sabato 20 ottobre 2012

Anonymous scova lo stalker di Amanda Todd e diffonde nome e indirizzo


Il gruppo di hacker Anonymous è riuscito ad individuare l'uomo che ha perseguitato Amanda Todd, pubblicando sulla rete le foto della ragazza in topless, fino a quando la 15enne canadese si è suicidata. Secondo quanto pubblicato in un post sul sito Pastebin.com, si tratta di un 30enne di New Westminster, nella Columbia Britannica. L'uomo viene definito "un pedofilo che he estorto le foto ad Amanda".

Nel post in cui viene anche fornito l'indirizzo del presunto persecutore della ragazzina, insieme al suo profilo su Facebook e i testi di alcune sue conversazioni in chat. La scorsa settimana aveva suscitato un'ondata di commozione in Canada e nel mondo la notizia del suicidio della ragazzina di appena 15 anni che aveva denunciato in un video su YouTube di essere stata vittima di cyberbullismo.


"E' un essere abominevole, una vergogna per la nostra società, e per questo verrà punito", dicevano gli attivisti di Anonymous nel postato su YouTube, prima che venisse rimosso per violazione dei termini. "In genere non ci piace trattare con la polizia, ma siamo stati costretti a mettere le nostre competenze a buon uso  per la protezione dei bambini. E 'una storia molto triste che ci riguarda tutti".



Le informazioni è stato accompagnato da un mosaico di immagini per eseguire il backup del loro credito. Gli hacker danno così una pista diversa da quella seguita finora dagli inquirenti, che puntavano a New York, oltre i confini canadesi. Ma per Anonymous l'uomo vivrebbe vicino a Coquitlam, Vancouver, dove viveva la quindicenne Amanda. La polizia ha fatto sapere che sta seguendo anche la pista di Anonymous.

La ragazza, che si è uccisa nella sua casa di Port Coquitlam, aveva raccontato la sua storia fatta di "lotta, bullismo, suicidio, autolesionismo" spiegando di essere stata tormentata da un uomo conosciuto online che era riuscito ad ottenere da lei immagini in topless e poi le aveva diffuse in rete costringendola a cambiare scuola e città. La notizia ha provocato forte commozione nel paese e messaggi di cordoglio sul web.


Fonte: Adnkronos
Via: Backofthebook

2 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...