lunedì 15 ottobre 2012

Doodle Google a Winsor McCay per 107° anniversario nascita di Little Nemo


Winsor McCay, fumettista e animatore statunitense, è il protagonista del Doodle Google animato e interattivo  odierno. Il logotipo è un'animazione che ricorda "Little Nemo", la striscia a fumetti più famosa di McCay, che fu pubblicata per la prima volta il 15 ottobre di 107 anni fa sul giornale New York Herald. La striscia oggi celebrata da Google è stata pubblicata anche in Italia per la prima sul Corriere dei Piccoli col nome ''Bubi'', nel 1910.

Poi, nel 1935, su Topolino, e recentemente sulla rivista Linus della Garzanti. Scorrendo il mouse sul Doodle si legge "107° anniversario della nascita di 'Bubi nel Paese del dormiveglia' di Winsor McCay" mentre cliccando su di esso si ottengono i risultati della chiave di ricerca "Winsor McCay". Bastano pochi clic sul logotopipo per essere catapultati con Nemo nel Regno di Re Orfeo alla ricerca di "Principessa".

Oltre che prolifico illustratore e fumettista, Winsor McCay è stato un pioniere del cinema d'animazione. Fra le sue serie più famose si sono "Little Sammy Sneeze" (pubblicato dal 1904 al 1906) e "Dream of the Rarebit Fiend" (pubblicata dal 1904 al 1914). Ma la serie per cui è largamente ricordato è quella creata nel 1905 che ha titolo "Little Nemo in Slumberland", una delle più importanti nella storia del fumetto.

Figlio di Robert McKay e Janet Murray McKay, non si conoscono con certezza il luogo e la data di nascita di Winsor: egli ha affermato di essere nato a Spring Lake, nello stato del Michigan, nel 1871, tuttavia la sua lapide riporta come anno il 1869. Nel 1886 i suoi genitori decidono di mandare il figlio a studiare presso la Cleary School of Penmanship di Ypsilanti per farlo diventare un uomo d'affari.

Qui riceve la sua unica istruzione artistica formale da John Goodison del Michigan State Normal College. Goodison. Nel 1889 McCay si trasferisce a Chicago con l'intenzione di studiare alla School of the Art Institute of Chicago ma, a causa di mancanza di soldi, è costretto a cercare lavoro. Trova un posto presso la National Printing and Engraving Company, producendo xilografie per manifesti circensi e teatrali.

Due anni dopo si trasferisce a Cincinnati dove lavora come artista per il Kohl and Middleton's Vine Street Dime Museum. Qui sposa Maude Leonore Dufour. Nel 1906 l'artista inizia ad esibirsi nei cosiddetti chalk talk, spettacoli di vaudeville molto popolari tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento. Nel suo sketch "The Seven Ages of Man" McCay disegnava due volti per poi invecchiarli progressivamente.

Come artista ha anche realizzato importanti filmati di animazione, in cui ogni singolo fotogramma veniva disegnato a mano dallo stesso McCay o, occasionalmente, dai suoi collaboratori. Tra i suoi lavori di animazione va ricordato "The Sinking of the Lusitania". Nell'ultima parte della sua vita si dedicò soprattutto all'illustrazione. Winsor McCay muore il 26 luglio 1934 a New York a causa di un'embolia cerebrale.


Vie: ASCA | Biografie Online

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...