giovedì 6 febbraio 2014

Microsoft: Satya Nadella è ufficialmente nuovo Ceo, Gates consulente


Dopo sei mesi di estenuanti ricerche, Microsoft ha finalmente ha scelto il terzo amministratore delegato della sua storia: Satya Nadella, nato 46 anni anni fa in India. Entrato nel gruppo nel 1992 e fino a ieri vicepresidente esecutivo della divisione Cloud e Enterprise, il manager succede con effetto immediato a Steve Ballmer, che lo scorso agosto aveva detto di voler lasciare l'incarico che ricopriva dal 2000, quando il fondatore e amico di università Bill Gates decise di lasciare le redini del gruppo dopo 25 anni. 

Ma c'è anche un altro annuncio rilevante: Gates lascia la presidenza del gruppo e diventa consulente tecnologico. Per gli analisti la scelta di Nadella è "sicura" rispetto a quella che avrebbe potuto vedere protagonista un candidato esterno. Gates invece lascia la presidenza dopo ben 30 anni per assumere il ruolo formale di "fondatore e consulente tecnologico". Nel comunicato viene precisato che dedicherà tempo e sostegno a Nadella "nel dare forma alla direzione dei prodotti e della tecnologia".


E secondo Gates "non c'è persona migliore di Satya Nadella" per dirigere il gruppo durante la trasformazione. Ha una visione "di come le nuove tecnologie saranno usate ed esperite nel mondo", cosa di cui "Microsoft ha bisogno" per "entrare nel suo prossimo capitolo di espansione dell'innovazione di prodotto e di crescita". Gates lasciò Harvard nel 1975 per co-fondare Microsoft con Paul Allen. Quanto a Ballmer - uno dei primi dipendenti del gruppo fondato Redmond, stato di Washington, nel 1975 - resta nel consiglio di amministrazione.

L'ex a.d., uno dei principali azionisti di Microsoft con una quota del 4% circa, ha commentato: "Microsoft è una delle migliori società al mondo. Amo questo gruppo"..."Amo lo spirito di questo posto, la passione, la perseveranza che è stata la pietra miliare della nostra cultura dall'inizio". Nadella, da oggi dentro il consiglio di amministrazione, ha spiegato che il gruppo "è una delle rare società che hanno veramente rivoluzionato il mondo attraverso la tecnologia e non potrei essere più onorato di così per essere stato scelto a guidare l'azienda". 



Secondo il nuovo a.d. "le opportunità di fronte a Microsoft sono vaste ma per cavalcarle dobbiamo concentrarci, muoverci velocemente e continuare a trasformare. Gran parte del mio lavoro consiste nell'accelerare l'abilità di portare prodotti innovativi ai nostri consumatori in modo veloce". Nadella si è definito una sorta di studente, qualcuno che "sta imparando qualcosa"..."Posso imparare qualcosa dalle persone. Posso imparare qualcosa facendo cose in modo diverso". 

"E ammiro ciò in altre persone. Credo fermamente che se uno non impara cose nuove...smette di fare cose utili e grandi. Quindi famiglia (è sposato da 22 anni e ha tre figli), curiosità e fame di conoscenza mi definiscono". Nadella sembra avere uno stile più pacato di Ballmer, noto per le sue presentazioni su palcoscenico all'insegna di grida, salti e camicia impregnata di sudore. Come parte delle novità annunciate oggi, John Thompson - direttore indipendente del cda - assumerà anche il ruolo di presidente del cda stesso.



"Una cosa che mi definisce - spiega Nadella in un'intervista diffusa dalla Microsoft - è che amo conoscere". "Compro più libri di quelli riesco a leggere o a finire; mi iscrivo a più corsi online di quelli che riesco a portare a termine". Nadella si è laureato in ingegneria elettronica all'Università di Bangalore, specializzandosi poi in computer science. Con l'aggiunta di Nadella, il Cda di Microsoft è composto da Ballmer, Dina Dublon, ex Chief Financial Officer di JPMorgan Chase, Gates, Maria M. Klawe, presidente della Harvey Mudd College.

Stephen J. Luczo, Presidente e Ceo di Seagate Technology PLC; David F. Marquardt, General Partner di August Capital, Nadella, Charles H. Noski, ex vice presidente di Bank of America Corp., Dr. Helmut Panke, ex presidente del consiglio di amministrazione di BMW Bayerische Motoren Werke AG; e Thompson, Ceo di Virtual Instruments. Sette dei 10 membri del consiglio sono indipendenti da Microsoft, coerentemente con l'esigenza delle linee guida di governance della società che ha una sostanziale maggioranza indipendente.




Fonte: Microsoft
Via: TMNews
Foto: Microsoft

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...