lunedì 10 settembre 2012

Terremoto Emilia, per le vittime alfabetizzazione digitale ora viene dal Web


L'iniziativa Pane e Internet arriva, con il suo camper e i suoi formatori, nelle aree colpite dal terremoto del 20 maggio scorso. Il progetto della Regione Emilia-Romagna, in accordo operativo con Province e Comuni, è nato nel 2008 per diffondere l’alfabetizzazione digitale tra i cittadini, al fine di accrescere la fruizione on line dei servizi pubblici; è rivolto quindi soprattutto alle fasce di popolazione più lontane dalla tecnologia per età o condizione sociale [www.paneeinternet.it/documenti/Dispensa.pdf].

Il camper di Pane e Internet in settembre visita i paesi della Emilia-Romagna che hanno maggiormente risentito del sisma, proponendo come sempre i corsi di formazione gratuiti e di fatto offrendo anche un servizio in più, un internet-point gratuito a servizio della comunità. Dal 27 agosto dunque la postazione web ambulante è presente nelle zone terremotate insieme a Bibliobus, la biblioteca mobile già attivata dalla Provincia di Modena per assicurare il prestito dei libri là dove le biblioteche sono inagibili.

Il tour durerà fino a metà settembre e toccherà i paesi di Mirandola, Finale Emilia, San Felice sul Panaro, Cavezzo, Concordia e Medolla. "Pur tra le tante difficoltà ancora presenti nell’area, l’iniziativa di 'Pane e Internet' intende costituire un aiuto affinché queste zone possano presto tornare alla normalità", ha dichiarato Marco Briolini, responsabile di 'Pane e Internet' per con_ISMO (ISMO e SIMKI) e AECA (Associazione Emiliano-Romagnola Centri Autonomi), gli enti cui è stata assegnata la realizzazione del progetto.

Il camper, una vera aula di informatica con postazioni PC, si ferma nelle piazze e i cittadini sono invitati a provare di persona come comunicare con le email, cercare lavoro in rete, pagare le bollette etc. Nata nell’ambito del Piano telematico Emilia-Romagna (PiTER), l'iniziativa ha alfabetizzato 2.700 persone tra il 2009 e il 2010; da luglio 2011 a giugno 2012 i cittadini coinvolti sono stati 7.000, 4.357 dei quali hanno già partecipati ai corsi, i restanti 2.545 sono iscritti alle liste d'attesa.

Il team con_ISMO tra il 2009 e il 2010 ha realizzato a Trento un altro importante progetto, a favore di disoccupati italiani e stranieri, coinvolgendo oltre 600 persone su temi quali informatica, lingua e cultura italiana, lingua inglese, attività amministrativa, attività commerciale e di vendita. I risultati, riportati nel volume “Stranieri per apprendere: la formazione per l’inserimento lavorativo”, sono stati molto positivi grazie a una nuova metodologia messa a punto per la specifica situazione.


Via: Gruppo Aretè

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...