mercoledì 15 gennaio 2014

Google compra Nest Labs per 3,2 mld dollari e punta alla casa smart


Dalle ricerche sul Web alle mappe, dagli smartphone agli occhiali fino ad un'intera casa, Google sembra voler trasformare ogni aspetto della vita quotidiana. A maggior ragione dopo l'ultima acquisizione, Nest labs, azienda che ha dato nuova vita, tutta tecnologica, a dispositivi per la casa, dai sensori per il fumo ai termostati. La start-up è stata comprata per 3,2 miliardi di dollari, è l'affare più impegnativo e costoso per Google dopo l'acquisizione di Motorola.

"Sfornano prodotti entusiasmanti - ha spiegato l'amministratore delegato Larry Page - valvole che consentono di risparmiare energia e allarmi anti fumo e monossido di carbonio che ti aiutano a rendere più sicura la casa". I prodotti di Nest Labs puntano a incrementare il più possibile l'automazione domestica con dispositivi che memorizzano le preferenze dell'utente e possono essere controllati tramite smartphone. Fra i suoi fondatori c'è Tony Fadell, ex uomo Apple che ha contribuito a creare i primi iPod.

Google Inc. (NASDAQ: GOOG) ha annunciato di aver stipulato un accordo per acquistare Labs Nest, Inc. per 3,2 miliardi dollari in contanti. La missione di Nest - società statunitense specializzata in domotica - è di reinventare i dispositivi non amati, ma importanti in casa come termostati e rivelatori di fumo.  Dal suo lancio nel 2011, il Nest Learning Thermostat è stato un best seller coerente - e il recente lancio del  Protect (Smoke + CO Alarm) ha avuto recensioni entusiastiche. 

Larry Page, CEO di Google, ha dichiarato: "I fondatori di Nest, Tony Fadell e Matt Rogers, hanno costruito un team formidabile che siamo entusiasti di dare il benvenuto nella famiglia di Google. Stanno già fornendo prodotti sorprendenti che si possono acquistare in questo momento - termostati che consentono di risparmiare energia e rivelatori di fumo / CO che posono aiutare a mantenere la vostra famiglia al sicuro. Siamo entusiasti di portare grandi esperienze a più case in più paesi e realizzare i loro sogni!". 

Tony Fadell, CEO di Nest, ha dichiarato: "Siamo entusiasti di unirci a Google. Con il loro sostegno, Nest avrà ancora una posizione migliore per costruire, dispositivi riflessivi semplici che rendono la vita più facile in casa, e che hanno un impatto positivo sul mondo". Nest continuerà ad operare sotto la guida di Tony Fadell e con il proprio distinto marchio di identità. La transazione è soggetta alle consuete condizioni di chiusura, compreso il ricevimento delle approvazioni regolamentari negli Stati Uniti. Si prevede di chiuderla nei prossimi mesi.




Fonte: Google
Via: TMNews

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...