lunedì 26 novembre 2012

Brevetti: anche iPad 4, iPad mini e iPod Touch nel mirino di Samsung


Nella seconda causa in California tra Apple e Samsung, attualmente in programma per andare a processo nel marzo 2014, le parti hanno ancora la possibilità di modificare le loro conclusioni d'infrazione con l'aggiunta di nuovi gadget all'elenco dei prodotti accusati. Samsung ha così portato una mozione che include tre prodotti Apple che non erano ancora disponibili al momento. 

Samsung ha chiesto di integrare le sue affermazioni l'infrazione (1° ottobre): l'iPad 4 e l'iPad mini (annunciato il 24 ottobre, uscito negli Stati Uniti solo come versione WiFi il 2 novembre, e delle versioni 4G il 16 novembre), e la quinta generazione di iPod touch (annunciato il 12 settembre, quindi prima dell'ultima mozione di Samsung per integrare, ma non disponibile prima del 9 ottobre). 

L'ordine del giudice Grewal chiarisce che la mozione di Samsung riguarda i due nuovi iPad: "Data la fase iniziale del contenzioso e la motivazione della presente ordinanza, la Corte rileva che Apple dovrebbe pensare due volte prima di opporsi a emendamenti simili che riflettono altri prodotti recentemente rilasciati - per esempio iPad 4 e iPad mini - che Samsung potrà proporre in un prossimo futuro".

Samsung ha dato seguito a questo ordine in meno di una settimana, quindi è scontato che l'iPad 4 e l'iPad mini saranno messi davanti alla giuria come dispositivi accusati. L'atteggiamento permissivo della corte - a causa delle regole locali applicabili - in ultima analisi, può consentire ad Apple di portare più modifiche alle sue affermazioni, semplicemente perché Samsung ha una più ampia gamma di offerta di prodotti. 

L'oggetto della contesa è lo sfruttamento non autorizzato di una tecnologia per le comunicazioni wireless, che secondo la casa coreana farebbe parte del proprio portfolio brevetti. Inoltre, i cicli di aggiornamento di Android sono più corti di Apple. Per i nuovi iPad, non ci saranno sorprese, ma con l'iPod, è un pò più complicato e Samsung ha anche buone possibilità di concessioni d'ufficio.

Per quanto riguarda invece i lettori multimediali portatili di Apple, l'accusa riguarda la la violazione dell'US Patent No. 7.672.470 da tre generazioni precedenti dell'iPod Touch, nella quale si parla di altoparlanti integrati nei dispositivi e uscite jack per l'invio del segnale audio agli auricolari. Ciò dimostra che Samsung sicuramente sta attaccando l'iPod in una forma sufficientemente chiara. 

Il brevetto 470 si applica a tutti i prodotti Apple, compresi, senza limitazione, tutti i modelli di iPhone, iPad, Mac, MacBook e iMac e va ad aggiungersi alla denuncia di violazione dei brevetti relativi alla connessione. Da parte sua Apple ha recentemente richiesto l'inserimento nella prossima causa di altri sei prodotti Samsung, tra i quali il nuovo Galaxy Note II e il Galaxy S III con Android 4.1 Jelly Bean.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...