per tutto il processo di preparazione alla chiusura. Come annunciato in precedenza, Microsoft non acquisirà lo stabilimento di Masan, Corea del Sud, e la fabbrica a Chennai, in India, resterà con Nokia a causa dei gravami fiscali sulle attività di Nokia in India, che impediscono il trasferimento. 

Come risultato, Microsoft accoglierà circa 25.000 dipendenti che si stanno trasferendo da tutto il mondo. Ulteriori informazioni sulla famiglia estesa di Microsoft di dispositivi e servizi è disponibile qui. Fondata nel 1975, Microsoft (Nasdaq "MSFT") è leader mondiale nella fornitura di software, servizi e soluzioni che aiutano le persone e le aziende a realizzare il loro pieno potenziale.  Microsoft si riferisce a Microsoft Corp. e le sue affiliate, tra cui Microsoft Mobile Oy, una controllata di Microsoft. Microsoft Mobile Oy sviluppa, produce e distribuisce Lumia, Asha e Nokia X mobile phones e altri dispositivi.

"Sei mesi fa, abbiamo annunciato ai nostri piani di portare il meglio del business Microsoft e Nokia Devices e servizi insieme. Oggi è un giorno emozionante dato che ci uniamo alla famiglia Microsoft, e prendiamo il primo, ma importante passo nel nostro cammino a lungo termine. Presso il nostro centro, siamo appassionati della tecnologia che stiamo costruendo e che cambierà il mondo. Dalla visione iniziale di Microsoft di mettere un PC in ogni casa e su ogni scrivania, per Nokia, miliardi di persone attraverso dispositivi mobili, abbiamo il potere generazioni. Ma non avremmo potuto raggiunto tutto questo senza i nostri fan di tutto il mondo, ha dichiarato Tiina Jaatinen Editor-in-chief di Nokia Conversations.

"Il vostro sostegno ha creato un forte impulso per gli smartphone Nokia Lumia e continuano a crescere in popolarità in tutto il mondo. Solo lo scorso anno, i premi, riconoscimenti e recensioni entusiastiche generate dai fan hanno offerto prova del crescente numero di campioni per i nostri telefoni e tablet. E ci siamo impegnati a continuare il nostro supporto per feature phone, la famiglia Asha, e la famiglia di dispositivi Nokia X, annunciata al Mobile World Congress di febbraio. Se volete saperne di più, catturare più, guardare di più, ascoltare di più o di ottenere più fatto, telefoni cellulari Nokia sono stati e sono la vostra scelta", ha aggiunto.



Fonte: Microsoft
Via: Nokia
Immagine: Microsoft Mobile

Proiettori Panasonic per la mostra La Madonna di Foligno di Raffaello


Nel periodo 28 novembre 2013 - 12 gennaio 2014 Palazzo Marino ha ospitato la rinomata mostra “Raffaello a Milano. La Madonna di Foligno” promossa e organizzata da ENI, con la collaborazione dei Musei Vaticani e del Comune di Milano. La preziosa opera, che rappresenta la Vergine Maria con Gesù Bambino in gloria tra i Santi Giovanni Battista, Francesco d’Assisi e Girolamo che accompagna al cospetto della Madonna il committente Sigismondo de Conti, è stata collocata all’interno della Sala Alessi, contesto ideale per la tavola in legno trasferita su tela, dalle imponenti dimensioni di 301 x 198 centimetri.  

Il progetto coordinato da AleArt Progetti d’Immagine, che ha curato la produzione e la direzione della mostra, prevedeva il posizionamento del quadro al centro della Sala Alessi: un abside di pietra sorreggeva la speciale teca che proteggeva il grande dipinto mantenendolo nel suo “habitat ideale” e che, grazie a questa protezione, diveniva eccezionalmente visibile al pubblico anche da una distanza molto ravvicinata. Dietro di esso, la realizzazione di una parete curva alta 5 metri e lunga 16, su cui veniva proiettato in maniera continuata e reale uno sfondo di nuvole in movimento su un cielo azzurro, chiaro riferimento all’iconografia dell’opera esposta.  


La dotazione tecnica, creata e selezionata dall’azienda che ha realizzato l’installazione tecnologica, TouchWindow, prevedeva 5 proiettori Panasonic PT-DZ680EL da 6.000 ANSI lumen per le proiezioni, di cui tre per la grande parete immersiva, insieme ad un sistema Leggio interattivo con monitor touch screen Multi-Touch da 32 pollici e software “Touchviewer” per la gestione dei contenuti. I proiettori Panasonic con risoluzione WUXGA, tecnologia specializzata RGB Booster, alta luminosità ed eccellente riproduzione del colore, hanno garantito la proiezione di immagini assolutamente realistiche. 


La postazione multimediale invece consentiva agli storici dell’arte che si alternavano nell’accompagnare il pubblico alla visita di approfondire tematiche interessanti della mostra richiamando i contenuti per visualizzarli nella grande proiezione immersiva. “Dopo la visione dal vivo dell'opera di Raffaello, i visitatori venivano guidati in un vero e proprio viaggio virtuale nella storia pittorica e nelle ricerche che hanno interessato il dipinto, attraverso un sistema interattivo e la proiezione immersiva nella quale venivano coinvolti” ha spiegato Andrea Bianchi Proprietario di TouchWindow


La parete curva, dopo la visita guidata al dipinto, si trasformava per il visitatore in una seconda sezione: una straordinaria parete didattica, al centro della quale venivano proiettati ad altissima definizione, e con effetto fortemente scenografico, i contenuti multimediali scelti dalle curatrici della mostra e gestiti direttamente dalle guide tramite l’uso del leggio interattivo Multi-Touch. I contenuti proposti al pubblico, di volta in volta richiamati a scelta dalle guide, erano di tre tipologie: indagini scientifiche eseguite durante il restauro dell’opera, provenienti dai Musei Vaticani; particolari, brevi animazioni e dettagli della Madonna di Foligno; altri quadri e affreschi di Raffaello, utili al visitatore per un confronto tra i vari momenti artistici del pittore stesso.


“La parete didattica con le sue proiezioni che permettevano di approfondire l’opera, l’artista e il suo periodo storico, il suo restauro, combaciano perfettamente con l’intento sostenuto da Eni in questa formula espositiva che prevede un solo dipinto, ma che dava la possibilità ad un pubblico veramente eterogeneo di avvicinarsi in maniera coinvolgente all’arte, di comprendere, di non dimenticare. La bellezza indiscutibile di questo capolavoro di Raffaello è stata esaltata e nello stesso tempo accompagnata perfettamente dalle immagini retrostanti fondendo sublime arte antica e il meglio della tecnologia contemporanea e ne siamo tutti fortemente soddisfatti, soprattutto il pubblico che in 46 giorni di mostra ha superato i 240.000 visitatori” commentano Giovanni Allegri e Cinzia Manfredini di AleArt.


Tre dei proiettori Panasonic PT-DZ680EL venivano impiegati per riprodurre i contenuti multimediali, mentre altri due - con specifiche ottiche - proiettavano sulle pareti, sino al soffitto della stanza altre sequenze di nuvole, che salendo verso l’alto davano un effetto di continuità ottica come se nuvole e cielo, fuggendo dalla parete, fossero presenti e riempissero la sala. Il sistema di proiezione simultaneo dei contenuti, delle nuvole sulla parete e delle nuvole nella sala si incastonavano perfettamente con la scenografica bellezza del dipinto rappresentante appunto un cielo con nuvole a circondare la Madonna. La capacità del touch screen di regolare tramite il software i tempi di esposizione di ogni immagine ha permesso alle guide di selezionare ed approfondire oggetti didattici di volta in volta ritenuti di interesse per il visitatore, in un linguaggio visivo facilmente comprensibile a tutti ed efficace.


La vastità dei contenuti richiamati dal software, nonché la tecnologia integrata nei proiettori scelti per il progetto, è stata  in grado di assicurare qualità e continuità dell’immagine.  “Siamo molto fieri di aver contribuito con i nostri proiettori a realizzare la scenografia immersiva della mostra. Mettere alla prova i nostri dispositivi in un ambito di tale rilievo culturale ha creato una nuova interessante occasione di dimostrare la qualità e modularità delle nostre soluzioni professionali per l’ambito visual” conclude Daniela Karakaci, Junior Product Manager di Panasonic Visual System Solutions.

Panasonic System Communications Company Europe (PSCEU) è la filiale europea della società Panasonic Communications Systems, la divisione B2B globale di Panasonic. L’obiettivo di PSCEU è quello di migliorare la vita lavorativa dei professionisti e aiutare l’efficienza e le prestazioni delle loro aziende. Aiutiamo le organizzazioni a registrare e comunicare tutti i tipi di informazioni: immagini, voce, e dati testuali. I prodotti includono switch di telefonia PBX, stampanti, videocamere professionali, proiettori, grandi display e PC portatili rugged. Con circa 500 dipendenti, expertise di progettazione ingegneristica, gestione globale del progetto e un grande network di partner europei, PSCEU offre risorse senza eguali nei suoi mercati.


Fonte: Panasonic
Immagini: © Panasonic 

IBM affronta sfide dei Big data con il modello innovativo Open server


IBM ha presentato i nuovi server Power Systems, che consentono ai data center di gestire volumi incredibili di dati a una velocità senza precedenti, il tutto su una piattaforma “open server”. Con un’iniziativa in netto contrasto rispetto ai modelli di business proprietari di altre aziende produttrici di chip e server, IBM, attraverso la OpenPOWER Foundation, ha rilasciato specifiche tecniche dettagliate per il suo processore POWER8[1], invitando sia i partner che i concorrenti a innovare facendo leva sul processore e sulla piattaforma server.

Costruiti sulla tecnologia POWER8 di IBM e progettati per la gestione dei Big data, i nuovi server IBM Power Systems a scalabilità orizzontale sono il risultato di un investimento da 2,4 miliardi di dollari e di più di tre anni di sviluppo, e sfruttano l’innovazione di centinaia di brevetti IBM, confermando l’impegno dell’azienda a fornire tecnologie aperte di elevato valore per i clienti. I sistemi sono stati progettati con il nuovo processore IBM POWER8, un pezzetto di silicio che misura appena un pollice quadrato e incorpora più di 4 miliardi di transistor e un totale di più di 11 miglia di connessioni in rame ad alta velocità. 

"Si tratta del primo progresso davvero rivoluzionario nell’area dei server high-end nell’arco di decenni, con cambiamenti radicali della tecnologia e il pieno supporto di un ecosistema 'open', che condurrà i nostri clienti con continuità verso questo mondo, caratterizzato da volumi di dati esplosivi e crescente complessità", spiega Tom Rosamilia, Senior Vice President, IBM Systems and Technology Group. "Non si può avere più un approccio unico e generalizzato alla scalabilità di un data center. Grazie alla nostra adesione all’OpenPOWER Foundation, il processore POWER8 di IBM diventerà un catalizzatore per le applicazioni emergenti e una piattaforma di innovazione aperta".

L’architettura POWER di IBM è il pilastro dell’innovazione per la OpenPOWER Foundation, che riunisce 25 fornitori di tecnologia ed è in fase di espansione. Fondata da IBM, Google, NVIDIA, Mellanox e Tyan, l’organizzazione ha annunciato una roadmap dell’innovazione, che specifica i contributi che saranno forniti da diversi dei suoi componenti. 



Sistemi POWER8: innovazione "open" 
Gli IBM Power Systems sono progettati per una nuova era dei Big data. FIS, fornitore di soluzioni di banking ed elaborazione dei pagamenti, che gestisce dati finanziari critici per migliaia di aziende in tutto il mondo, ha toccato con mano i vantaggi dei nuovi sistemi POWER8 abbinati agli array di storage IBM FlashSystem. "FIS è entusiasta delle nuove funzionalità e prestazioni", commenta MaryEllen Adam, Senior Vice President of Large Financial Institutions Product Management di FIS. 

"Ci aspettiamo funzionalità di utilizzo e performance più elevate, oltre al fatto che ora possiamo contare sulle risorse di calcolo flessibili che ci servono per soddisfare le esigenze dei nostri clienti. Le funzioni dell’acceleratore crittografico a chiave sicura e del coprocessore crittografico di POWER8, associate alle prestazioni estreme ‘enterprise-ready” e alle riduzioni della latenza delle applicazioni di FlashSystems, forniscono un’infrastruttura decisiva per il successo degli attuali ambienti applicativi di core banking".

Per affrontare l’esplosione di dati, IBM annuncia anche tre nuove soluzioni Power Systems ottimizzate per le esigenze esclusive dei Big data e dell’analytics. Sfruttando i sistemi basati su POWER8 unitamente al portafoglio software aziendale per i Big data e l’analytics, le soluzioni consentono alle organizzazioni di mettere al lavoro i dati in tempo reale. Le nuove tecnologie - IBM Solution for BLU Acceleration, IBM Solution for Analytics e IBM Solution for Hadoop - sono ottimizzate per i nuovi Power Systems di IBM, per fornire informazioni rapide sui dati strutturati e non. 

La nuova IBM Solution for Analytics, ad esempio, fornisce informazioni più rapide per gli attuali carichi di lavoro analitici, computazionali e cognitivi basati sui dati, grazie all’integrazione con Cognos, SPSS e DB2 con BLU Acceleration. Secondo i risultati dei test di IBM, i Power Systems sono in grado di analizzare i dati a una velocità 50 volte superiore ai più recenti sistemi basati su x86.[2] Alcune aziende hanno registrato una velocità di esecuzione delle query di analytics di 1000 volte superiore, riducendo i tempi di esecuzione da diverse ore a pochi secondi. 



Sviluppi Linux: collaborazione con Canonical, PowerKVM
Riconoscendo in Linux un motore d’innovazione, lo scorso anno IBM ha investito 1 miliardo di dollari in nuove tecnologie Linux e in altre tecnologie Open Source per i server Power Systems. Gli investimenti hanno portato alla creazione di nuovi prodotti, una rete in espansione di cinque Power Systems Linux Center sparsi per il mondo e la Power Development Platform, un cloud di sviluppo gratuito in cui gli sviluppatori possono eseguire i test e il porting delle applicazioni basate su x86 verso la piattaforma Power. 

Sulla base di tale impegno, IBM ha presentato oggi due sviluppi Linux che rafforzano la rapida innovazione cloud sui sistemi POWER8: 
disponibilità del Server Ubuntu, 14.04 LTS, Ubuntu OpenStack e tool di service orchestration Juju su tutti i sistemi POWER8; 
l’introduzione di PowerKVM, una versione compatibile con Power Systems della diffusa piattaforma di virtualizzazione basata su Linux, KVM, su tutti i sistemi POWER8 che girano esclusivamente con Linux.

La collaborazione di IBM con Canonical, sponsor commerciale di Ubuntu con oltre 20 milioni di utenti a livello mondiale, facilita la migrazione delle applicazioni verso Linux per gli ambienti cloud, con l’obiettivo di fornire applicazioni software per i Big data e il mobile computing e migliorare le prestazioni delle applicazioni esistenti su tutte le piattaforme cloud. IBM offre il più recente release di Ubuntu Server, Ubuntu OpenStack e dei tool di “cloud-orchestration” Juju di Canonical sui nuovi Power Systems annunciati e su tutti i futuri sistemi basati su POWER8. Questo annuncio è complementare al supporto esistente di IBM per i sistemi operativi Red Hat e SUSE Linux sulla sua offerta completa di Power Systems.

Server a scalabilità orizzontale ovvero come cambia l’economia del data center
I primi sistemi basati su POWER8 sono i cinque server Power Systems S-Class, progettati per grandi ambienti di calcolo a scalabilità orizzontale. Con qualità e livelli di utilizzo dei server unici, le nuove proposte ridefiniscono l’economia dell’intero data center, contribuendo a ridurre l’ingombro e i costi di alimentazione e di raffreddamento. IBM ha progettato questi sistemi perché lavorino a livelli di efficienza leader del settore, garantendo le prestazioni dichiarate a un utilizzo sostenuto del 65%, un tasso superiore rispetto ai livelli di utilizzo dei sistemi x86.[3] 

Con un throughput di dati doppio rispetto a un server basato su x86, i nuovi Power Systems possono contribuire a dimezzare lo spazio occupato dai data center.[4] Disponibili a partire dal 10 giugno, i nuovi server S Class a scalabilità orizzontale comprendono due sistemi che operano esclusivamente su piattaforma Linux: i server Power Systems S812L e S822L. Le altre tre offerte, i server Power Systems S814, S822 e S824, forniscono alle aziende la possibilità di utilizzare più sistemi operativi, tra cui Linux, AIX e IBM i. Disponibili in configurazioni da 1 e 2 socket e 2U e 4U, i nuovi server sono disponibili a partire da $ 79735 ($200/mese per 36 mesi)[6]. 


Opportunità finanziarie 
IBM Global Financing aiuta le aziende in possesso dei requisiti di credito ad acquisire i Power Systems con un’unica soluzione di finanziamento, per gestire meglio l’infrastruttura di cloud computing e dei Big data e accelerare la trasformazione del business. I programmi e le offerte consentono una riduzione dei costi iniziali e un più rapido ritorno dell’investimento, nel rispetto dei budget esistenti. Le aziende in possesso dei requisiti di credito possono ottenere prestiti a tasso zero o leasing e prestiti Fair Market Value con piani di pagamento personalizzati. IBM Global Asset Recovery Services fornisce servizi di riacquisto e smaltimento per l’eliminazione delle apparecchiature IT obsolete.

Informazioni su IBM Big e Data Analytics
Ogni giorno, IBM crea 2,5 trilioni di byte di dati generati da una varietà di fonti - dalle informazioni climatiche, ai messaggi su siti di social media, e dalle registrazioni delle transazioni di acquisto delle immagini mediche sanitarie. In IBM, credono che i dati stanno emergendo come nuova risorsa del mondo per un vantaggio competitivo, e l'analytics è la chiave per dare un senso a esso. IBM aiuta i clienti a sfruttare i Big Data e analytics per fornire spunti necessari per prendere decisioni migliori, creare valore, e fornire quel valore ai clienti e alla società. 

IBM ha il portafoglio più profondo e più ampio al mondo di tecnologie e soluzioni Big Data e analytics, estendendo servizi, software, ricerca e hardware. Per ulteriori informazioni su IBM Big Data e analytics, visitare http://ibm.co/bigdataanalytics. Seguire IBM Big Data e analisi su Twitter @IBMbigdata e @IBMAnalytics. Per ulteriori informazioni, visitare la pagina di lancio Power Systems http://www.ibm.com/systems/power/announcement.html. Partecipate alla conversazione su #power8 o seguite @IBMPowerSystems

Note
[1]. See Technical Downloads section on the OpenPOWER Foundation website at http://openpowerfoundation.org/technical/technical-downloads/ 

[2]. Based on IBM internal tests comparing IBM DB2 with BLU Acceleration system with a comparably tuned competitor configuration executing a materially identical 2.6TB operational analytics workload in a controlled laboratory environment. Test measured 60 concurrent user report throughput executing identical Cognos report workloads. Report per hour (RPH) metric calculated for each category of reports as total completed reports/hours to completion of all reports in the category. 

Competitor configuration: HP DL380p, 24 cores, 256GB RAM, Traditional Database, SuSE Linux 11SP3 (Database) and HP DL380p, 16 cores, 384GB RAM, Cognos 10.2.1.1, SuSE Linux 11SP3 (Cognos). IBM configuration: IBM S824, 24 cores, 256GB RAM, DB2 10.5, AIX 7.1 TL2 (Database) and IBM S824, 16 cores, 384GB RAM, Cognos 10.2.1.1, SuSE Linux 11SP3 (Cognos). Results may not be typical and will vary based on actual workload, configuration, applications, queries and other variables in a production environment.

[3]. Applies for 90 days following date of installation to POWER8 systems announced today that are purchased by December 31, 2014 and running specified workloads on PowerVM. Subject to all other terms and conditions of the guarantee, including a minimum purchase requirement.

[4]. Source: Capacity based on IBM Sizing of typical SPECint_rate landscape and 3rd party analysis of system utilization (Source - http://www-03.ibm.com/systems/power/software/virtualization/assets/platformmatters.html). This is an IBM sizing designed to replicate a typical IBM customer workload used in the marketplace. The results are calculated and not an actual customer environment. 

IBM’s internal workload studies are not benchmark applications as such, customer applications, differences in the stack deployed, and other systems variations or conditions may produce different results and may vary based on actual configuration, applications, specific queries and other variables in a production environment. Power S822L - 34 servers (2S, 24 cores each), 816 total cores, POWER8, 3.0GHz, PowerVM. HP - DL380p G8 - 100 servers (2S, 24 cores each), 2400 total cores, Ivy Bridge, 2.7GHz, VMware vSphere Ent. 100 HP servers needed for ~ equal virtualized throughput of 34 Power S822L.

[5]. All prices in U.S. dollars.

[6]. Per month rate based on 36 month fair market value lease from IBM Global Financing in the U.S. for well qualified lessee. IBM Global Financing offerings are provided through IBM Credit LLC in the United States, IBM Canada Ltd. in Canada, and other IBM subsidiaries and divisions worldwide to qualified commercial and government clients. Rates and availability are based on a client’s credit rating, financing terms, offering type, equipment type and options, and may vary by country. Some offerings are not available in certain countries. Other restrictions may apply. Rates and offerings are subject to change, extension or withdrawal without notice.

Fonte: IBM

venerdì 25 aprile 2014

Nokia Lumia 930 e 630/635, primi smartphone con WP 8.1 e Cortana


Nokia ha presentato, in occasione del Microsoft’s Build 2014, tre nuovi smartphone Lumia basati su Windows Phone 8.1 e una serie di funzionalità esclusive Nokia. Ha, inoltre, confermato che il roll out di Windows Phone 8.1 è previsto da quest'estate come aggiornamento Over-The-Air (OTA) per l’intero portfolio Lumia attualmente basato su Windows Phone 8. Il Nokia Lumia 930 è un dispositivo di fascia alta che offre il meglio di Microsoft e Lumia, per un'esperienza video e imaging straordinaria. 

Il Nokia Lumia 635 e il Nokia Lumia 630 sempre con  Windows Phone 8.1 danno accesso alle innovazioni Microsoft e Lumia a prezzi ancora più democratici. Il Nokia Lumia 630 è disponibile in due varianti è infatti il primo  Lumia anche dual-SIM, destinato a mercati in crescita come Cina e India. I nuovi dispositivi integrano "SensorCore", un innovativo sensore di movimento a basso consumo energetico per utilizzare Bing Health and Fitness. L’SDK SensorCore, verrà testato con alcuni partner selezionati, prima del rilascio ufficiale.

L’SDK Imaging 1.2 BETA è  un aggiornamento dell'SDK per la gamma Nokia Lumia che consentirà agli sviluppatori di creare la prossima generazione di applicazioni imaging e social. L’intera gamma di dispositivi Lumia attualmente basati su Windows Phone 8 riceverà l’aggiornamento Lumia Cyan, un update OTA (over the air) che combinerà in un unico pacchetto il sistema operativo Windows Phone 8.1 ed esclusive funzionalità Lumia. 


Windows Phone 8.1 introduce nuove coinvolgenti funzionalità, incluse maggiori informazioni  disponibili con Live Tile in modalità glance, una tastiera World Flow più agevole e l'Action Center per avvicinare le persone a ciò che più interessa loro. "Presentiamo al pubblico il meglio di Lumia e il meglio di Microsoft attraverso tre sorprendenti dispositivi basati su Windows Phone 8.1. Accanto alle innovazioni Microsoft, Nokia offre  un’esperienza imaging senza compromessi, un design straordinario e innovazioni che migliorano l’utilizzo business", ha dichiarato Stephen Elop, Executive Vice President Devices & Services di Nokia.

"Siamo inoltre lieti di rendere disponibili tutti gli aggiornamenti di Windows Phone 8.1 anche per i dispositivi Lumia equipaggiati con Windows Phone 8, che tanto sono stati apprezzati dal pubblico". Il sistema Windows Phone 8.1 è previsto a partire da quest’estate per tutti i dispositivi Lumia attualmente dotati di Windows Phone 8. I possessori di questi device riceveranno contestualmente anche funzionalità esclusive Lumia attraverso l'aggiornamento OTA (over the air) Lumia Cyan. 

Windows Phone 8.1 introdurrà maggiori dettagli e informazioni disponibili “a colpo d'occhio” in modalità glance attraverso i Live Tile, la visualizzazione delle notifiche nell'Action Centre, accessibile grazie ad un semplice swipe, modalità più rapide per connettersi e digitare con Word Flow e, inizialmente negli Stati Uniti, un assistente virtuale personale e proattivo chiamato Cortana. Inoltre, grazie all’enterprise pack di Windows Phone 8.1, i dispositivi Lumia attualmente dotati di Windows Phone 8 diverranno ancora più funzionali per un utilizzo business. 


L'aggiornamento OTA di Windows Phone 8.1 comprenderà altresì esclusive funzionalità Lumia che rafforzano ulteriormente la leadership di Nokia nell’imaging. Tra queste figurano il potenziamento del camera roll e di Creative Studio, oltre ad una versione nuova e aggiornata dell'applicazione Nokia Storyteller, per condividere sui social network le proprie storie con slideshow video. Il Nokia Lumia 930 rappresenta lo stato dell’arte dell'esperienza Windows Phone 8.1 ed offre le seguenti funzionalità:
  • fotocamera PureView da 20 Megapixel con ottica ZEISS e Rich Recording, in grado di assicurare una perfetta esperienza video ed imaging grazie all'innovativa tecnologia Living Images;
  • un design straordinario che unisce l'eleganza del metallo alla vivacità del policarbonato e presenta uno schermo ClearBlack da 5 pollici per una visualizzazione ottimale di Vyclone, Netflix e Xbox Video, anche in condizioni di elevata luminosità;
  • un potente processore quad-core Snapdragon da 2,2 GHz che consente di ottenere di più da app, giochi, internet e servizi integrati Microsoft, quali OneDrive e Microsoft Office.


L'inizio della distribuzione del Nokia Lumia 930 è prevista a giugno inizialmente in Europa, Asia, Medio Oriente e India ad un prezzo a partire da 599 dollari, tasse e sovvenzioni escluse. Il Nokia Lumia 630 e il Nokia Lumia 635 offrono una straordinaria esperienza Windows Phone 8.1 ad un prezzo vantaggioso, e sono caratterizzati da:
  • un processore quad-core Snapdragon in grado di assicurare un'esperienza social ancora più veloce grazie a Word Flow e app social come WhatsApp e WeChat;
  • un design unico e colorato con scocche intercambiabili e schermo ClearBlack da 4,5 pollici, pensato per offrire eccezionali opportunità di svago con app e giochi, tra cui Asphalt 8 e Vimeo;
  • una scelta più ampia con tre versioni, ovvero il Lumia 630 nella versione 3G single-SIM e il primo Lumia Dual-SIM 3G, alle quali si unisce la velocità del Lumia 635 nella versione 4G/LTE;
  • le stesse esperienze offerte dagli smartphone Lumia di alta gamma, come SensorCore con Bing Health & Fitness, Microsoft Office, Nokia Camera, musica gratuita in streaming con Nokia MixRadio, oltre alle mappe e navigazione globali gratuite di HERE che permettono di risparmiare tempo e denaro.


L’inizio della distribuzione del Nokia Lumia 930 è prevista a giugno inizialmente in Europa, Asia, Medio Oriente e India ad un prezzo a partire da 599 dollari, tasse e sovvenzioni escluse. La distribuzione del Nokia Lumia 630 è prevista a maggio, a partire da Asia, India/Medio Oriente, Sud America e Europa, al prezzo di 159 dollari per la versione single-sim, e 169 dollari per la versione dual-sim. La distribuzione di Nokia Lumia 635 è prevista da giugno su vasta scala, Stati Uniti inclusi, al prezzo di 189 dollari, tasse e sovvenzioni escluse. 

Nokia Lumia rende ancora più semplice la creazione di app imaging di prossima generazione offrendo agli sviluppatori un nuovo Imaging SDK 1.2 Beta. Disponibile sul sito developer.nokia.com/imaging, il nuovo Imaging SDK unisce le migliori funzionalità di elaborazione con filtri ed effetti per Windows Phone 8.1 e altri dispositivi Windows. Nokia ha inoltre annunciato che da oggi sarà disponibile il nuovo SensorCore SDK e che sarà testato con alcuni partner selezionati prima del rilascio ufficiale.





Fonte: Nokia

giovedì 24 aprile 2014

Russia: varata nuova legge che introduce altre restrizioni su Internet


La Duma di Stato russa ha approvato in via definitiva la lettura del disegno di legge № 428884-6 per rafforzare i controlli su Internet, che fa parte del cosiddetto pacchetto di leggi "anti-terrorismo", decise da Putin dopo il duplice attentato a Volgograd. D'ora in poi i blogger popolari sono tenuti a iscriversi a un registro speciale Roskomnadzor. Tali modifiche sono state fatte in fretta per la seconda lettura, e molti hanno accusato i legislatori di equiparare i blogger ai media. Tuttavia, i deputati che lottano hanno sottolineato che non è così.

Prima di tutto, secondo la nuova legge, i motori di ricerca, blog con almeno tremila utenti giornalieri, social network, forum e risorse per diffondere informazioni, ma che permettono ai lettori e agli utenti di commentare, dovranno informare Roscomnadzor l'inizio delle loro attività. Inoltre, sono tenuti a conservare sul territorio russo per sei mesi "fatti di ricezione, trasmissione, consegna o di elaborazione vocale, scrittura, immagini, suoni o altri messaggi elettronici degli utenti di Internet e le informazioni degli utenti". 

Secondo alcuni media russi anche le compagnie straniere come Gmail, Facebook e Skype saranno tenute ad avere server nel Paese, allo stesso modo delle russe Yandex, Mail.ru o Vkontakte. Proprio martedì ha lasciato polemicamente la Russia il 29enne Pavel Durov, dopo essere stato licenziato da Vkontakte, il popolare social network russo, di cui era fondatore e direttore generale. Sfortunatamente il Paese è incompatibile con il business internet al momento, ha denunciato Durov, che si era rifiutato di collaborare con i servizi segreti russi.

La legge richiede ai "blogger trehtysyachnikov" (quelli letti da più di 3.000 utenti al giorno) di registrarsi presso un albo Roskomnadzor. Saranno tenuti a rispettare le limitazioni imposte: controllare l'accuratezza delle informazioni pubblicate, distribuire le informazioni sulla vita privata dei cittadini, estremisti e materiale pornografico, così come i materiali che contengono turpiloquio, seguire le regole della campagna elettorale, specificare un limite di età per gli utenti. Inoltre, i blogger dovranno inserire il loro nome e l'indirizzo e-mail.

Quando non sarà possibile identificare il blogger, Roscomnadzor  invierà un avviso all'hosting provider per fornire i dati pertinenti. Per pene prevedono una multa che va 10.000 a 30.000 rubli, mentre per le persone giuridiche da 50.000 a 300.000. Con la reiterazione entro un anno di tali violazioni si è punibili con una multa per i cittadini da 30.000 a 50.000 mila rubli e per le persone giuridiche 300.000-500.000 o la sospensione amministrativa dell'attività per un massimo di 30 giorni. Le nuove norme hanno sollevato forti critiche da parte della Rete.



Fonte: News RU
Via: TMNews

Utili di Facebook volano grazie alla pubblicità su mobile, ricavi +72%


La pubblicità su smartphone e tablet fa volare i conti di Facebook. Il social network ha chiuso il primo trimestre del 2014 con ricavi a quota 2,5 miliardi, in aumento del 72% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e utili netti triplicati, + 193%, a 642 milioni di dollari. I numeri parlano chiaro, è la pubblicità a trainare i conti del social network, soprattutto quella su dispositivi mobili: in generale i ricavi da inserzioni sono aumentati dell'82% con un'incidenza nel giro d'affari di quelle su mobile del 59%, in forte aumento rispetto all'anno scorso.

Cifre che evidenziano l'ottimo periodo per Facebook reduce da due importanti acquisizioni, Whatsapp e Oculus. "Il business di Facebook è forte e in crescita - ha commentato il fondatore Mark Zuckerberg - e questo trimestre è stato un grande inizio del 2014". "Abbiamo fatto alcune scommesse a lungo termine sul futuro, mentre rimaniamo concentrati sull'esecuzione e sul miglioramento dei nostri prodotti principali. Siamo in posizione ideale per continuare a fare progressi verso la nostra missione".  

I ricavi per il primo trimestre del 2014 ammontano a 2,50 miliardi di dollari, con un incremento del 72 per cento, rispetto a 1,46 miliardi dollari nel primo trimestre del 2013. I ricavi dalla pubblicità sono stati 2,27 miliardi dollari, Un aumento dell'82 per cento rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. I ricavi pubblicitari mobile hanno rappresentato circa il 59 per cento delle entrate pubblicitarie per il primo trimestre del 2014, rispetto al 30 per cento circa dei ricavi pubblicitari nel primo trimestre del 2013.

Costi e le spese GAAP per il primo trimestre del 2014 sono stati 1,43 miliardi dollari, con un incremento del 32% rispetto al primo trimestre del 2013, dovuto principalmente ad un aumento dell'organico e la spesa delle infrastrutture. Escludendo compensi basati su azioni e relativi oneri fiscali sui salari, costi e spese non-GAAP sono stati 1,13 miliardi dollari nel primo trimestre del 2014, in crescita del 26% rispetto a 895 milioni di dollari per il primo trimestre del 2013. Per il primo trimestre del 2014, il reddito GAAP da operazioni è stato 1,08 miliardi dollari.

Il 188% rispetto ai 373 milioni dollari nel primo trimestre del 2013. Escludendo compensazione azionaria e relativi oneri fiscali sui salari, il reddito non-GAAP dalle operazioni per il primo trimestre del 2014 è stato 1,37 miliardi dollari, +144% rispetto al 563 milioni di dollari per Q1 del 2013. Il margine operativo GAAP è stato del 43% per il primo trimestre del 2014, rispetto al 26% nel primo trimestre del 2013. Escludendo compensazione azionaria e dei relativi oneri fiscali sui salari, il margine operativo non-GAAP è stato del 55% per il primo trimestre del 2014, rispetto al 39% per il Q1 del 2013. 

Le imposte GAAP sul reddito per il primo trimestre del 2014 sono state 433 milioni dollari, con un tax rate effettivo del 40%. Escludendo compensi basate su azioni e dei relativi oneri fiscali sui salari, l'aliquota fiscale effettiva non-GAAP è stata di circa il 36%. Per il primo trimestre del 2014, l'utile netto su base GAAP è stato 642 milioni dollari, +193% rispetto al 219 milioni dollari per il primo trimestre del 2013. Escludendo compensazione azionaria e relativi oneri fiscali sui salari e le rettifiche imposte sul reddito, il reddito netto non-GAAP per il primo trimestre del 2014 è stato 885 milioni dollari.

Il 184% rispetto al 312 milioni dollari per il Q1 del 2013. GAAP EPS è stato 0,25 dollari nel primo trimestre del 2014, in crescita del 178% rispetto al 0,09 dollari nel primo trimestre del 2013. Escludendo compensazione azionaria e dei relativi oneri fiscali sui salari e adeguamenti fiscali sul reddito, non-GAAP EPS diluito per il primo trimestre del 2014 è stato 0,34 dollari. Il 183% rispetto al 0,12 dolari nel primo trimestre del 2013. Gli investimenti tecnici del primo trimestre del 2014 sono stati 363 milioni dollari. Cassa e titoli negoziabili sono sati 12,63 miliardi dollari al termine del primo trimestre 2014.


Fonte: Facebook
Via: TMNews

Trimestre in rialzo per Apple e boom di iPhone: venduti oltre 43 mln


Vendite degli iPhone alle stelle, utile e ricavi in aumento: Apple apre il 2014 con i conti in regola. Nel trimestre che si è concluso il 29 marzo la società di Cupertino ha registrato un utile netto di 10,2 miliardi, l'anno scorso furono 9,5, e ricavi per 45,6 miliardi di dollari, due miliardi in più rispetto nello stesso periodo dell'anno precedente. Di questi, il 66% arriva dal mercato internazionale grazie agli ottimi risultati ottenuti in Vietnam, Polonia e soprattutto in Cina, dove il giro d'affari è cresciuto del 13% su base annuale, grazie all'accordo stretto con China Mobile.

Il prodotto di punta resta l'iPhone, ne sono stati acquistati oltre 43 milioni, il 17% in più rispetto all'anno scorso mentre invece calano le vendite di iPad. Ora la svolta definitiva che segnerà la nuova strada dopo la morte di Steve Jobs può essere solo la presentazione di una novità forte, come ha sottolineato lo stesso amministratore delegato Tim Cook che si è detto "impaziente di introdurre più prodotti e servizi che solo Apple può portare sul mercato". 

Apple ha annunciato oggi i risultati finanziari del secondo trimestre dell’anno fiscale 2014, conclusosi il 29 marzo 2014. L'azienda ha annunciato un fatturato trimestrale di 45,6 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 10,2 miliardi di dollari, pari a 11,62 dollari per azione diluita. Questi risultati si raffrontano con quelli dello stesso trimestre dell’anno passato in cui l’azienda aveva registrato un fatturato di 43,6 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 9,5 miliardi di dollari, pari a 10,09 dollari per azione diluita. 

Il margine lordo è stato del 39,3%, rispetto al 37,5% registrato nello stesso trimestre di un anno fa. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 66% del fatturato trimestrale. "Siamo molto orgogliosi dei nostri risultati trimestrali, in modo particolare delle forti vendite iPhone e del fatturato record derivante dai servizi" ha affermato Tim Cook, Ceo di Apple. "Non vediamo davvero l'ora di introdurre ulteriori nuovi prodotti e servizi che solo Apple potrebbe portare sul mercato".

"Abbiamo generato 13,5 miliardi in cash flow dalle operation e abbiamo restituito quasi 21 miliardi di dollari in cash agli azionisti attraverso i dividendi e riacquisti azionari nel corso del trimestre di Marzo",  ha affermato Peter Oppenheimer, Cfo di Apple. "Questo porta i pagamenti totali effettuati nell'ambito del nostro programma di ritorno del capitale a 66 miliardi di dollari". Apple fornisce l'audio streaming live della conference call sui risultati finanziari del secondo trimestre dell'anno fiscale 2014 sul sito http://www.apple.com/quicktime/qtv/earningsq214.


Fonte: Apple
Via: TMNews
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...