giovedì 29 agosto 2013

Facebook testa sistema di pagamento per semplificare acquisti mobili


Facebook prevede di testare un nuovo prodotto pagamenti che permetterebbe ad acquirenti online di fare acquisti tramite applicazioni mobili utilizzando le informazioni di accesso a Facebook, secondo fonti vicine con i piani della società. Il prodotto, riferiscono le fonti, permetterebbe ad ogni acquirente che ha già fornito Facebook con i propri dati della carta di credito per fare acquisti su partnership applicazioni di e-commerce telefoni senza inserire i dati di fatturazione.

Facebook ha confermato il test ad AllThingsD, che prevede di lanciare nel prossimo mese o giù di lì. JackThreads, un sito di shopping flash-sale per i giovani, è il partner pilota. L'azienda ha una forte relazione con Facebook, vede una buona fetta delle entrate venire attraverso gli acquisti di telefonia mobile e può anche avere una dignitosa sovrapposizione demografica con un particolare segmento di utenti - giocatori di Facebook, che fornirebbe il social network con le informazioni della carta di credito.

Sarà interessante vedere se Fab, un altro stretto partner di Facebook, farà altrettanto. Il nuovo prodotto, se lanciato ampiamente oltre l'attuale piccola fase di sperimentazione,  potrebbe mettersi in concorrenza con i pagamenti digitali del gigante PayPal su dispositivi mobili. Potrebbe anche competere con i servizi di Google, Amazon e una serie di start-up, come Braintree, Stripe e Klarna, tutti up-and-coming che stanno lavorando, in un modo o nell'altro, per rendere più facile realizzare acquisti sui telefoni cellulari. 

Se ampliato a più partner, il prodotto potrebbe potenzialmente dare a Facebook anche uno sguardo acuto sulle abitudini di acquisto e preferenze degli utenti della società, una serie lucrativa di dati da raccogliere per il più grande social network del mondo. Facebook permette già di associare al proprio profilo una carta di credito, che però per il momento il sistema viene utilizzato unicamente nei pagamenti previsti dalle applicazioni o dai giochi di Facebook, come Farmville e Gifts.  

"Le carte di credito registrate su Facebook potrebbero essere qualche milione, un numero molto basso in relazione a più di un miliardo di utenti attivi", ha detto Sucharita Mulpuru , una analista di vendita al dettaglio di Forrester Research, dopo che AllThingsD l'ha messa al corrente dei piani di Facebook. "Nessuno si fida dei social network in fatto di informazioni finanziarie, e specialmente di Facebook", ha aggiunto. Facebook ha dimostrato di non proteggere i dati personali degli utenti da eventuali hack.

Questa non è la prima volta Facebook cerca di posizionarsi all'interno del settore del commercio elettronico. L'azienda ha lanciato la sua iniziativa i crediti a metà del 2009, essenzialmente un tentativo di creare un'altra forma di moneta virtuale per gli utenti di acquistare oggetti tramite la piattaforma Facebook. Ma l'esperimento è stato demolito nell'estate dello scorso anno. È stato stimato che nell’ultimo trimestre Facebook ha avuto ricavi collegati ai pagamenti online e alle relative tassazioni per circa 214 milioni di dollari.

Via: AllThings

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...