venerdì 27 settembre 2013

Facebook aggiorna deposito di brevetto relativo a Real-Time Search


Facebook ha presentato inizialmente una istanza di brevetto nel mese di Aprile denominato "Real Time Content Searching In Social Network" (Ricerca in Tempo Reale dei Contenuti nel Social Network), e la società ha aggiornato il deposito giovedì della settimana scorsa, con il brevetto ancora pendente. Searchblog ha riportato l'aggiornamento del brevetto, dicendo che esso copre un metodo per la ricezione, l'identificazione, e indicizzazione dei post da parte degli utenti di Facebook. 

Il social network ha lanciato un gruppo di ricerca per capire meglio il comportamento dei membri. La tecnologia determina un identificatore associato all'utente, un post identificatore associato al post, e un termine identificatore associato ad un termine nel post. Si seleziona quindi una parte di un indice user-term associato con l'identificatore dall'utente tra diversi partizioni dell'indice user-term. Nell'abstract del brevetto aggiornato e depositato presso l'US Patent and Trademark Office, si legge: 

"L'indicizzazione e il recupero di contenuti in tempo reale in un sistema di social-networking sono divulgati. Un indice dell'user-term include partizioni user-term, ogni partizione user-term che comprende database temporali. Appena un post viene ricevuto da un utente, un ID utente, un identifier post ed un post vengono estratti. Un object store comunicativamente accoppiato a un database temporale per i contenuti recentemente ricevuti viene interrogato per verificare se i termini nel post sono già stati memorizzati". 

"Un term identifier viene memorizzato nell'indice dell'user-term con l'utente e i post identificatori. Un indice avanzato memorizza il post del post identificatore. Rispondendo a una query di ricerca, l'indice user-term viene cercato dalle connessioni degli utenti e dei termini. Un motore di ricerca in tempo reale compila i risultati dell'indice query dell'user-term e recupera i post memorizzati dall'indice avanzato. I risultati della ricerca potrebbero quindi essere classificati e memorizzati nella cache prima della presentazione al searching user". 

Al momento che la query viene elaborata, le connessioni degli utenti di Facebook sono identificati in base al profilo della persona che effettua la ricerca. "La ricerca o i risultati della ricerca possono essere filtrati per mostrare solo i risultati relativi a una particolare connessione o un gruppo di connessioni. Un motore di ricerca in tempo reale compila i post identificatori dei post corrispondenti nell'indice user-term index query e utilizza i post identificatori per accedere all'indice avanzato e ottenere le posizioni di archiviazione negli object store per i post".


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...