venerdì 1 febbraio 2013

F1: svelata la Ferrari F138, la nuova monoposto per il Mondiale 2013


Svelata a Maranello la nuova Ferrari F-138, la nuova vettura di Maranello che sarà guidata da Fernando Alonso e Felipe Massa nel mondiale di Formula 1 del 2013. Il nome della cinquantanovesima monoposto costruita a Maranello deriva dalla combinazione fra l anno di attività: il 2013 e il numero di cilindri del motore: 8, il cui utilizzo è giunto al termine. Il nome deriva dalla combinazione fra l’anno di attività e il numero di cilindri, anche per sottolineare la conclusione della carriera sportiva della motorizzazione V8, proprio alla sua ottava ed ultima stagione agonistica.

Dal 2014, infatti, con l'obiettivo di ridurre i costi, si tornerà al Turbo con motori a 6 cilindri.I test della nuova vettura, che è un'evoluzione di quella utilizzata nello scorso campionato, verranno svolti dal 5 all'8 febbraio 2013 a Jerez de la Frontera, in Spagna. Il progetto, - spiega la Ferrari - contraddistinto dalla sigla interna 664, è il primo frutto della riorganizzazione del metodo di lavoro operata negli scorsi mesi attraverso la creazione di due distinti gruppi di progettisti: uno che lavora su questa monoposto e l’altro su quella, completamente diversa, che correrà la prossima stagione.


Questa vettura costituisce l’interpretazione della Scuderia dei regolamenti tecnico e sportivo in vigore quest’anno, rimasti sostanzialmente invariati rispetto alla stagione passata. Pertanto, la F138 rappresenta un’evoluzione della F2012 per quanto riguarda i concetti fondamentali del progetto, anche se ogni sua parte è stata rivista al fine di massimizzare la prestazione, mantenendo intatte quelle caratteristiche che sono state alla base della straordinaria affidabilità avuta la scorsa stagione.

La filosofia progettuale dello schema delle sospensioni non è mutata, con la conferma della soluzione a tirante sia sull’anteriore sia sul posteriore: è stata invece estremizzata la sua realizzazione, al fine di sfruttarne la resa aerodinamica, in particolare per quella posteriore. Le forme della carrozzeria sono state ridisegnate per assecondare i cambiamenti nella posizione e nella conformazione degli scarichi. 


La presa d’aria dinamica posta sopra l’abitacolo è stata ridisegnata così come l’imboccatura delle fiancate, a loro volta ottimizzate sempre a scopi aerodinamici, pur mantenendo complessivamente immutato lo schema del sistema di raffreddamento. La parte posteriore della monoposto è molto più stretta e rastremata nella parte bassa. La configurazione delle ali anteriore e posteriore deriva direttamente dalle ultime versioni di quelle utilizzate sulla F2012, anche alla luce del fatto che lo sviluppo di quella monoposto è stato portato avanti fino all’ultima gara della scorsa stagione.

Peraltro, la veste aerodinamica con cui viene presentata la monoposto rappresenta soltanto la fase iniziale dello sviluppo: modifiche significative saranno introdotte nelle settimane che precedono la prima gara ed è già programmato un intenso programma di sviluppo. Il sistema di riduzione della resistenza all’avanzamento posto sull’ala posteriore è stato rivisto e ottimizzato per sfruttare nella maniera migliore le modifiche introdotte nel Regolamento Sportivo a partire da quest’anno.


Il motore della F138 è un’evoluzione di quello che equipaggiava la vettura dello scorso anno e non potrebbe essere altrimenti visto che il regolamento tecnico impone il divieto di modifiche degli organi interni rivolte ad aumentarne la prestazione. Per quanto riguarda l’elettronica, va segnalata l’introduzione con un congruo anticipo della centralina unica che verrà utilizzata nel 2014, il che ha comportato un intenso lavoro di integrazione e di controllo di tutte le funzionalità sia per quanto riguarda il software che l’hardware.

DATI TECNICI 
Autotelaio in materiale composito a nido d’ape con fibra di carbonio - Cambio longitudinale Ferrari - Differenziale autobloccante Comando semiautomatico sequenziale a controllo elettronico con cambiata veloce - Numero di marce 7 +Rm Freni a disco autoventilanti in carbonio Brembo -  Sospensioni indipendenti a tirante e molla di torsione anteriore/posteriore - Peso con acqua, olio e pilota 642 kg - Ruote OZ (anteriori e posteriori) 13” -  Motore Tipo 056 - Numero cilindri 8 Blocco cilindri in alluminio; fusione in sabbia V 90° - Numero di valvole 32 Distribuzione pneumatica Cilindrata totale 2398 cm3 - Alesaggio e pistoni 98 mm Peso > 95 kg  - Iniezione e accensione elettronica Benzina Shell V-Power Lubrificante Shell Helix Ultra.





Fonte: Ferrari
Via: TMNews

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...