lunedì 30 settembre 2013

Twitter lancia un servizio Alerts via app o sms per avvisi emergenza


Twitter a fianco dei soccorritori in caso di disastri. Il sito di microblogging ha annunciato che avvierà un servizio per informare i suoi utenti sulle indicazioni da parte delle numerose agenzie governative che saranno impegnate in eventuali emergenze. Gli allarmi arriveranno sugli smartphone attraverso una app oppure, a chi deciderà di rivelare a Twitter il proprio numero di telefono, via sms. Sono 60 le organizzazioni che hanno firmato l'accordo con la società per il servizio, comprese le agenzie governative di diversi stati americani. 

I soccorritori potranno comunicare direttamente, con messaggi di testo o notifiche sul social, con chi è in difficoltà e saranno le organizzazioni stesse a mandare gli alerts. Inizialmente il servizio viene avviato negli Stati Uniti, in Corea del Sud e Giappone. L'obiettivo è quello di far circolare informazioni credibili in momenti critici, quando altri mezzi o servizi di comunicazione non funzionano. Il servizio di microblogging si è rivelato particolarmente utile ai soccorritori quando l'uragano Sandy si è abbattuto su New York e sulla costa Est degli Stati Uniti e durante l'emergenza in Giappone dopo lo tsunami del 2011. 

Craig Fugate, capo della Federal Emergency Management Agencythe (Fema), ha sottolineato che si tratta di una strada a due sensi: uno per informare le persone di rischi imminenti, e l’altro per far giungere ai soccorritori informazioni sulle persone in pericolo. "I social media hanno rivoluzionato la comunicazione in caso di catastrofi", ha dichiarato Fugate. "Oggi abbiamo una strada a doppio senso - residenti saranno informati circa i rischi in tempo reale e manager dell'emergenza riceveranno un feedback immediato sulle conseguenze di un disastro. Twitter Alerts offrono l'opportunità di ottenere informazioni direttamente da fonti attendibili". 


Quando l'imminente l'uragano Sandy divenne realtà nel Nord-Est degli Stati Uniti, gli utenti Twitter hanno seguito da vicino l'account @FEMA per avere le ultime informazioni sulla sicurezza. Il Dipartimento di Stato americano (@StateDept) e le missioni diplomatiche degli Stati Uniti in tutto il mondo - dall'Afghanistan allo Zimbabwe - usano Twitter anche come un mezzo efficace per "distribuire informazioni critiche al pubblico nel modo più immediato possibile", ha detto Luca Forgerson, vice direttore dell'Ufficio del Digital Engagement. 

Egli cita l'account del Dipartimento di Stato @TravelGov, che informa i cittadini statunitensi di situazioni, come manifestazioni o calamità naturali. "A seguito del tragico terremoto e lo tsunami che ha colpito il Giappone nel 2011, per esempio, l'ambasciata americana a Tokyo ha usato Twitter per mantenere le persone collegate", ha detto. @TravelGov parteciperà a Twitter Alerts per contribuire a fornire gli aggiornamenti critici per i cittadini in caso di necessità. E in aprile, appena il mondo è stato testimone delle esplosioni alla maratona di Boston, gli utenti si sono rivolti  a @BostonPolice e @DHSgov per i particolari di sicurezza. 

"Durante l'emergenza maratona, la città di Boston ha usato Twitter come uno strumento per fornire informazioni affidabili e ufficiali, e anche per aiutare a correggere la disinformazione", ha detto Lindsay Crudele, community e social technology strategist per la città di Boston. Ora, aggiunge Crudele: "Stiamo cercando Twitter Alerts come mezzo per contribuire ad aumentare la visibilità e l'accessibilità alle informazioni affidabili e ufficiali. Questo ci aiuterà a sostenere la sicurezza dei nostri cittadini ". Coloro che desiderano far parte del programma partner Twitter Alerts, visitare questa pagina con maggiori dettagli.


Fonte: Twitter Blog
Via: La Stampa

Scuola: firmato decreto, dal 2014 passaggio graduale a libro digitale


La scuola italiana passa dalla carta al libro digitale. Il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Maria Chiara Carrozza ha infatti firmato il decreto ministeriale che sancisce tempi e modi del passaggio dalla carta all’e-book. La novità verrà introdotta gradualmente a partire dal prossimo anno scolastico. Sempre dal 2014/2015 cambieranno, poi, anche i tetti di spesa per i testi, con un risparmio immediato del 10% per le famiglie degli alunni che frequenteranno le classi prime della secondaria di primo grado e le prime e le terze della secondaria di secondo grado, quelle in cui la dotazione libraria viene cambiata per intero risultando dunque più costosa. 

Il decreto contiene, nel suo allegato, anche linee guida sul libro del futuro che dovrà essere sempre meno di carta, ma, soprattutto, fruibile su tutti i supporti digitali (tablet, pc, lavagne interattive di produttori diversi), in modo da lasciare la massima libertà nell’acquisto a famiglie e insegnanti. “Sono consapevole dell'importanza di questo passaggio storico al libro digitale - afferma il Ministro Maria Chiara Carrozza - Probabilmente il modo di apprendere cambierà molto. Ma non deve cambiare la nostra attenzione ai contenuti, alla qualità degli apprendimenti e alle pari opportunità per tutti gli studenti italiani”. 

“Credo - aggiunge - che il libro digitale possa rappresentare una grande opportunità di crescita e progresso per la nostra scuola se sarà vissuto in modo aperto e progressivo da tutti gli attori del sistema scolastico”. Si parte dal prossimo anno scolastico. Dal 2014/2015, e per i successivi anni scolastici, i collegi dei docenti potranno adottare, “limitatamente alle nuove adozioni e non per le conferme di adozione”, libri nella versione elettronica o mista (parte cartacea, parte multimediale). La conversione al digitale sarà dunque graduale. Mentre calano da subito i tetti di spesa nelle classi dove i costi per la dotazione libraria sono solitamente più elevati. 

Nel 2014/2015, infatti, nelle prime della secondaria di primo grado e nelle prime e terze della secondaria di secondo grado, i tetti saranno ridotti del 10% laddove i libri richiesti saranno in versione mista (in parte digitali, in parte cartacei). Se invece, nelle stesse classi, i docenti decideranno di adottare solo libri digitali il tetto di spesa sarà ridotto del 30%. La riduzioni si applicheranno progressivamente alle classi successive. Il Ministero promuoverà un monitoraggio dell’andamento delle adozioni anche per diffondere le migliori pratiche e sostenere i processi di innovazione. 

Restano confermati per il 2014/2015 i prezzi di copertina dei libri di testo per la scuola primaria già definiti per il 2013/2014, eventualmente incrementati del tasso di inflazione programmata. Il precedente decreto sui libri digitali, il n. 209 del 26 marzo 2013, è abrogato. Il libro del futuro sarà sempre meno cartaceo e sempre più elettronico. La riduzione dei tetti di spesa più sostanziosa per chi passa all’e-book punta a promuoverne la diffusione. Digitale dovrà comunque fare rima con qualità. Nel decreto firmato dal ministro si fissano infatti precisi paletti per le caratteristiche degli e-book. 

I libri di testo, anche nella versione non cartacea, dovranno continuare ad essere conformi alle indicazioni nazionali (i piani di studio), dovranno offrire un’esposizione autorevole degli argomenti, organizzare contenuti complessi in un percorso narrativo efficace attraverso infografiche, animazioni, tabelle, contenuti audio e video. I software utilizzati per i libri digitali dovranno essere aperti e interoperabili, fruibili con la stessa qualità, cioè, su tutti i supporti elettronici, dai computer ai tablet, in commercio per lasciare libertà di scelta alle famiglie e ai docenti nell’acquisto. 

I dati raccolti eventualmente attraverso le piattaforme di fruizione dovranno essere gestiti secondo le normative sulla privacy. Nel caso siano necessari software specifici per l’utilizzo degli e-book o dei contenuti digitali dei libri misti, gli studenti dovranno poterli scaricare gratuitamente sul sito dell’editore. Nel caso di testi misti, la parte cartacea dovrà essere prodotta utilizzando materie prime di costo contenuto e con un occhio al peso complessivo del libro, favorendo i fascicoli rispetto ai tomi di molte pagine a patto di mantenere lo stesso prezzo di copertina.

Fonte: MIUR

Ibm, cloud per assistere bambini gravemente malati in tutto il mondo


IBM (NYSE: IBM) e il Boston Children’s Hospital hanno presentato la prima piattaforma mondiale di tecnologia basata su cloud, che ha l’obiettivo di migliorare lo scambio di conoscenze mediche sulla cura dei bambini gravemente malati, indipendentemente dal luogo in cui essi vivono. Ogni anno, quasi 7 milioni di bambini sotto i 5 anni di età muore per malattie come polmonite, diarrea e malaria, nonostante la disponibilità di soluzioni mediche salvavita. 

La nuova piattaforma tecnologica basata su cloud, chiamata OPENPediatrics, contribuirà a diffondere tra medici e infermieri le conoscenze e le competenze necessarie per salvare la vita dei bambini in terapia intensiva. Con la crescita della piattaforma, i contenuti si estenderanno oltre l’area critica. Sviluppata nei laboratori IBM di Cambridge, Massachusetts, OPENPediatrics offre formazione ai professionisti sanitari utilizzando un’esclusiva esperienza di apprendimento on-demand, interattiva, digitale e “social”, che li doterà degli strumenti necessari a eseguire procedure e trattamenti salvavita per bambini che non avrebbero altrimenti accesso alla terapia intensiva. 

I contenuti sono realizzati dagli esperti del Boston Children’s Hospital e comprendono materiale eterogeneo di autorevoli clinici internazionali. Il cloud computing, in particolare nelle nazioni in via di sviluppo, permette di evitare la necessità di creare un’infrastruttura tecnologica globale con un modello efficace in termini di costi ed altamente efficiente e IBM ha investito oltre 4 miliardi di dollari in acquisizioni di software e sviluppo per potenziare il suo portafoglio cloud globale, basato su standard aperti. Grazie alla collocazione di OPENPediatrics nel cloud, ai clinici sarà garantito l’accesso alle informazioni mediche, ai moduli di formazione e alle best practices più recenti, così come alle interazioni sociali tra gli utenti. 

“Nulla è in grado di abbattere i muri e unire le persone come la cura di un bambino gravemente malato”, spiega il Dr. Jeffrey Burns, MD, MPH, primario di Medicina di Area Critica presso il Boston Children’s Hospital. Abbiamo unito la tecnologia e i servizi di IBM alla nostra esperienza per promuovere e diffondere l’idea di un’assistenza pediatrica più efficace ai Paesi di tutto il mondo. Così facendo, estendiamo la portata della formazione medica per aiutare a salvare la vita dei bambini e per gettare le basi per l'Ospedale Digitale del futuro". 

IBM fornirà l’infrastruttura tecnologica, con piattaforme e soluzioni per il social networking, il cloud computing, data analytics, video e simulazioni e le abbinerà con la conoscenza e la competenza medica di altissimo livello del Boston Children’s Hospital per portare l’assistenza pediatrica alle comunità globali. IBM interactive, l’agenzia digitale della società, ha sviluppato l’interfaccia tecnologica. Il personale medico può accedere a simulazioni d’avanguardia, seminari video e illustrazioni in tempo reale, per il trattamento dei pazienti critici. Ad esempio, questi supporti visivi, grazie alla simulazione, possono offrire formazione a un medico sull’uso di un ventilatore pediatrico.

Per alimentare le interazioni sociali e stimolare l’apprendimento, OPENPediatrics ospiterà un forum di collaborazione sociale globale, che inviterà gli esperti provenienti da tutto il mondo a condividere risultati rivoluzionari, best practices ed esempi di cura dei pazienti. OPENPediatrics è stata ideata in seguito a una telefonata, ricevuta dal Dr. Burns, di un pediatra in Guatemala che aveva bisogno di consulenza per il trattamento di una bambina con un’infezione grave. Grazie all’aiuto del medico nel portare a termine il trattamento, la bambina è sopravvissuta. Il Dr. Burns ha voluto aprire questo tipo di dialogo tra i medici di tutto il mondo.


I primi riscontri dimostrano che OPENPediatrics sta cambiando anche le cure. Un medico israeliano ha riferito che le dimostrazioni video di OPENPediatrics l’hanno aiutato ad acquisire padronanza di una procedura con una sonda gastrica, per assicurare nutrizione e idratazione adeguate ai bambini con malattie gravi, e alla Fundación Aldo Castañeda in Guatemala, i medici che utilizzano OPENPediatrics hanno appreso nuovi modi per evitare le infezioni, da cui è scaturito un nuovo programma di prevenzione. Nella fase pilota, OPENPediatrics è utilizzato da più di 1.000 medici e infermieri in 74 Paesi, in sei continenti (infografica qui). 

“Il Boston Children’s Hospital ha riconosciuto la necessità di poter prendere decisioni mediche “più intelligenti” quando è in gioco la vita dei bambini”, spiega Mike Rhodin, Senior Vice President, Software Solutions Group, IBM. “Grazie alla potenza del social networking e delle tecnologie di cloud computing, IBM è riuscita a promuovere significativamente la diffusione di conoscenza in tutto il mondo, per assicurare esiti migliori per i pazienti. OPENPediatrics è un perfetto esempio del potere di trasformazione della tecnologia, per contribuire a risolvere i problemi più urgenti nell’assistenza sanitaria”.

OPENPediatrics cambia il corso dei trattamenti
OPENPediatrics è una piattaforma didattica basata su cloud, che utilizza tecnologie di social networking avanzate per condividere la conoscenza sulle best practices nell’assistenza dei bambini con malattie gravi, attraverso moduli di formazione, dimostrazioni video, simulazioni e scambio di conoscenze tra i medici. La piattaforma OPENPediatrics comprende: 
• un social network che mette in contatto la comunità globale di medici e infermieri pediatrici per favorire lo scambio di idee sulle best practices e per discutere quesiti tra colleghi;
• programmi di studio on-demand e letteratura medica sulla cura specialistica pediatrica: i programmi di studio attuali comprendono informazioni sulla diagnosi e il trattamento di infezioni del sangue, iperglicemia, trauma cranico, ecc; 
• video di formazione su procedure avanzate quali il posizionamento di drenaggio toracico; 
• simulazioni, che creano un ambiente di apprendimento interattivo, consentendo ai medici di esercitarsi su trattamenti completi in contesti virtuali. 

OPENPediatrics è progettato per funzionare online o offline. Può essere caricato su PC o perfino su una chiavetta USB, per consentire ai medici in luoghi remoti con limitata larghezza di banda di accedere o condividere i dati. Una volta collegato a Internet, il programma si sincronizza automaticamente con i dati di formazione più aggiornati e con le interazioni sociali via cloud. La versione 1.0 di OPENPediatrics è prevista per la fine dell’anno. Anche la nuova piattaforma di social learning di IBM, che alimenta OPENPediatrics, sarà introdotta più diffusamente in nuovi settori nei prossimi mesi.



Fonte: IBM

G Data, scam su smartphone: pubblicità in-app usata come trappola


G Data avvisa i possessori di smatphone e tablet di una nuova truffa: i cyber criminali stanno utilizzando delle pubblicità in-app su larga scala per tendere trappole agli utenti e impossessarsi così dei loro dati personali e denaro. Per mascherare meglio questo loro intento offrono presunte soluzioni antivirus per Android. I criminali addirittura si propongono come fornitori di soluzioni per la sicurezza di G Data nei banner web che vengono mostrati. 

Gli utenti che cliccano su questi banner pubblicitari finiscono per l’iscriversi, senza accorgersene, a un servizio premium di SMS del costo di 15 euro la settimana. Secondo le prime indagini la società da cui è partita l’operazione è la Mobile Minded BV di Arnhem (Peasi Bassi) contro cui G Data ha già avviato un’azione legale. “La pubblicità in-app sta diventando sempre più allettante per chi organizza frodi online”, spiega Ralf Benzmueller, Head di G Data Security Labs. 

“Gli utenti dovrebbero leggere attentamente le offerte e le classiche parole in piccolo che stabiliscono termini e condizioni del servizio per evitare di cadere in trappole volte a estorcere i loro dati personali. Nel caso da noi scoperto i criminali offrono presunti servizi o soluzioni per la sicurezza mobile di G Data”. Il processo di pagamento viene dirottato su un operatore mobile che fattura invece un servizio premium di SMS. “Ottenere un rimborso è spesso difficile dal momento che il pagamento è stato effettuato online e chi ha ideato la frode non può valutare la legittimità della protesta.” 

Le prime ricerche dimostrano che questa campagna di crimine online ha un respiro internazionale. A oggi gli esperti dei G Data Security Labs hanno identificato casi certi in Finlandia, Polonia, Francia, Spagna e Paesi Bassi e si presume che quest’azione sarà presto estesa anche ad altre nazioni come Germania e Italia. La nuova soluzione di G Data per la sicurezza di smartphone e tablet Pc con sistema operativo Android offre una protezione a 360 gradi.

Minded BV sta utilizzando pubblicità in-app per pubblicizzare illegalmente le soluzioni per la sicurezza di G Data. Invece di fornire informazioni o soluzioni antivirus le vittime finiscono con il sottoscrivere un costoso e inutile abbonamento il cui processo di pagamento avviene attraverso il network mobile. Gli utenti caduti in trappola dovrebbero rivolgersi al loro provider mobile e, facendo riferimento a quando specificato da G Data, chiedere un rimborso. Ecco un esempio di banner pubblicitario utilizzato per ingannare gli utenti.


Ctrl, Alt e Canc? Bill Gates ammette: combinazione tasti fu un errore


Il co-fondatore di Microsoft Bill Gates ha finalmente ammesso che costringere gli utenti a premere la combinazione dei tasti Control-Alt-Canc per accedere a un PC è stato un errore. In una intervista col finanziere statunitense David Rubinstein, ad una campagna di raccolta fondi di Harvard, Gates discute i suoi primi giorni della costruzione di Microsoft e l'importantissima decisione di "Control-Alt-Canc. Chi ha usato una vecchia versione del software o l'utilizzo di Windows al lavoro allora avrà sperimentato lo strano requisito.

Gates spiega che la combinazione di tasti era stata progettata per impedire ad altre applicazioni di falsificare il prompt di login e rubare una password. L'idea originale era di utilizzare un unico pulsante per questo comando, ma il progettista delle tastiere Ibm si rifiutò all'epoca di dedicare un bottone all'avvio di Windows. "E 'stato un errore", ammette Gates davanti alla platea. "Avremmo potuto avere un solo pulsante - ha detto Gates - ma il tizio che ha realizzato il design della tastiera Ibm non ha voluto darcelo".

L'ex Ceo ha appunto spiegato che l'idea originale era di utilizzare un unico pulsante per consentire agli utenti di accedere al sistema ma David Bradley si rifiutò all'epoca di dedicare un bottone all'avvio di Windows. "Quindi abbiamo deciso di utilizzare la combinazione di tasti - ha spiegato Gates, riportato dal sito Geeknewswire - direi che è stato uno dei nostri più grandi errori". Ancora oggi la combinazione esiste in Windows 8, e consente agli utenti di bloccare una macchina o accedere al Task Manager.

Mentre Windows 8 per impostazione predefinita ha una nuova schermata di login, è ancora possibile utilizzare il tradizionale Control-Alt-Canc ed un certo numero di aziende che eseguono Windows XP e Windows 7 su PC ancora lo usano ogni giorno. Questa combinazione di tasti è stata riproposta in tutti questi anni, fino a diventare quasi un vero e proprio marchio di fabbrica. La campagna per la raccolta fondi di Harvard servirà anche a reclutare nuovi docenti e ricercatori.



Via: Geekwire

sabato 28 settembre 2013

Salute, italiani e sesso: per 4 milioni di coppie dura appena 2 minuti


Flop maschili sotto le lenzuola, inappetenza di lei o di entrambi, rapporti troppo veloci. Gli italiani si confermano amanti attivi e passionali ma si rivelano insoddisfatti perché spesso troppo frettolosi. Una coppia su 4 non raggiunge il piacere, anche se ha in media 108 rapporti sessuali all'anno, perché lui si accende di passione ma si spegne troppo presto. Per 4 milioni di coppie il sesso non dura più di due minuti e la troppa fretta nell'intimità logora il benessere e la vita di coppia. 

Così se la metà delle donne pensa a un altro uomo, una su cinque, frustrata e insoddisfatta, passa dalla fantasia ai fatti e dopo un anno tradisce o rompe la relazione. Lo rivelano i dati della prima indagine condotta nel nostro Paese per valutare l'impatto della durata dei rapporti sessuali sul benessere e l'armonia di coppia, promossa dalla Società Italiana di Urologia e dall'Associazione Ginecologi Ospedalieri Italiani (Aogoi). 

In occasione del congresso nazionale delle due società scientifiche, sarà anche annunciata la prossima apertura dei primi Dipartimenti per la Salute Sessuale della Coppia, che saranno gestiti "in tandem" da urologi e ginecologi per aiutare gli italiani a ritrovare la serenità nei rapporti di coppia e diffondere una più sana e corretta cultura del benessere sessuale. 

Il primo Dipartimento aprirà i battenti entro i primi di dicembre a Napoli e per la fine dell'anno altri tre saranno inaugurati in ospedali pubblici di Milano, Roma e Palermo. I dati dell'indagine innanzitutto mostrano che l'età media per la "prima volta" è attorno ai 18 anni e a partire dalla maggiore età gran parte degli adulti ha almeno due rapporti sessuali a settimana. 

I risultati confermano "l'ardore" degli uomini del Sud: Calabria, Basilicata, Campania e Sicilia sono infatti le regioni dove gli uomini sono più attivi sotto le lenzuola, in prima fila i siciliani che nel 60% dei casi dichiarano di fare sesso anche più di tre volte la settimana e sono i più soddisfatti; fanalini di coda invece i più "freddini" friulani, trentini e lombardi, che peraltro con i toscani sono i meno soddisfatti della propria vita sessuale. 

La ricerca evidenzia che una coppia su quattro non raggiunge il piacere perché il tempo passato sotto le lenzuola vola via in un soffio: quattro milioni di italiani non durano a letto oltre due minuti e si tratta soprattutto di giovani adulti, fra i 20 e i 50 anni. I più colpiti sono gli uomini di Calabria e Basilicata, dove la frequenza dell'eiaculazione precoce risulta doppia rispetto alla media; le regioni in cui il problema è meno comune sono invece Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria ed Emilia Romagna. 

L'insoddisfazione sessuale è una sorta di "mina vagante" nei rapporti di coppia, tanto che il 23% va in crisi. "L'eiaculazione precoce è il disturbo sessuale maschile più comune e comporta molta frustrazione in entrambi i partner - spiega Vincenzo Mirone, Segretario Generale Siu - Lui diventa insicuro e perde l'autostima,lei reagisce con rabbia e aggressività. Tutto ciò crea tensioni che possono portare alla crisi della coppia, tanto che una donna su cinque dopo 1 anno tradisce o rompe la relazione e così 800mila "coppie scoppiano". 

I più frustrati e preoccupati sono gli uomini del Friuli, stando ai dati raccolti, mentre i meno preoccupati di lasciare la partner insoddisfatta sono i siciliani. Quelli che più temono un tradimento della compagna sono calabresi e lucani, che sono i più colpiti dal problema. In Veneto, Marche, Umbria, Abruzzo e Molise il 40% delle donne ha lasciato un partner a causa dell'eiaculazione precoce, in Sardegna il 30% ha tradito un uomo con questo problema. 

I disturbi di uno dei componenti della coppia inevitabilmente provocano "effetti collaterali" sull'altro, causando non solo "danni alla coppia" ma anche "coppie di danni"- osserva Antonio Chiantera, Segretario Nazionale Aogoi - "Così le donne devono fare i conti con il calo del desiderio e con la difficoltà o l'impossibilità di raggiungere l'orgasmo, che in una caso su due si accompagna all'eiaculazione precoce, con la conseguente rinuncia ai rapporti sessuali o la drastica riduzione della loro frequenza". 

"Ma le donne oggi più consapevoli e realizzate non si accontentano più e vorrebbero trovare soluzioni che accolgano i loro bisogni e scongiurino così una possibile crisi di coppia dovuta a una scarsa intesa sessuale" avverte Chiantera. I dati in realtà mostrano che la maggior parte degli uomini vorrebbe migliorare la relazione sessuale e cerca informazioni soprattutto sul web provando a risolvere il problema con il fai da te, ma c'è un "gap" tra ciò che pensa l'uomo e ciò che prova la donna e sono pochissimi quelli che cercano aiuto.

Via: TMNews
Foto dal web

Vodafone: con la voce della Littizzetto nuovo testimonial foca Monica


Dopo il pinguino Pino è la foca Monica il nuovo testimonial di Vodafone Italia. È on air sulle principali emittenti TV italiane e sul web il nuovo spot di Vodafone Italia, con una creatività originale e un nuovo attesissimo testimonial. Dopo il successo di Bruno e Pino, fa  il suo esordio Monica, una simpatica foca pronta a conquistare il pubblico grazie all'inconfondibile voce e alla comicità di Luciana Littizzetto

La Foca Monica sarà protagonista di differenti soggetti, che la vedranno impegnata, nelle vesti di una simpatica antidiva, nei generi cinematografici più disparati, dall'action movie al melodramma romantico. La campagna sostiene il lancio delle nuove opzioni "Scegli Tu", dedicati ai clienti che cercano convenienza e personalizzazione. Proprio come accaduto con le precedenti campagne, anche il nuovo spot si distingue per il carattere spiccatamente multimediale. 

Alla TV si affianca infatti una massiccia visibilità sui principali siti web italiani e sui social network. In esclusiva per il web è inoltre previsto un innovativo video interattivo: gli spettatori saranno chiamati a diventare i veri e propri sceneggiatori dello spot e ad  aiutare Monica a risolvere i suoi dilemmi, giocando sul leit motif della campagna "Scegli Tu". Grazie alla collaborazione con Shazam sarà inoltre possibile interagire con lo spot e visualizzare backstage e contenuti aggiuntivi direttamente sul proprio smartphone. 

L'intero progetto di comunicazione integrata è stato ideato da 1861united e porta la firma dei direttori creativi Francesco Poletti, Serena Di Bruno e della copywriter Chiara Monticelli. La direzione creativa ed esecutiva è stata curata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia, rispettivamente amministratore delegato e presidente. La casa di produzione è Filmmaster, la regia di Paolo Monico. Post produzione: you_are. Implementazione web: Full Six  La  colonna sonora è la hit del momento di Pink "True Love". 

Le nuove opzioni "Scegli Tu" di Vodafone sono tariffe che l'utente può "creare" in base alle proprie esigenze. Ci sono tre pacchetti che possono essere scelti come "base" per poi essere personalizzati: TUTTI 500, con 500 minuti verso tutti a 9,90€/mese; SMART 200, con 200 minuti verso tutti, 200 SMS  verso tutti ed 1 GB di internet a 9,90€/mese; SMART 500, con 500 minuti verso tutti, 500 SMS verso tutti ed 1 GB di internet a 14,90€/mese. L'intervista a Monica diva con le pinne ben piantate per terra.



Via: Vodafone Italia
Foto dal video

venerdì 27 settembre 2013

Facebook aggiorna deposito di brevetto relativo a Real-Time Search


Facebook ha presentato inizialmente una istanza di brevetto nel mese di Aprile denominato "Real Time Content Searching In Social Network" (Ricerca in Tempo Reale dei Contenuti nel Social Network), e la società ha aggiornato il deposito giovedì della settimana scorsa, con il brevetto ancora pendente. Searchblog ha riportato l'aggiornamento del brevetto, dicendo che esso copre un metodo per la ricezione, l'identificazione, e indicizzazione dei post da parte degli utenti di Facebook. 

Il social network ha lanciato un gruppo di ricerca per capire meglio il comportamento dei membri. La tecnologia determina un identificatore associato all'utente, un post identificatore associato al post, e un termine identificatore associato ad un termine nel post. Si seleziona quindi una parte di un indice user-term associato con l'identificatore dall'utente tra diversi partizioni dell'indice user-term. Nell'abstract del brevetto aggiornato e depositato presso l'US Patent and Trademark Office, si legge: 

"L'indicizzazione e il recupero di contenuti in tempo reale in un sistema di social-networking sono divulgati. Un indice dell'user-term include partizioni user-term, ogni partizione user-term che comprende database temporali. Appena un post viene ricevuto da un utente, un ID utente, un identifier post ed un post vengono estratti. Un object store comunicativamente accoppiato a un database temporale per i contenuti recentemente ricevuti viene interrogato per verificare se i termini nel post sono già stati memorizzati". 

"Un term identifier viene memorizzato nell'indice dell'user-term con l'utente e i post identificatori. Un indice avanzato memorizza il post del post identificatore. Rispondendo a una query di ricerca, l'indice user-term viene cercato dalle connessioni degli utenti e dei termini. Un motore di ricerca in tempo reale compila i risultati dell'indice query dell'user-term e recupera i post memorizzati dall'indice avanzato. I risultati della ricerca potrebbero quindi essere classificati e memorizzati nella cache prima della presentazione al searching user". 

Al momento che la query viene elaborata, le connessioni degli utenti di Facebook sono identificati in base al profilo della persona che effettua la ricerca. "La ricerca o i risultati della ricerca possono essere filtrati per mostrare solo i risultati relativi a una particolare connessione o un gruppo di connessioni. Un motore di ricerca in tempo reale compila i post identificatori dei post corrispondenti nell'indice user-term index query e utilizza i post identificatori per accedere all'indice avanzato e ottenere le posizioni di archiviazione negli object store per i post".


Google Street View conduce dentro il laboratorio del CERN di Ginevra


L'occhio di Google nel cuore del CERN. Il laboratorio più grande al mondo di fisica delle particelle sito nella periferia di Ginevra apre le sue porte al servizio Street View. Da oggi è a disposizione di tutti, accessibile con un semplice click, una passeggiata tra i macchinari più avanzati al mondo, impiegati dai ricercatori per dare una risposta ad alcuni d ei requisiti più importanti sulla natura e sulle dinamiche che regolano l'universo.

"Siamo entusiasti che il CERN abbia aperto le porte a Street View permettendo così a chiunque, in qualsiasi parte del mondo, di dare uno sguardo all'interno dei laboratori, dei centri di controllo e alla sua miriade di tunnel sotterranei che ospitano ricerche all'avanguardia su Google Maps. Street View permette anche ai ricercatori che lavorano sparsi per il pianeta di esaminare gli strumenti che utilizzano". 

Come spiega il post pubblicato sul blog ufficiale, gli scatti sono stati effettuati durante un periodo di due settimane nel 2011, quando il team di Street View è stato ospite del Cern per immortalare il Large Hadron Collider (LHC), ma anche gli esperimenti come ATLAS, ALICE, CMS e LHCb. L'LHC è l'acceleratore di particelle più grande e potente finora realizzato. Può accelerare protoni e ioni pesanti, fino al 99,9999991% della velocità della luce e farli successivamente scontrare.

Il Large Hadron Collider raggiunge attualmente un'energia, nel centro di massa, di 8 teraelettronvolt (si prevede che nel 2015 tale energia possa arrivare a 14 Tev). Simili livelli di energia non erano mai stati raggiunti fino ad ora in laboratorio. È costruito all'interno di un tunnel sotterraneo lungo 27 chilometri situato al confine tra la Francia e la Svizzera, originariamente scavato per realizzare il Large Electron-Positron Collider (LEP), un anello di accumulazione circolare della medesima lunghezza.

ATLAS è un rivelatore di particelle del peso di circa 7.000 tonnellate. E' costituito da più rivelatori le cui specifiche caratteristiche sono state scelte in fase di progettazione come le più indicate per la rivelazione dei processi di fisica che si intendono studiare. Da una grotta situata a 100 metri al di sotto di un piccolo villaggio svizzero, sta indagando sulle particelle fondamentali, tra cui il bosone di Higgs. ALICE (acronimo di A Large Ion Collider Experiment) è un rivelatore di ioni pesanti nel Grande Collisore di adroni. 

E' progettato per studiare la fisica della materia sottoposta alle interazioni forti che si riscontrano alle densità di energia estreme, alle quali ci si aspetta la formazione di una nuova fase di materia chiamata plasma quark-gluone. Il Compact Muon Solenoid (CMS) è un grande rivelatore per un esperimento di fisica delle particelle nel Grande Collisore di adroni. E' progettato per lo studio della fisica delle particelle, compresa la ricerca sul bosone di Higgs, sulla supersimmetria, e sulle particelle che potrebbero generare la materia oscura.
Via: AGI

Google Doodle animato e giocabile per celebrare suo 15° compleanno


Google compie oggi 15 anni e lo festeggia con un auto-doodle. Al posto del tradizionale logo, nella pagina d'apertura del motore di ricerca c'è un disegno con un piccolo videogioco per festeggiare il quindicesimo compleanno di Google. Cliccando sul tasto "play" sulla torta del quindicesimo compleanno, parte il gioco della pignatta o della pentolaccia: la lettera "g" tenta di colpire con un'asta una stella oscillante per far cadere le caramelle che contiene. 

L'obiettivo è quello di raccogliere più caramelle possibili: Si usa la barra spaziatrice per dare i colpi. E più i colpi sono precisi, più caramelle si guadagnano. La data esatta del compleanno è oggetto di discussione. La richiesta per fondare l'azienda fu inoltrata il 4 settembre del 1998 e la società venne ufficialmente fondata tre giorni dopo. Il dominio Google.com, invece, fu registrato il 15 settembre.


Non essendoci una data precisa, per diversi anni Google ha festeggiato il proprio compleanno in giorni diversi. La data ufficiale però è considerata oggi, il 27 settembre, una data decisa nel 2005: "Google ha aperto i battenti nel 1998. La data esatta in cui celebriamo il nostro compleanno si è spostata negli anni e dipende molto da quando la gente qua ha davvero voglia di mangiarsi una torta".


In origine, il popolare motore di ricerca si chiamava Backrub e dopo avere discusso di diverse soluzioni Larry Page e Sergey Brin optano per Google. Il popolare motore di ricerca ha due caratteristiche importanti che lo aiutano a produrre risultati di alta precisione. In primo luogo, esso si avvale della struttura dei link del web per calcolare una classifica di qualità per ogni pagina web. Questa classifica è chiamata PageRank.

La homepage odierna presenta un simpatico gioco che, come scritto sopra, riproduce la piñata. Una piñata è un contenitore spesso fatto di cartapesta, ceramica o stoffa , ma è decorato e piena di piccoli giocattoli o caramelle, o entrambi, e poi rotto come parte di una cerimonia o celebrazione. Le piñata sono più comunemente associate al Messico, ma le loro origini sono considerate in Cina. La storia completa di Google è disponibile qui.


Via: TMNews

giovedì 26 settembre 2013

DIMO Gestion: in Italia Notilus, software per gestione viaggi aziendali


Non perde tempo DIMO Gestion, il player francese specializzato nella produzione e distribuzione di soluzioni software che, appena sbarcato in Italia, preme l’acceleratore su Notilus, il pacchetto software dedicato alla gestione dei viaggi, nello specifico delle trasferte e note spese. Con 18 anni di know-how e attività alle spalle, l’azienda ha sviluppato soluzioni in diverse aree applicative - risorse umane, finanziaria, business intelligence, CRM, dematerializzazione – ma ha scelto di approcciare il mercato italiano in maniera graduale, focalizzandosi, per il momento, su Notilus, il software specifico per il segmento del Travel Management

“Con una base di oltre 1300 clienti, Notilus è il n°1 in Europa tra i software in grado di coprire l’intero processo di gestione dei viaggi aziendali, nella fase del prima, del mentre e del dopo la trasferta” afferma Anaïs Manetta, Italy Notilus Business Manager di DIMO Gestion. “Siamo convinti che anche in Italia il nostro prodotto possa ottenere un buon successo. L’Italia presenta infatti un tessuto industriale e produttivo composto da medie e grandi imprese, che rappresentano il target di riferimento per il nostro prodotto”. 

La razionalizzazione dei costi rimane una delle principali preoccupazioni per molte delle direzioni finanziarie e acquisti, dalle quali dipende la maggior parte dei Travel Managers. In questo contesto, Notilus si presenta come uno strumento di supporto alle aziende nel processo di contenimento e nell’ottimizzazione dei costi inerenti le trasferte. Destinato sia a medie che grandi aziende di ogni settore e finalizzato alla gestione completa e alla razionalizzazione delle trasferte e delle spese professionali, è disponibile in quattro moduli distinti. 

Notilus Travel è lo strumento per organizzare e gestire le prenotazioni dei viaggi e le richieste di trasferta, Notilus Expense ottimizza e automatizza la gestione delle note spese, Notilus Invoice è preposto alla gestione delle fatture fornitori mentre Notilus Decision è un valido ausilio nell’analisi e nella compilazione dei report sulla base dei quali impostare azioni finalizzate all’ottimizzazione delle spese di trasferta e alla riduzione dei costi. Il software, proposto completo o in moduli a seconda delle esigenze dell'azienda, viene fornito attraverso l’acquisto o il noleggio della licenza. 

Il modulo Travel rappresenta la soluzione ideale per prenotare un viaggio d'affari in quanto è in grado di gestire, su un’unica piattaforma, le richieste interne, quali anticipi o utilizzo di veicoli aziendali, ed esterne, quali prenotazioni di biglietti o alberghi, sia online che tramite le agenzie di viaggio. La combinazione delle prenotazioni online e offline costituisce, infatti, uno dei principali vantaggi di Notilus Travel. I supervisori hanno poi una visione chiara e in tempo reale su tutte le prenotazioni – così da velocizzare il processo di approvazione - e vengono avvertiti in caso di operazioni non conformi. 

Il modulo Expense elimina le laboriose operazioni manuali di inserimento delle note spese. Attraverso una semplice interfaccia web di ultima generazione, il dipendente inserisce infatti direttamente nel sistema le proprie note, via computer, tablet o smartphone. Allo stesso modo, grazie al workflow di approvazione completamente automatizzato, il supervisore gerarchico è in grado di autorizzare tali note spese più velocemente, con il conseguente rimborso più rapido per il dipendente. 

Infine Notilus si integra con il Sistema Informativo aziendale tramite delle interfacce automatizzate che dialogano con i software dedicati alle risorse umane, alla contabilità, alla gestione delle paghe e molto altro. “Notilus rappresenta un vero valore aggiunto per le imprese in quanto semplifica le procedure a tutto vantaggio della produttività, riduce i costi delle operazioni ed il rischio di errori, migliora i controlli interni ed offre una visione più ampia e dettagliata dell’analisi delle spese relative ai viaggi d’affari” conclude Anaïs Manetta. “Tutto ciò porta a un ritorno sull'investimento in meno di un anno”.

MarkMonitor, preparare brand a nuova era digitale con domini gTLD


La prossima pietra miliare nell'espansione dello spazio dei nomi di dominio è rappresentata dal tanto atteso arrivo dei domini generici di primo livello (gTLD). I domini di primo livello (TLD) costituiscono la parte del nome di dominio che si trova a destra del punto -. com, .net, ecc. Attualmente vi sono 22 domini di primo livello, ma con l'introduzione dei gTLD c’è la possibilità per i brand, le compagnie e gli imprenditori di utilizzare i propri domini di primo livello, come ad esempio .bbc, .cpa, e .moda. 

Durante l’ultimo periodo l’attenzione dei media si è concentrata più sulle possibili implicazioni delle infrastrutture IT mentre le potenzialità legate al fronte del marketing sono rimaste in secondo piano. Dunque, che conseguenza avranno questi nuovi gTLD sulla commercializzazione, sulla tutela del marchio e dei brand in generale? Dopo molti anni di dibattito, l'ICANN (Internet Corporation for Assigned Names e Numbers) ha aperto il nuovo periodo di applicazione dei gTLD nel gennaio 2012. 

Nel giugno 2012 l'organizzazione ha pubblicato un elenco di 1.930 nuove applicazioni di alto livello che hanno rappresentato circa 1.400 nuovi domini di primo livello. Tra questi, circa 650 domande sono state fatte da brand. Se a un'organizzazione viene attribuito un marchio gTLD, questa ne diventerà il gestore e le altre aziende dovranno rivolgersi a lei se vorranno richiedere un dominio su quel gTLD. Non c’è solo grande attesa nel programma dei gTLD, ma anche una notevole quantità di rischio. 

I professionisti della protezione del marchio necessitano di comprendere appieno come questi domini generici possano avere impatto sulla propria categoria di attività e sulla presenza digitale del proprio marchio. Da un lato i gTLD rappresentano un'opportunità per il marchio per rafforzare la propria presenza digitale, ma dall'altra offrono opportunità ai cybersquatter che cercano di sfruttare le potenzialità dei brand più conosciuti. 

Il tempo per i commenti e le obiezioni formali all’ICANN potrebbe essere passato, ma è ancora di vitale importanza che i marketer rivedano le applicazioni dei TLD in preparazione di ciò che sta arrivando. L’ICANN ha istituito una serie di meccanismi di protezione per i proprietari di marchi, uno dei quali è il Trademarks Clearinghouse

I proprietari di marchi sono invitati a presentare tutte le informazioni sul marchio registrato alla Clearinghouse dove saranno memorizzati e utilizzati a sostegno di rivendicazioni del marchio in pre-lancio, i Sunrise Registrations (un periodo di almeno 30 giorni prima che i nomi di dominio siano offerti al pubblico, per cui i proprietari di brand possono salvaguardare il nome di dominio che corrisponde al loro marchio di fabbrica) e la risoluzione delle controversie.

In questo modo i proprietari di marchi che hanno inviato le informazioni rilevanti alla Clearinghouse saranno avvisati se un dominio che corrisponde al marchio è registrato. Con il lancio del programma gTLD i professionisti della protezione del marchio e i proprietari di marchi devono essere pienamente consapevoli delle crescenti minacce alle loro imprese. 

Rivedere l'elenco delle applicazioni, individuando eventuali problemi ottenendo una comprensione dei meccanismi di tutela dei diritti disponibili, è fondamentale in questo frangente. A livello più elementare, è importante monitorare i potenziali problemi in tutte le nuove registrazioni gTLD per l'uso improprio di marchi, trademark e slogan. 

Come parte di un approccio olistico più ampio, la strategia di protezione del marchio dell'organizzazione e delle politiche di gestione del dominio devono essere rivalutati e modificati di conseguenza. Con ben 700 nuovi gTLD che si prevede di lanciare nel corso dei prossimi tre anni, è fondamentale che i professionisti della protezione del marchiosiano preparati. Dall’avere una chiara comprensione dell'impatto dei gTLD sui marchi, al rafforzamento delle politiche di tutela del marchio, è vitale che si siano pronti ad affrontare queste nuove sfide.

YouTube, nuovo sistema rilevanza dei commenti e filtrati da Google+


YouTube ha da poco annunciato un importante aggiornamento nella gestione dei commenti ai video sul sito. Questa settimana la società di Mountain View sta eseguendo dei test su alcuni canali del famoso servizio di condivisione video, in modo tale da gestire i commenti attraverso il social network Google Plus. Non solo, questi commenti verranno raggruppati in maniera particolare. 

Sarà possibile leggere i commenti di persone inserite nelle cerchie di Google+, oppure quelli più popolari. L'intento è quello di dare maggior visibilità ai commenti delle persone che si conoscono. Inoltre, YouTube ha in cantiere un sistema che permetterà la rimozione dei commenti volgari, offensivi o diffamatori, garantendo anche nuovi strumenti per il blocco degli account che violano le regole.

I tecnici di YouTube affermano che la gran parte degli utenti che postano commenti sul sito hanno già collegato il loro account ad un profilo Google+, in tal modo sarà più semplice il passaggio al nuovo sistema. "Molte delle conversazioni che avvengono su YouTube sono evitabili e non costruttive. Presto i commenti diventeranno più interessanti", si legge in un post sul blog ufficiale di YouTube.


"Nei prossimi mesi sarà più semplice vedere quelli delle persone delle proprie cerchie e poi tutti gli altri, mentre nuove opzioni aiuteranno i creatori di video a monitorare, analizzare e moderare meglio i commenti ai propri filmati". YouTube integrerà il nuovo sistema di commenti in Google+, dunque per lasciare un commento bisognerà aprire un profilo sul social network.

YouTube utilizzerà Google+ anche per la personalire l'ordine dei video suggeriti all'utente in base agli amici e ai commenti a cui partecipa maggiormente. "Stiamo passando dai commenti alle conversazioni reali", ha affermato Nundu Janakiram, product manager di YouTube. L'anonimato sarà comunque garantito grazie alle conversazioni private o la possibilità di usare gli pseudonimi.

Per ora, l'aggiornamento dei commenti includerà uno strumento che bloccherà determinati termini, in modo da ridurre anche alcuni dei peggiori commenti visualizzati sul sito. YouTube prevede di stendere un aggiornamento per le pagine dei video nei prossimi mesi. Chi non utilizza un profilo Google+ o una pagina su YouTube,  può registrarsi qui o visitare il sito qui per saperne di più.


Via: YouTube

martedì 24 settembre 2013

Macchianera Awards, Ansa.it premiato migliore sito italiano di news


Ansa.it è stato votato dagli utenti della rete come miglior sito di news al "Macchianera Award". Il premio è stato consegnato ai rappresentanti dell'agenzia di stampa, diretta da Luigi Contu, alla cerimonia che si è svolta al Blogfest, il festival dei protagonisti del web, al Teatro Novelli di Rimini. Nel gradimento dei votanti, il sito dell'ANSA ha raccolto il 20% dei voti (oltre 10mila su circa 51mila espressi), superando quello del Fattoquotidiano (17%) e di Repubblica (13%).

Microsoft presenta tablet Surface 2, Surface Pro 2 e nuovi accessori


Microsoft Corp. ha annunciato oggi i nuovi prodotti della famiglia di tablet Microsoft Surface. I due nuovi modelli Surface - Surface 2 e Surface Pro 2 - insieme a una serie ancora più ampia di nuovi accessori sono disponibili presso i rivenditori Microsoft e sul sito http://www.MicrosoftStore.com a partire dal 22 ottobre. Inizialmente saranno disponibili in 22 mercati - che comprendono Australia, Austria, Belgio, Canada, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Hong Kong, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti - e verranno distribuiti in Cina all'inizio di novembre. 

Nei prossimi mesi verranno annunciati mercati aggiuntivi. I consumatori possono pre-ordinare Surface 2 e Surface Pro 2 a partire dalle ore 14:00 CET del 24 settembre 2013 tramite il sito http://www.MicrosoftStore.com. Per consentire ai consumatori di ottenere il massimo da Surface 2 e Surface Pro 2, i clienti che acquistano uno dei due dispositivi riceveranno in omaggio chiamate Skype gratuite per un anno verso i telefoni fissi in più di 60 Paesi, Skype WiFi illimitato per un anno su Surface 2 o Surface Pro 2 in più di 2 milioni di hotspot in tutto il mondo e 200 GB di spazio di archiviazione gratuito su SkyDrive per due anni. 



Surface 2
Surface 2 è il tablet ideale per l’utilizzo personale. Offre tutte le funzionalità di intrattenimento e di gioco che l'utente si aspetta da un tablet, oltre alla possibilità di svolgere attività lavorative. Surface 2 è basato su un processore NVIDIA Tegra 4, per garantire maggior velocità e fluidità nell'esecuzione delle app, nonché una durata della batteria prolungata fino a 10 ore nella riproduzione di video. Il display HD ClearType da 10,6 pollici offre un rendering video da 1080p per una visione ottimale di programmi e film, la porta USB di dimensioni standard è stata aggiornata alla versione USB 3.0 per garantire trasferimenti di file fino a quattro volte più veloci. 

È stata inoltre aumentata fino a 3,5 megapixel la risoluzione della fotocamera anteriore e fino a 5 megapixel la risoluzione della fotocamera posteriore, entrambe in grado di catturare video con risoluzione 1080p e offrono prestazioni migliorate in ambienti scarsamente illuminati, così che le conversazioni con i contatti preferiti saranno ora ancora più nitide e chiare. Oltre a queste migliorie, Surface 2 è leggermente più sottile e leggero del suo predecessore. Surface 2 viene fornito con Windows RT 8.1 e con miglioramenti in aree chiave quali personalizzazione, ricerca, multitasking, app native, esperienza Windows Store e connettività cloud. 

L'utente avrà inoltre a disposizione il nuovo Xbox Music per riprodurre in streaming milioni di brani musicali gratuitamente, un'app Video aggiornata e giochi entusiasmanti disponibili su Windows Store come Halo: Spartan Assault, per un divertimento senza sosta. Per le attività di lavoro, Surface 2 offre una versione di Microsoft Office 2013 RT precaricata che include Outlook RT. Per iniziare a lavorare è sufficiente fare clic su una cover Touch o con tasti. Surface 2 è disponibile nella configurazione da 32 GB e da 64 GB1 a partire da 439 Euro.  


Surface Pro 2
Surface Pro 2 è il successore di Surface Pro e si può considerare un vero e proprio dispositivo sostitutivo del computer portatile, in grado di eseguire qualsiasi prodotto software Windows, inclusa l'intera famiglia di prodotti Microsoft Office2, oltre alle app del Windows Store. Surface Pro 2 offre la portabilità e la semplicità di un tablet e al tempo stesso - quando necessario - la potenza e la flessibilità di un computer portatile. Il processore Intel Core i5 di quarta generazione, combinato con altri miglioramenti, garantisce prestazioni elevate e fino al 60% in più di durata della batteria rispetto a Surface Pro. 

Surface Pro 2 è più veloce del 95% dei laptop sul mercato. Uno dei suoi punti di forza è la fotocamera Red Dragon, in grado di fornire dati raw da 6K. L'accuratezza dei colori sul Pro 2 è stata ottimizzata del 46%. L’output della risoluzione display arriva a 3,840×2,160 pixel. Surface Pro 2 sarà disponibile a partire da 889 Euro con configurazione da 64 GB e da 128 GB con 4 GB di RAM e con configurazione da 256 GB e da 512 GB con 8 GB di RAM. Specifiche complete dei prodotti sono disponibili all'indirizzo http://www.Surface.com/pre-order.com


Nuovi accessori
L'annuncio di oggi riguarda anche sette nuovi accessori che renderanno Surface ancora più flessibile, mobile e produttivo:

Cover Touch 2. Più sottile e leggera della prima Cover Touch, con uno spessore di soli 2,75 mm, Cover Touch 2 è dotata di tasti retroilluminati per una leggibilità ancora migliore. Cover Touch 2 è più rigida, registra la pressione dei tasti con maggiore precisione e presenta sensori aggiornati che supportano una grande varietà di gesti lungo tutta la tastiera. Il prezzo al pubblico suggerito della Cover Touch 2 è di 119,99 Euro. Sarà disponibile per il pre-ordine il 24 settembre.

Type Cover 2. La Type Cover 2 presenta lo stesso design sottilissimo e leggero di quella originale, ma ora è retroilluminata e sarà disponibile nei colori viola e nero al lancio, mentre ciano e magenta nei prossimi mesi. È anche più rigida, offrendo un'esperienza di digitazione migliore se tenuta sulle gambe, ed è progettata per essere molto più silenziosa durante la battitura dei tasti. Il prezzo al pubblico suggerito della Type Cover 2 sarà di 129,99 Euro. Sarà disponibile per il pre-ordine il 24 settembre in tutti i mercati in cui lo sono anche i dispositivi Surface.3

Power Cover. La Power Cover offre la stessa, straordinaria esperienza di digitazione della Type Cover, estendendo al contempo fino al 50% la durata della batteria di Surface 2, Surface Pro e Surface Pro 2, per consentire di utilizzare al massimo il dispositivo in ogni situazione. Il rilascio è previsto per l'inizio del 2014.


Docking Station per Surface Pro. La Docking Station per Surface Pro consente di collegare rapidamente Surface Pro e Surface Pro 2 alle periferiche per PC desktop in un solo passaggio, trasformando in un attimo i dispositivi da portatili a desktop. Mentre Surface Pro o Surface Pro 2 sono nella docking station, è possibile collegarli a un monitor esterno, alla Ethernet, agli altoparlanti e all'alimentazione. È possibile collegare le periferiche PC tramite una porta USB 3.0 e tre porte USB 2.0. Il rilascio è previsto per l'inizio del 2014.

Caricatore per auto con USB. Il caricatore per auto può essere collegato all'accendisigari della maggio parte delle auto e consente di caricare Surface senza bisogno di un ulteriore adattatore. È dotato anche di una porta USB per consentire di caricare contemporaneamente un telefono o un altro dispositivo. Il rilascio è previsto per l'inizio del 2014.

Arc Touch Mouse Surface Edition. Questo Arc Touch Mouse in edizione speciale è stato modificato per abbinarsi al look di Surface. Come gli altri mouse Arc Touch, è progettato per garantire la massima comodità e si appiattisce a beneficio della portabilità. Si connette tramite Bluetooth 3.0, liberando la porta USB del Surface per altri dispositivi. L'inizio della distribuzione in Italia è previsto per i prossimi mesi. Ulteriori informazioni su Surface sono disponibili all'indirizzo http://www.Surface.com



Fonte: Microsoft
Foto: Microsoft

Telefonica controllerà Telecom, dettagli dell'accordo con soci italiani


Telefonica sottoscriverà in data odierna un aumento di capitale sociale di Telco, per complessivi 324 milioni, a 1,09 euro per azione. Lo scrivono in una nota congiunta gli azionisti di Telco, Mediobanca, Generali e Intesa San Paolo, dove comunicano di aver concluso con gli spagnoli un "accordo modificativo del patto parasociale relativo a Telco". La compagnia iberica, dopo l'aumento di capitale, salirà al 66% di Telco diventandone il primo azionista. 

In Telco, la scatola che controlla il 22,44% di Telecom, la partecipazione di Generali scende al 19,32% dal 30,6 mentre quella di Intesa San Paolo e di Mediobanca al 7,34 dall'11,6%. "Telco - riferisce la nota - utilizzerà gli importi derivanti dall'aumento di capitale per rimborsare, immediatamente e fino a concorrenza, l'indebitamento bancario in scadenza a novembre 2013". Telefonica ha anche assunto l'impegno di sottoscrivere un ulteriore aumento di capitale, per 117 milioni, arrivando al 70%. 

A seguito dell'operazione, che sarà subordinata all'ottenimento da parte di Telefonica di tutte le autorizzazioni regolamentari e antitrust, la partecipazione in Telco salirà "senza alcuna modifica nei diritti di governance". Inoltre, dal 1° gennaio 2014, Telefonica avrà l'opzione di acquistare tutte le azioni dei soci italiani, ad un prezzo determinato valorizzando la partecipazione di Telco in Telecom Italia al maggiore tra euro 1,1 e il prezzo di mercato delle azioni al momento dell'esercizio dell'Opzione Call

Anche in questo caso, "l'esercizio dell'opzione sarà soggetto all'ottenimento da parte di Telefonica di tutte le autorizzazioni regolamentari e antitrust". In caso di esercizio dell'opzione, Telefonica - prosegue la nota - sarà obbligata ad acquistare, a valore nominale, anche tutte le quote residue del prestito obbligazionario emesso da Telco, detenute dai soci italiani a fronte del pagamento di un corrispettivo composto per il 50% in contanti e per il restante 50%, a scelta di Telefonica, in contanti o in azioni di Telefonica. 

A quel punto, la possibilità di una scissione di Telco potrà essere richiesta durante una prima finestra tra il 15 e il 30 giugno 2014 e una seconda finestra tra l'1 e il 15 febbraio 2015. Lo hanno deciso, nel nuovo accordo, i soci di Telco (Telefonica, Mediobanca, Intesa Sp e Generali): "Ciascun socio di Telco - si legge nella nota - mantiene la possibilità di vedersi attribuire le azioni di Telecom Italia, uscendo così dal patto parasociale, attraverso la scissione di Telco". 

Soddisfatto il ceo di Generali, Mario Greco, per aver "concluso questo accordo, in linea con i nostri obiettivi di rafforzamento patrimoniale, che ci permette di guardare con ottimismo alla distribuzione di un dividendo soddisfacente a fine anno". A seguito dell'operazione, Mediobanca riduce il prestito soci di pertinenza per 35 milioni (da 78 a 43 milioni), attraverso il concambio in azioni Telefonica e realizza un utile di circa 60 milioni, registrato nel primo trimestre 2013-2014. 

Per il presidente del Consiglio di Gestione di Intesa San Paolo, Gian Maria Gros-Pietro, "Telecom Italia, come tutte le società che hanno un contenuto reale, può trarre giovamento dalla presenza rafforzata di un operatore internazionale tra i primi al mondo". Da parte sua il presidente di Telecom, Franco Bernabè, entrando al Consiglio direttivo di Assonime, precisa che "l'operazione non riguarda Telecom ma solo Telco. Telecom non è diventata spagnola, solo Telco ha avuto un cambiamento azionario".



Fonte: Adnkronos

lunedì 23 settembre 2013

AVG Technologies presenta le nuove soluzioni 2014 per la protezione


Avangate Italia al fianco di AVG Technologies, primaria azienda nella produzione di software per la sicurezza Internet e mobile, annuncia l'uscita della nuova suite di prodotti 2014 dedicata al mercato consumer. Questi software sono stati potenziati rispetto alla versione precedente in modo da avere una maggiore privacy, migliore protezione ed elevate prestazioni, il tutto con un’interfaccia utente semplificata. 

Non meno importante è anche l’opportunità riguardante la fornitura di una vera soluzione multi-device e multi-piattaforma per i clienti, che sono sempre più mobile e connessi. In questa suite 2014 sono state inserite delle novità a livello di caratteristiche e funzionalità come AVG PrivacyFix, che agevola l’utente nella gestione delle impostazioni sulla privacy on-line. Lo strumento consente un monitoraggio globale sia su siti web specifici, sia sui principali social network oltre a Google, grazie a un pannello di controllo centrale. 

AVG PrivacyFix è ora disponibile come applicazione per dispositivi Android e iOS. Un'altra nuova caratteristica disponibile in tutte le edizioni di AVG è File Shredder. File Shredder consente di distruggere completamente i file in modo da non essere recuperabili da ladri o coloro che potrebbero ereditare il PC in futuro. Nelle edizioni premium di AVG, Data Safe consente di crittografare i file sensibili in unità virtuali per la protezione contro gli occhi indiscreti o ladri di dati.


Le novità riguardano anche l'ottimizzazione del processo di download per il pacchetto di setup dei software rendendo facile e veloce la fase d’installazione da parte dell’utente. Punto di forza di AVG 2014, che comprende sempre le soluzioni Antivirus e Internert Security, è: PC TuneUp. Protezione che controlla automaticamente le performance del PC garantendone la massima efficacia con meno crash e maggior velocità di sistema.

AVG PC TuneUp 2014 è stato rivisto anche nella grafica con una dashboard migliorata oltre a tool dedicati alla riduzione dello spazio utilizzato sul disco rigido e di estendere ulteriormente la durata della batteria del PC grazie a: Duplicate Finder, Disk Cleaner, Cleaner Browser e Flight Mode. I clienti di TuneUp Utilities, possono eseguire l'aggiornamento al nuovo AVG PC TuneUp 2014 per ottenere uno sconto speciale destinato agli utenti esistenti. 

AVG ha anche aggiornato la sua applicazione mobile antivirus. Ora supporta il monitoraggio della fotocamera ed aggiunge anche la protezione della carta SIM, quindi un ladro non può sostituire la SIM e prendere in consegna il dispositivo. Sono inclusi: Scansione App, Scansione File, Scansione Impostazioni, Navigazione Internet sicura. Andrea Orsucci, Direttore Tecnico di Avangate Italia sottolinea: 

"Il lancio della gamma consumer di AVG 2014 (Antivirus, Internet Security, PC TuneUP e Mobile) mostra la rapida convergenza impressa da AVG Technologies alle proprie offerte e sottolinea ancora una volta la semplicità e l'immediatezza di un approccio completo e ricco, basato sui fondamentali concetti di Protezione, Privacy, Prestazioni e Supporto, tutti campi in cui il nostro valore aggiunto è importante e storicamente riconosciuto."


Via: Garoo
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...