sabato 21 dicembre 2013

Google Doodle festeggia solstizio d'inverno, notte più lunga dell'anno


Doodle di Google odierno con sciarpa e guanti per il primo giorno d'inverno. Se lo scorso 21 giugno Google aveva realizzato un simpatico Doodle animato in versione balneare, con cinque bagnanti con tanto di cuffia, maschera e tubo, che venivano sommersi da un'onda, per il solstizio d'inverno, che cade appunto il 21 dicembre, il logotipo (un'immagine gif animata) raffigura una persona che fa guanti e sciarpa con i ferri a maglia.

Stanotte è la più lunga dell'anno nell'emisfero boreale. Alle 17,11 sul meridiano di Greenwich, le 18,11 in Italia, il piano dell'equatore celeste e quello dell'eclittica (il percorso apparente del Sole nel cielo) saranno alla massima distanza. Nel nostro emisfero ciò equivale alla minima altezza annuale del Sole nel cielo, con un allungamento delle ore di buio: ma per i più ottimisti inizia la lunga risalita verso la luce della stagione "buona". 


Il solstizio d'inverno è un fenomeno astronomico che, per l'emisfero settentrionale si verifica nel mese di dicembre e che, per l'emisfero meridionale si verifica nel mese di giugno. Per l'emisfero nord , il momento del solstizio d'inverno è quando l'elevazione del sole rispetto al Polo Nord è al suo valore più negativo dal dicembre precedente (l'elevazione rispetto al Polo Sud è al suo massimo dal dicembre precedente).



In questo periodo il Sole resta sul Polo Sud per 6 mesi sopra l'orizzonte, dando luogo al famoso fenomeno del Sole di mezzanotte. Il termine solstizio d'inverno deriva dal latino solstitium, che significa letteralmente "sole fermo". Il Sole nel giorno del solstizio d'inverno percorre la sua traiettoria più bassa. E' proprio in questo momento in cui l'astro proietta la sua ombra più lunga, e regala l'entrata dell'inverno astronomico.

In ogni parte del mondo l'arrivo del solstizio d'inverno viene festeggiato in modi differenti. Gli antichi consideravano questo passaggio come magico e drammatico e tutte le culture fin dall'antichità festeggiavano questo evento con fuochi e candele per illuminare la notte, invitando il Sole a tornare a splendere. Dopo il solstizio d'inverno, le giornate cominciano ad allungarsi e, di conseguenza, le notti risultano più brevi. 


Fonti varie

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...