giovedì 21 marzo 2013

Asteroide in rotta verso Terra? Per esperto NASA si può solo pregare


L'anno scorso, nel tentativo di affrontare i miti che circondavano la convinzione che il mondo sarebbe finito il 21 dicembre, la Nasa ha creato un sito web per sfatare le teorie sulle Profezie dei Maya, ed ha rilasciato anche un video che spiega perché Armageddon non fosse imminente. Charles Bolden, capo della Nasa è un pò meno rassicurante, invece, alla domanda di questa settimana per un consiglio su come gestire un grande asteroide diretto verso New York City. Il suo esplicito suggerimento è stato: "Pregate".

Bolden ha dato il suo consiglio ai legislatori ad una audizione della US House of Representatives Science Committee martedì scorso, dicendo che non vi sono informazioni su un asteroide che possa minacciare gli Stati Uniti o qualsiasi altra parte, ma se in rotta di collisione con la Terra l'unica cosa da fare è offrire una preghiera. Il mese scorso un asteroide, che si stima essere stato di circa 55 piedi (17 metri) di diametro è esploso a Chelyabinsk, in Russia, generando onde d'urto che hanno distrutto finestre e danneggiato edifici.

La meteora imprevista esplosa sopra la Russia, rilasciando l'equivalente di circa 30 volte l'energia esplosiva di una bomba atomica, ha causato il ferimento di 1.200. Fino a quando non è entrato nella nostra atmosfera, la meteora russa è rimasta completamente inosservata. Lo stesso giorno un asteroide, che è stato scoperto dagli scienziati lo scorso anno, è passato circa 17200 miglia (27681 km) dalla Terra, più vicino di quanto previsto dalla rete di satelliti televisivi che circondano il pianeta. Il 9 marzo scorso, l'asteroide 2013ET è stato l'ultimo in ordine di tempo a passare nelle vicinanze della Terra.



L'udienza ha fornito una descrizione dei piani del governo degli Stati Uniti e dei programmi per monitorare, classificare e ridurre la minaccia dei Near Earth Objects (NEO). "Siamo stati fortunati che gli eventi del mese scorso erano semplicemente una coincidenza interessante, piuttosto che una catastrofe", ha detto Bolden alla commissione. Un rappresentante democratico del Texas, Eddie Bernice Johnson, ha detto all'udienza che gli eventi "servono come prova del fatto che viviamo in un sistema solare attivo con gli oggetti potenzialmente pericolosi che attraversano il nostro paese con sorprendente frequenza".

La Nasa sta monitorando circa il 95 per cento degli oggetti più grandi volanti nei pressi della Terra, quelli che sono 0,62 miglia (1 km) o più grandi di diametro. "Un asteroide di quelle dimensioni, un chilometro o più grande, potrebbe plausibilmente finire civiltà", ha detto il consigliere scientifico della Casa Bianca John Holdren ai legislatori nella stessa udienza. Ma solo il 10 per cento dei circa 10.000 potenziali asteroidi "city-killer", quelli con un diametro di circa 165 piedi (50 metri) sono stati trovati, Holdren ha aggiunto.

In media, gli oggetti di queste dimensioni sono stimati per colpire la Terra una volta ogni 1.000 anni circa. Una seconda audizione è prevista per aprile per affrontare le iniziative internazionali, settore privato commerciale e filantropiche per esaminare il cielo di asteroidi e comete. L'asteroide che è esploso sulla Russia il mese scorso è stato il più grande oggetto a colpire l'atmosfera terrestre dall'evento di Tunguska del 1908, quando un asteroide o una cometa è esplosa in Siberia, provocando il livellamento di 80.000.000 di alberi su più di 830 miglia quadrate (2.150 km²).


Fonte: Science House
Via: The Independent

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...