lunedì 3 settembre 2012

Apple respinge Drones+, app per tracciare incursioni dei droni militari Usa


Apple ha rifiutato per la terza volta Drones+, l'app per seguire su iPhone gli attacchi dei droni americani e avvisare gli utilizzatori quando qualcuno viene ucciso dall'attacco. Sembrava una idea abbastanza semplice per un iPhone app: inviare agli utenti un pop-up di avviso ogni volta che un robot volante uccide qualcuno in una delle tante guerre americane non dichiarate. Ma Apple continua a bloccare il programma Drones+ dal suo App Store e, quindi, da iPhone in tutto il mondo.

L'azienda di Cupertino dice che il contenuto è "discutibile e crudo", secondo la lettera di rifiuto più recente di Apple. E' la terza volta in un mese che Apple tiene lontano Drones+ , dice Josh Begley, sviluppatore del programma con base a New York. La società spiega le ragioni perchè il programma viene tenuto fuori dall'App Store. In primo luogo, Apple ha chiamato l'applicazione che aggrega le notizie di attacchi US dei droni in Pakistan, Yemen e Somalia "non utile".

Poi c'è stato un problema che solleva un possibile conflitto con dei marchi registrati. E adesso, c'è il problema del contenuto "deplorevole e osceno". Begley è confuso. Drones+ non presenta immagini raccapriccianti di cadaveri lasciati a seguito degli attacchi. Dice solo agli utenti quando si è verificata un'incursione, utilizzando i dati di un database accessibile al pubblico, compilato dal The Bureau of Investigative Journalism inglese, che raccoglie i resoconti delle incursioni dai media.


Gli sviluppatori iOS hanno una rigorosa serie di linee guida che devono essere rispettate al fine di ottenere l'ok nell'App Store. Le apps sono giudicati sulla tecnica, contenuti e criteri di progettazione. Poiché Apple non commenta sull'app reviews process, può essere difficile determinare esattamente il motivo per cui un app è stata rifiutata. Ma la squadra di revisori di Apple è piccola, passa al setaccio fino a 10.000 apps a settimana, e potrebbe sbagliare sul lato della cautela quando si tratta di applicazioni potenzialmente discutibili.

Le obiezioni originali di Apple a Drones+ hanno considerato le funzionalità, non il suo contenuto. Ora Begley si chiede se vale la pena ridisegnare l'app e presentarla per la quarta volta. "Era solo un modo per richiamare l'attenzione sulle guerre segrete robotiche degli Stati Uniti, con informazioni che vengono visualizzate sui telefoni allo stesso modo di un commento su Instagram", dichiara Begley a Wired Usa, promettendo adesso una versione dell'applicazione per Android, piattaforma mobile molto meno restrittiva.



Via: Wired

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...