lunedì 10 settembre 2012

Ufo, avvistamento a Savona: per astrofili è ISS ma Cofum contesta ipotesi


E' un avvistamento che continua a monopolizzare il dibattito sui media, quello del presunto ufo di Savona. Lo scorso 7 agosto due fidanzati dotati di telecamera hanno assistito ad uno strano fenomeno. Osservando il cielo, hanno notato un oggetto bianco di un colore molto intenso, proveniente da Nord-Ovest che volava a circa 100 metri di altezza. Ad avere incuriosito i due testimoni è stato il suo modo di muoversi irregolare.

Una delle ipotesi più gettonate è che Angelo Maggioni e la sua fidanzata abbiano ripreso nulla più che la stazione spaziale internazionale (ISS), nonostante tanti elementi depongono decisamente in senso contrario. A sostenere questa tesi sono gli astrofili. Il signor Maggioni ha realizzato un video che dopo due settimane di studio, è stato ritenuto affidabile dal Cufom (Centro Ufologico del Mediterraneo) diretto da Angelo Carannante.

Il Cufom in merito all'avvistamento ufo di Savona del 7 agosto 2012, precisa che: "Premesso che ufo non significa velivolo alieno, ma solo un oggetto volante non identificato, si nota come le indagini del team guidato dal Presidente Angelo Carannante sono state molto approfondite: alla fine è emerso che l'oggetto filmato dal sig. Angelo Maggioni, non è da identificarsi nella stazione spaziale internazionale".



Diversi elementi depongono contro questa ipotesi. Secondo le dichiarazioni del testimone, l'oggetto non identificato è stato filmato alle ore 22.30, mentre la Iss era visibile alle ore 23.03. "Inoltre non coincidono le coordinate e, sebbene la ISS sia luminosa ed estremamente veloce durante il suo passaggio, presenta una luce sicuramente molto fredda e piccola rispetto all'oggetto visto nel video", spiega ancora Carannante.

"L'ufo aveva un moto irregolare, mentre la iss sicuramente no. La quota non è la stessa, ma mostra una differenza abissale. Quella stessa sera, ma anche in altre ed in orari vari, vi sono state diverse testimonianze che sembrano escludere la tesi iss. Abbiamo seri dubbi che abbiamo di fronte la ISS, perchè le prove latitano. E' una delle tante ipotesi, che prendiamo in considerazione, ma poco credibile", conclude

Non si tratta dunque di un comune avvistamento, visto che i testimoni sono numerosi e da svariate località. In ogni caso, per chi volesse provare a vederel'ISS, a occhio nudo, l'appuntamento è fissato: "Il prossimo 15 settembre alle 6 del mattino la Stazione sarà nuovamente visibile da Savona", garantisce Ugo Ghione, presidente dell'associazione Astrofili Orione di Pietra Ligure che contesta la tesi del Cufom.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...