giovedì 24 ottobre 2013

Sicurezza, il Commissariato online si rinnova e approda su Facebook


Un portale al passo coi tempi, dei social network e delle nuove generazioni. In grado di ottenere risposte immediate, in tempo reale, per evitare di cadere nelle tante trappole della rete internet. Queste le finalità del nuovo commissariato di polizia online il cui "nastro" è stato tagliato, sempre telematicamente, ieri mattina dal ministro dell'Interno Angelino Alfano, alla presenza del capo della Polizia Alessandro Pansa durante una cerimonia che si è svolta presso il Polo Tuscolano di Roma. 

Il nuovo commissariato di Ps online (www.commissariatodips.it), gestito dalla polizia postale e delle comunicazioni, si avvale di investigatori, tecnici ed esperti, con 10 postazioni di lavoro per 24 ore al giorno, che garantiranno un servizio su materie giuridiche e sociali. Tra le novità anche l'istituzione dell'innovativa pagina Facebook (http://on.fb.me/16xaZ53) dove verranno "postate" tutte le iniziative della Polizia Postale e gli eventuali allarmi di frodi di nuova generazione.

Il nuovo commissariato online sarà raggiungibile su tutto il territorio nazionale attraverso 20 compartimenti e 80 sezioni della specialità, con un punto di contatto. Il portale del "Commissariato di P.S. online" è un punto di riferimento ove trovare informazioni, consigli, suggerimenti di carattere generale, scaricare modulistica e presentare denunce. Un lavoro intenso e prezioso, quello già svolto dal commissariato online, che al 30 settembre di quest'anno ha visto dare risposte a oltre 10 mila richieste ricevendo oltre 9.600 segnalazioni e quasi 4.500 denunce.


A ribadire l'importanza di questa nuova struttura telematica, il capo della Polizia Alessandro Pansa che ha sottolineato, parlando di contrasto al cybercrime, come di un ''settore complesso, articolato e in continua evoluzione nel quale si accumulano di continuo, nuove problematiche''. Secondo il prefetto Pansa, inoltre, quello del cybercrime è un ''settore spesso sconosciuto ma che trova giusta risposta in una realtà come quella, appunto, del commissariato online''.

Il ministro dell'Interno Angelino Alfano nel suo intervento conclusivo ha voluto ricordare, che "la criminalità informatica non ha barriere d'accesso nè frontiere e la polizia è la forza del bene che oggi si contrappone alla forza del male anche dalle postazioni informatiche, con la creazione del portale del nuovo Commissariato online". Vi è una nuova frontiera della polizia di prossimità, dopo il poliziotto di quartiere: oggi c'è il poliziotto informatico, che risponde al clic del cittadino al computer". 

A illustrare le novità del portale era stato, poco prima, il direttore delle Specialità della polizia Santi Giuffrè, definendo il Commissariato "una storia di successo" e spiegando come attualmente sia diviso in tre sezioni: quella dedicata alle informazioni, quella riservata alle domande e quella per inviare segnalazioni e denunce. Come per il prefetto Pansa anche per il dirigente della polizia postale, Antonio Apruzzese, "il web e' una piazza virtuale del Commissariato Online rappresenta la presenza fisica della polizia in questo ambiente virtuale, sempre operativa e pronta a dare una risposta di sicurezza all'utenza".


Fonte: Polizia di Stato
Foto archivio

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...