domenica 30 dicembre 2012

McDonald’s Italia creerà oltre 3.000 nuovi posti di lavoro entro il 2015


McDonald’s Italia annuncia che creerà oltre 3.000 nuovi posti di lavoro entro il 2015, di cui 1.100 nel 2013: una promessa importante, un'assunzione di responsabilità da parte dell'azienda che, in un periodo di crisi economica, di disoccupazione e di precarietà come quello che si sta vivendo attualmente, continua a credere nell'Italia. Tanto da aprire nei prossimi 3 anni 100 nuovi ristoranti sul territorio nazionale.  

"McDonald's - dichiara Roberto Masi, amministratore delegato McDonald's Italia - rappresenta oggi, in una situazione dove le possibilità di occupazione per i giovani sono poche e molto spesso precarie, l'occasione di entrare nel mondo del lavoro con un contratto stabile e con possibilità di crescita". 

"Con questo piano di investimento - fa notare - si conferma che McDonald's crede nell'Italia e desidera ampliare la sua presenza con l'apertura di nuovi ristoranti, creando nuove opportunità di impiego su tutto il territorio nazionale e di sviluppo dell'imprenditoria locale attraverso il rafforzamento e l’ampliamento della rete di franchisees". 

I 3.000 nuovi posti di lavoro annunciati prevedono, nella stragrande maggioranza, un contratto di inserimento di apprendistato (equiparati dalla legge ai contratti a tempo indeterminato), applicabile dai 18 ai 29 anni, che avrà una durata media di 36 mesi: si passerà così dai 16.700 dipendenti contati nel 2012 a quasi 20.000 nel 2015. La metà di queste nuove assunzioni verranno fatte nelle regioni del Centro-Sud della Penisola. 

Il 94% dei dipendenti che lavorano da McDonald's è assunto con una forma contrattuale stabile: in particolare, il 71% con un contratto a tempo indeterminato e il 23% con contratto di apprendistato. Il 90% dei direttori dei ristoranti ha iniziato dal gradino più basso, mentre il 40% degli impiegati della sede centrale proviene dai ristoranti. 

L'età media dei crew (coloro che svolgono mansioni operative) è di 29 anni e l'80% dei dipendenti totali ha un'età inferiore ai 35 anni. I lavoratori studenti rappresentano il 30% della popolazione, dato che conferma il fatto che McDonald's rappresenta un'opportunità di ingresso nel mondo del lavoro ma anche un'opportunità per mantenersi durante gli studi. 

Il 61% dei dipendenti sono donne e per il 50% sono direttrici di ristorante. McDonald's Italia ha deciso di raccontare cosa significa lavorare in McDonald’s e quali sono i futuri progetti di espansione attraverso una campagna di comunicazione on air dal 30 dicembre. Diretti da Gabriele Salvatores, sono gli stessi dipendenti McDonald's a raccontare il loro lavoro. 

"Un regista da Oscar - si sottolinea - per raccontare una storia importante, quella di giovani che vogliono lavorare e studiare, di donne che riescono a conciliare lavoro e famiglia, di un'Italia che non ha paura di rimboccarsi le maniche e di lavorare duro, ma che allo stesso tempo può e deve contare su opportunità di lavoro concrete e contratti stabili".

Fonte: McDonald's

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...