lunedì 8 ottobre 2012

SpaceX: lanciata Dragon verso Iss, prima capsula per privati della NASA


L'azienda americana SpaceX ha lanciato dal complesso di lancio numero 40 della Air Force Station di Cape Canaveral, in Florida, ieri sera la Dragon, una capsula orbitale da trasporto, a bordo del suo razzo vettore Falcon 9 verso la stazione spaziale internazionale (Iss), per la prima di dodici missioni di carico.

Il lanciatore si è sganciato dalla sua rampa di lancio a Cape Canaveral, in Florida, verso le 20.35 di domenica (le 2.35 di lunedì in Italia) in una notte buia, alla fine di un conto alla rovescia senza problemi. Si tratta del primo volo Nasa di rifornimenti alla Stazione Spaziale Internazionale con contratto a privati.

La missione è denominata CRS-1, e prende il nome dal contratto (Commercial Resupply Services) da 1,2 miliardi di dollari in forza del quale la Nasa ha acquistato dalla Space X un pacchetto di 12 voli commerciali per portare sulla Stazione spaziale materiali, pezzi di ricambio e rifornimenti per l'equipaggio.


Il prototipo della Dragon aveva già raggiunto la stazione spaziale internazionale per il suo volo di collaudo nel maggio 2012, dimostrando la capacità del nuovo veicolo, il primo privato ad aver mai raggiunto la base orbitante, di effettuare missioni operative, in prospettiva anche con equipaggi umani.

Dopo il pensionamento degli Space Shuttle, infatti, e in attesa del completamento della nuova navetta Orion, la capsula privata Dragon sembra essere l'unica alternativa per la Nasa all'utilizzo, abbastanza oneroso, delle Soyuz russe sviluppate da Sergej Pavlovič Korolë, per trasferire i propri astronauti sulla Iss.


Anche perché, al momento, la Dragon è l'unico cargo spaziale in grado di rientrare sulla Terra portando indietro materiali ed esperimenti scientifici completati; tutte le altre infatti, dal Progress russo all'Automated Transfer Vehicle (ATV) sviluppato dall'Esa, si disintegrano rientrando nell'atmosfera.

Dragon, alimentato da pannelli solari, che ora è in orbita intorno alla Terra e viaggia automaticamente verso la ISS alla velocità orbitale di 28.000 chilometri orari, ospita a bordo circa 400 chilogrammi di attrezzature e rifornimenti per la ISS. Parte del carico comprende razioni di cibo, vestiario ed oltre 160 esperimenti per la Nasa, per l'Esa e per la Jaxa giapponese.





Fonte: TM News
Via: NASA
Foto 1: NASA/SpaceX

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...