mercoledì 1 maggio 2013

Nuovo Google Doodle celebrativo dedicato alla Festa del lavoro 2013


Anche Google celebra, con un suo Doodle, la Festa del lavoro. Ogni lettera ricorda una tipologia di lavoro: dal giardiniere all'imbianchino, passando per l'idraulico con in mano una chiave inglese e un'impiegata davanti a un computer. Scorrendo il mouse sul Doodle di Google si legge "Festa del lavoro" e cliccando su di esso si ottengono i risultati della chiave di ricerca "festa del lavoro". La Festa del lavoro intende ricordare l'impegno del movimento sindacale ed i traguardi raggiunti in campo economico e sociale dai lavoratori.

L'origine della festa risale ad una manifestazione organizzata negli Stati Uniti dai Cavalieri del lavoro (Knights of Labor, associazione fondata nel 1869) a New York il 5 settembre 1882. Due anni dopo, nel 1884, in un'analoga manifestazione i Cavalieri del lavoro approvarono una risoluzione affinché l'evento avesse una cadenza annuale. Altre organizzazioni sindacali affiliate all'Internazionale dei lavoratori - vicine ai movimenti socialisti ed anarchici - suggerirono come data della festività il primo maggio (anche festa di S.Giuseppe lavoratore).

Nel 1947 la ricorrenza in Italia venne funestata a Portella della Ginestra (PA), quando la banda di Salvatore Giuliano sparò su un corteo di circa duemila lavoratori in festa, uccidendone undici e ferendone una cinquantina. Dal 1990 i sindacati confederali CGIL, CISL e UIL, in collaborazione con il comune di Roma, organizzano un grande concerto per celebrare il primo maggio, rivolto soprattutto ai giovani: si tiene in piazza San Giovanni, dal pomeriggio a notte, con la partecipazione di molti gruppi musicali e cantanti.

Oggi, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricordato come "In Italia c'è stata negli ultimi anni una drammatica perdita di posti di lavoro. La disoccupazione colpisce un gran numero di famiglie. Sono quasi un milione i nuclei famigliari in cui nessun individuo in età lavorativa ha un'occupazione. In cinque anni la cifra è più che raddoppiata e oltre la metà di queste famiglie si trova al Sud. In tale difficile situazione aumenta l'emigrazione, soprattutto di giovani italiani con alti livelli di istruzione che cercano e trovano lavoro all'estero".

"Bisogna arginare rapidamente questa situazione di emergenza  - ha proseguito il Presidente Napolitano - e occorre al contempo impostare le riforme di sistema necessarie per contrastare il declino, per tornare a crescere durevolmente. Al fine di conseguire questi obiettivi è indispensabile il concorso di tutte le forze sociali e politiche, delle forze parlamentari di maggioranza e di opposizione. E' in particolar modo necessaria una cooperazione forte e fattiva tra mondo imprenditoriale e sindacati". Per tutti gli eventi in programma in questa giornata, basterà cliccare proprio sul Doodle odierno.

Fonte: Wikipedia
Via: Quirinale

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...