venerdì 7 dicembre 2012

Informatore NSA: FBI ha accesso alle e-mail di qualsiasi cittadino Usa


L'FBI registra le e-mail di quasi tutti i cittadini degli Stati Uniti, compresi i membri del Congresso Usa, secondo l'informatore della National Security Agency (NSA) William Binney. In un'intervista con Russia Today, ha avvertito che il governo può usare queste informazioni contro chiunque. Secondo Binney, se una persona si rivolge all'agenzia, il governo può vagliare i dati raccolti per gli indizi. Binney, uno dei migliori matematici e code breakers nella storia della NSA, si è dimesso nel 2001.

Egli affermò che non voleva più essere associato a presunte violazioni della Costituzione, ad esempio come l'FBI si impegna nella sorveglianza diffusa e pervasiva attraverso potenti dispositivi chiamati "Naris", del programma antiterrorismo varato dopo l'11 settembre con cui le autorità possono rintracciare i messaggi spediti dai cittadini. Quest'anno, Binney ha ricevuto il Callaway Award, un premio annuale che riconosce coloro che difendono i diritti costituzionali e i valori degli americani con grande rischio per la loro vita personale o professionale. 

Russia Today: "Alla luce dello scandalo Petraeus / Allen, mentre il pubblico è così concentrato sui dettagli del loro dramma familiare, si potrebbe argomentare che il vero scandalo di tutta questa storia è la potenza, la portata dello stato di sorveglianza. Voglio dire, se prendiamo il Generale Allen - migliaia delle sue e-mail personali di corrispondenza privata sono state passate al setaccio. Non è che nessuno di questi uomini stava pianificando un attacco contro l'America. Lo scandalo prova l'idea che non esiste una cosa come la privacy in uno stato di sorveglianza?"

William Binney: "Sì, questo è quello che sto fondamentalmente dicendo da un bel pò di tempo, cioè che l'FBI ha accesso ai dati collezionati, che sono fondamentalmente le e-mail di tutti praticamente nel paese. E l'FBI ha accesso ad essi. Tutti i membri del Congresso sono sottoposti a sorveglianza, nessuno è escluso. Essi sono tutti inclusi. Quindi, sì, questo può accadere a chiunque. Se diventa un bersaglio per qualsiasi motivo - sono presi di mira da parte del governo, il governo può andare, o l'FBI, o altre agenzie del governo, si può andare nella loro base di dati, estrarre tutti i dati raccolti su di loro nel corso degli anni , e analizziamo tutto. Quindi, dobbiamo analizzare attivamente tutto quello che hanno fatto almeno negli ultimi 10 anni."

Petraeus aveva presumibilmente usato uno pseudonimo per creare più account di posta elettronica che ha usato per comunicare con la sua amante. Un account è stato condiviso in modo da poter comunicare tramite messaggi che ha lasciato in una cartella bozze, permettendo loro di corrispondere senza in realtà effettuare l'invio dei messaggi. Binney è tra un certo numero di altri ex funzionari che hanno testimoniato contro la NSA, esponendo una serie di metodi controversi che potrebbero mettere fine alla campagna di sorveglianza domestica post-9/11 dell'agenzia. 

Evidentemente, Binney si dimise dall'agenzia dopo aver osservato innumerevoli atti di quelli che considera palesemente metodi illegali per spiare il popolo americano. Uno sforzo ritenuto incostituzionale è l'uso di una tecnologia denominata "Naris", che la NSA usa per raccogliere e-mail e altre informazioni digitali senza la necessità di ottenere il permesso da parte dei fornitori. Binney ha testimoniato che anche tutti i legislatori del Congresso sono stati controllati. Del resto non è la prima volta che indicazioni di questo genere emergono grazie a fughe di notizie provenienti dall'amministrazione Usa, e che già in passato hanno sollevato timori.



Via: Russia Today

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...