giovedì 27 marzo 2014

Facebook acquista Oculus per 2 miliardi ed entra nella realtà virtuale


Dopo WhatsApp Mark Zuckerberg punta su Oculus. Per due miliardi di dollari l'AD di Facebook ha annunciato l'acquisizione della società attiva nel campo della realtà virtuale applicata ai videogiochi. La transazione dovrebbe chiudersi nel secondo trimestre ed il colosso dei social network punta ad ampliare il raggio di azione della startup al di là dei giochi, a nuove aree come la comunicazione e i media. Oculus lanciata un paio di anni fa grazie ad una campagna di raccolta fondi online, che aveva ottenuto oltre 2 milioni di dollari, ha oggi il suo punto di forza in Rift, dispositivo con tanto di visore e cuffia che permette di vivere una vera e propria esperienza in 3D.

Ma Zuckerberg guarda oltre: con Oculus, promette, c'è la possibilità di creare la piattaforma più social di sempre e cambiare il nostro modo di lavorare, giocare e comunicare. La sfida sarà proprio questa in un campo, quello dei dispositivi tecnologici da indossare e della realtà aumentata, sempre più strategico, come mostra la recente partnership tra Google e Luxottica per i Google Glass. Secondo Mark Zuckerberg, che ha parlato in conference call agli analisti, "questa è una scommessa a lungo termine sul futuro del computing". Per Zuckerberg "Oculus può essere una delle piattaforme del futuro". Oculus realizza Oculus Rift, la cuffia per la realtà aumentata che ha ricevuto molta attenzione da parte degli sviluppatori di videogiochi, anche se deve ancora essere rilasciata ai consumatori. 

Le cuffie coprono gli occhi di un utente e creano un mondo immersivo che reagisce alla rotazione della testa su sei assi. Nell'ultima versione gli Oculus Rift montano uno schermo da 5 pollici in Full Hd ed hanno una latenza di 30 millisecondi. Facebook punta ad ampliare il raggio di azione di Oculus al di là dei giochi. Zuckerberg ha spiegato che la realtà virtuale (VR) potrebbe essere utilizzata un giorno per godere di una partita di basket da bordo campo, per seguire le lezioni in una classe, perfino per consultare un medico faccia a faccia. "Immaginate di condividere online con gli amici non solo momenti di svago, ma anche esperienze e avventure", ha detto.

Poi, ricordando il recente acquisto di Whatsapp, Zuckerberg ha chiarito che "non penso che vi dobbiate aspettare che noi facciamo acquisizioni multiple per miliardi di dollari ogni due mesi". Ma ha definito Oculus una società "unica" con un grande vantaggio sui concorrenti. Ha detto che la realtà virtuale è una piattaforma informatica a sé, paragonandola ai PC che hanno rivoluzionato il mondo negli anni 1970 e 1980, e i telefoni cellulari. L'accordo prevede un pagamento cash di 400 milioni di dollari e il passaggio di 23,1 milioni di azioni Facebook, dal valore di circa 1,6 miliardi di dollari.

Il Chief Financial Officer David Ebersman ha sottolineato che Oculus è stata valutata soltanto in base ai rendimenti attesi dal settore dei videogiochi, senza considerare le altre possibilità di crescita nelle comunicazioni, l'intrattenimento o altri settori. Sul blog di Oculus si legge: "Questa partnership è uno dei momenti più importanti per la realtà virtuale: ci dà il colpo migliore per cambiare veramente il mondo. E apre le porte a nuove opportunità e partnership, riduce il rischio sul versante del capitale produttivo e del lavoro, ci permette di pubblicare più contenuti VR, e ci permette di concentrarci su quello che sappiamo fare meglio: risolvere le sfide di ingegneria dure e consegnando il futuro della VR".





Fonte: AP
Via: SkyTg24

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...