martedì 22 ottobre 2013

Doodle Google per celebrare André-Jacques Garnerin e il paracadute


Era il 22 ottobre del 1797 e André-Jacques Garnerin, inventore e "aeronauta" francese, si lanciò con la sua mongolfiera trasformata in paracadute da 900 metri. Fu il primo lancio di un uomo con un paracadute. E oggi Google lo celebra con un Doodle animato con cui si può giocare dirigendo l'atterraggio del "piccolo" inventore. Il gioco di oggi consiste nel guidare il paracadute attaccato alla cesta di vimini su cui si trova il pupazzo che impersona Garnerin con le frecce oppure inclinando il proprio smartphone o tablet. 

L'obiettivo è atterrare sani e salvi: le mete possono essere la cima di una montagna, un castello medievale, in mare, o ancora sul dorso di un elefante. L’accrocchio di seta, privo di stecche ma dotato di un palo rigido centrale che lo faceva sembrare un grosso ombrello, era collegato ad una mongolfiera, macchina volante di cui Garnerin era pilota esperto. Ad un’altezza di circa 900 metri l’aeronauta distaccò il pallone della mongolfiera, lasciandosi precipitare mentre il paracadute si apriva, gonfiato dall’aria. 


Al momento del lancio, che avvenne al Parc Monceau di Parigi, la cesta oscillò parecchio, trascinata dal vento e l'atterraggio fu abbastanza rischioso, ma André rimase illeso. A distanza di un anno Garnerin rilanciò la sfida annunciando di voler fare il primo giro in mongolfiera con una donna. L'annuncio creò subito scalpore, da un lato perchè c'era la falsa credenza che il corpo della donna fosse più debole e non potesse reggere la pressione, dall'altro per le implicazioni morali di un uomo e una donna così vicini in pubblico. 

Il volo con Citoyenne Henri, sempre da Parc Monceau, si svolse senza intoppi. Sono trascorsi ben 216 anni da allora e celebrando l’evento viene in mente Felix Baumgartner che un anno fa, il 14 ottobre 2012, riuscì nella sua impresa record lanciandosi da 39.000 metri slm arrivando a terra dopo avere superato la barriera del suono. Un risultato divenuto oggetto di studi anche da parte della Nasa per approfondire le potenzialità del corpo umano nello spazio. Al Parc Monceau una targa per il primo paracadutista al mondo.



Via: Google
Foto: Flickr

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...