venerdì 5 ottobre 2012

Cyber Europe 2012: prima simulazione di un attacco informatico in Europa


Centinaia di esperti di sicurezza informatica di tutta l'UE hanno testato ieri la loro disponibilità a combattere i cyber-attacchi in una giornata di simulazione in tutta l'Europa. L'esercizio ha verificato la reazione e cooperazione in caso di attacchi sostenuti contro i siti web pubblici e dei sistemi informatici delle principali banche europee.

In Cyber ​​Europe 2012 , 400 esperti provenienti dalle principali istituzioni finanziarie, società di telecomunicazioni, fornitori di servizi Internet e i governi locali e nazionali di tutta Europa si sono trovati ad affrontare più di 1200 incidenti informatici separati (tra cui più di 30.000 e-mail) nel corso di una simulazione di campagna DDoS.

In caso reale, un attacco del genere avrebbe causato massicci disagi per milioni di cittadini e imprese di tutta Europa, e milioni di euro di danni per l'economia dell'Unione Europea. Il Vicepresidente della Commissione europea-presidente Neelie Kroes, ha dichiarato:

"Questa è la prima volta che le banche e le società di internet hanno fatto parte di una simulazione di cyber-attacco Ue. Questa cooperazione è indispensabile viste le dimensioni e la sofisticazione crescente di cyber-attacchi. Lavorare insieme a livello europeo per mantenere Internet e altre infrastrutture essenziali di funzionamento è stato lo scopo dell'esercizio".

Incidenti informatici sono sempre più frequenti. Nel 2011, i cyberattacchi sono aumentati del 36%. Fra il 2007 e il 2010, il numero di imprese che hanno notificato incidenti in materia di sicurezza con impatto finanziario è quadruplicato (passando dal 5% nel 2007 al 20% nel 2010).

Nei prossimi 10 anni gli esperti del Foro economico mondiale valutano attorno al 10% la probabilità che si verifichi un grave incidente in una importante Infrastruttura critica informatica capace di arrecare danni economici pari a 200 milioni di euro. Per proteggere le istituzioni dalle minacce e dagli incidenti nel settore della sicurezza informatica, le istituzioni europee hanno recentemente dato vita al CERT-EU.

Entro la fine di quest’anno, inoltre, la Commissione europea e il Servizio europeo per l’azione esterna presenteranno una strategia globale per la sicurezza informatica che prevede, tra le altre cose, la messa a punto di un meccanismo di collaborazione fra gli Stati membri e l’introduzione di criteri di sicurezza a favore del settore privato.

Via: Europa

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...