venerdì 4 gennaio 2013

Samsung potrebbe sostituire Android per Tizen, il nuovo OS del 2013


Samsung potrebbe lanciare nel 2013 dispositivi mobile basati su Tizen, un sistema operativo open-source. Il leader indiscusso degli smartphone (negli ultimi tre mesi venduti quasi 180 milioni di smartphone dei quali 56 milioni avevano il suo marchio) si preparerebbe a lanciare per il 2013 i primi terminali dotati del nuovo sistema operativo open-source indipendente. Tizen è il frutto di un’alleanza che si è formata lo scorso anno tra Samsung, Intel, NTT DoCOMo e il gruppo Vodafone.

Lo scopo della società sudcoreana è chiaro: ridurre il più possibile il legame con Google, da quando il colosso di Mountain View nel maggio scorso ha acquistato Motorola per 12,5 miliardi di dollari e sta per arrivare sul mercato con il proprio device al momento denominato “X Phone”. Come annuncia Samsung stessa in una e-mail inviata a Bloomberg: "Tizen è nato nel momento in cui Samsung ha sperato di alleggerire la propria crescente dipendenza da Google preoccupata che la sua posizione di primo piano nel mercato degli smartphone potesse affievolirsi dopo l’accordo con Motorola".


Si prospetta un anno ricco di novità per Samsung: l’azienda - che viene da un 2012 caratterizzato da una guerra di brevetti con Apple - non si sta muovendo solamente sul piano della comunicazione mobile ma ha intenzione anche di lanciare un rivoluzionario display flessibile e una smart tv più sottile e trasparente. "Abbiamo in programma di rilasciare nuovi e competitivi terminali Tizen entro l’anno - spiegano gli sviluppatori Samsung nella e-mail - ed espanderemo la line-up a seconda delle condizioni di mercato".

Il primo smartphone Tizen verrà probabilmente presentato in occasione del Mobile World Congress di Barcellona a febbraio e in molti sperano che l’azienda possa scommettere tutto sul Galaxy S4, l'attesissimo smartphone della casa coreana. Qualcuno ha ipotizzato l'abbandono di Android da parte di Samsung, ma ciò appare improbabile. Oltre ai cellulari, Tizen è progettato anche per l’utilizzo sui tablet, netbook e smart Tv. La notizia dell'avvento di Tizen su Samsung arriva all'indomani dello sbarco di Ubuntu nel mondo dei dispostivi mobili.

La Fondazione LiMo e Linux Foundation hanno dichiarato nel settembre 2011 che avrebbero congiuntamente utilizzato Tizen per l'utilizzo in dispositivi, inclusi telefoni cellulari e TV. Chase Perrin, un funzionario della Tizen Association  a San Ramon, California, non ha potuto rispondere immediatamente a un messaggio e-mail. Nel 2009, Samsung ha rilasciato la sua piattaforma Bada (con un kernel che poggia su FreeBSD e un real-time OS), utilizzata principalmente nella fascia più bassa di smartphone venduti in Europa e nei mercati emergenti.


Fonte: La Stampa
Via: Bloomberg

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...