mercoledì 13 febbraio 2013

Spotify sbarca in Italia, ora la musica è in streaming anche da Mobile


E' sbarcato in Italia, in coincidenza con il festival di Sanremo, Spotify, il nuovo servizio di musica digitale in streaming che permette di ascoltare canzoni on demand, senza limiti. Lanciato nell'ottobre 2008 in Svezia, disponde di un catalogo di circa 20 milioni di brani fruibili in decine di paesi, dagli Stati Uniti all'Australia, dalla Nuova Zelanda all'Europa. La musica può essere visualizzata per artista, album, etichetta, genere o playlist così come grazie a ricerche dirette. 

A differenza degli store musicali di download tipo iTunes, le canzoni scelte non vengono scaricate, ma si ascoltano senza salvarle, come se si trattasse della fruizione via radio. L'unica differenza è che in questo caso non siamo sottoposti alla ricezione di un "flusso", ma possiamo selezionare i brani. Iscriversi è semplice: basterà andare sul sito ufficiale www.spotify.com, creare il proprio account e procedere al download. 

Un periodo di prova gratuito di sei mesi viene attivato al momento dell'accesso con un account Facebook, durante il quale l'utente può ascoltare una quantità illimitata di musica grazie alla pubblicità visiva e simil-radiofonica. Dopo questo periodo, Spotify ha un limite di ascolto di dieci ore al mese. L'abbonamento "Unlimited" rimuove la pubblicità e i limiti di tempo, mentre l'abbonamento "Premium" introduce ulteriori funzioni come lo streaming con maggiore bitrate (fino a 320kbps), l'accesso offline alla musica e le applicazioni mobili.

Per inaugurare il servizio in Italia si è deciso di mettere a disposizione sulla piattaforma contenuti in esclusiva streaming per alcuni degli artisti che prendono parte al Festival di Sanremo, al via ieri sera. Tra questi Chiara, Max Gazzè, Marta sui Tubi, Il Cile e Annalisa, Elio e le Storie Tese, Simone Cristicchi, Marco Mengoni, Almamegretta e altri ancora. Il direttore generale della Siae, Gaetano Blandini esprime, si legge in una nota della Siae "grande soddisfazione per questo lancio che allarga e diversifica la gamma dell'offerta musicale legale".

"Spotify, nelle versioni in abbonamento o gratuito con pubblicità è un servizio musicale leader in Europa ed ha fatto molto per avvicinare gli artisti al loro pubblico. Servizi come Spotify, che rendono disponibile la musica in ogni situazione, con semplicità di accesso e di uso, sono il migliore antidoto alla pirateria - sottolinea la Siae - che purtroppo continua a costituire, nel nostro Paese, una seria minaccia per il mondo della musica".

"L’attenzione della Siae per i servizi innovativi per la fruizione on-line della musica e degli altri contenuti protetti è testimoniata dall’impegno a salvaguardia del repertorio italiano. La SIAE lavora nella direzione indicata dalla Commissione Europea a supporto di licenze multiterritoriali e partecipa attivamente all’iniziativa 'Stakeholders Dialogue' avviata la settimana scorsa dai Commissari Barnier (Mercato Interno), Vassiliou (Cultura e Istruzione) e Kroes (Agenda Digitale) per le best practices nelle licenze transfrontaliere e la portabilità dei servizi.



Via: Adnkronos

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...