venerdì 28 giugno 2013

Accordo Microsoft-Oracle per software su Hyper-V e Windows Azure


Come concorrenti di lunga data, partner e leader del settore, Microsoft e Oracle hanno lavorato con i clienti aziendali per soddisfare le esigenze di business e tecnologia per oltre 20 anni. Molti clienti si affidano all'infrastruttura di Microsoft per eseguire la mission-critical software di Oracle e da oltre un decennio. Oggi,  le due società stanno insieme estendendo la loro attività a copertura del cloud privato e cloud pubblico attraverso un nuovo partenariato strategico tra Microsoft e Oracle. 

L'intesa è stata annunciata in una conference call dal Ceo di Microsoft Steve Ballmer e dal presidente di Oracle Mark Hurd. Questa partnership aiuterà i clienti che abbracciano il cloud computing per migliorare la flessibilità e la possibilità di scelta ma anche per preservare il supporto di prima classe che richiedono questi carichi di lavoro. Come parte di questa partnership Oracle certificherà e supporterà il software Oracle su Windows Server Hyper-V e Windows Azure.


Ciò significa che i clienti che hanno a lungo goduto della possibilità di eseguire il software Oracle su Windows Server possono eseguire lo stesso software su Windows Server Hyper-V o in Windows Azure e sfruttare la piattaforma di virtualizzazione di classe enterprise e cloud pubblico. I clienti Oracle beneficiano anche della possibilità di eseguire le proprie licenze software Oracle in Windows Azure con nuova mobilità delle licenze. L'obiettivo di Oracle è quello  di "recuperare" terreno nel mercato cloud.

I clienti possono godere del sostegno e dei benefici della mobilità della licenza, a partire da oggi. Nel prossimo futuro, Microsoft aggiungerà istanze Infrastructure Services con le versioni preconfigurate di Oracle Database e Oracle WebLogic Server per i clienti che non dispongono di licenze Oracle. Inoltre, Oracle permetterà ai clienti di ottenere e lanciare immagini Oracle Linux su Windows Azure. Oracle ha anche siglato con Salesforce.com una partnership della durata di 9 anni.


Microsoft e Oracle lavoreranno insieme anche per aggiungere una regolare licenza, e supportare pienamente Java in Windows Azure - migliorare la flessibilità e possibilità di scelta per milioni di sviluppatori Java e le loro applicazioni. Windows Azure è, e continuerà ad essere, impegnata nel sostenere linguaggi di sviluppo open source e dei frameworks.  Il database di Oracle, che verrà aggiornato entro la fine dell'anno come una nuova versione chiamata 12c, compete con il proprio SQL Server di Microsoft. 

Le aziende che utilizzano il servizio cloud di Microsoft Azure, che consente alle aziende di costruire e gestire programmi on-line, saranno in grado di mettere le informazioni nel database di Oracle. Come parte integrante dell'accordo, Microsoft andrà anche a proporre applicazioni e middleware di Oracle ai propri clienti Azure e potrà mettere a disposizione degli stessi il sistema operativo Oracle Linux. Le due società hanno una lunga storia di competizione che risale agli albori dei personal computer negli anni '70.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...