venerdì 28 settembre 2012

Ads su eBay, studio con E.Leclerc dimostra impatto su vendite nei negozi


Grazie a uno studio realizzato in collaborazione con E.Leclerc - catena leader di ipermercati e supermercati francesi, che in Italia ha stipulato un accordo con Conad e possiede oltre 30 ipermercati - eBay Advertising, divisione del gruppo eBay Inc. incaricata della vendita di spazi pubblicitari sui siti del gruppo, dimostra che i banner pubblicitari diffusi su eBay generano un incremento delle vendite nei supermercati e ipermercati.

Oggi, un numero sempre maggiore di consumatori svolge vari tipi di ricerche su Internet prima di passare all’acquisto vero e proprio nel punto vendita. Le ragioni di questa scelta sono molteplici: dal bisogno di ricevere consigli da altri utenti, alla possibilità di contattare direttamente il produttore per avere informazioni dettagliate.

L’e‑commerce rappresenta attualmente il 5-6% del commercio mondiale e ciò significa che la maggior parte dei consumi si concentra ancora nel punto vendita. eBay è il sito di ecommerce più grande in Italia con oltre 7 milioni di visitatori al mese ( fonte Nielsen - Audiweb), i quali fanno abitualmente acquisti online accedendo a una vasta gamma di prodotti di ogni genere, dalle macchine ai cellulari di ultima generazione, passando per prodotti di arredamento e abbigliamento.

Per un marchio che mira a raggiungere un ampio bacino di utenti con forte propensione agli acquisti, condurre una campagna pubblicitaria su eBay si rivela dunque una scelta azzeccata. Proprio questa constatazione ha convinto i responsabili della comunicazione di E.Leclerc a realizzare uno studio per valutare con attenzione l’impatto dei banner pubblicitari diffusi su eBay e la loro capacità di aumentare i consumatori presso gli store del marchio.

Questo studio è stato condotto in occasione della vendita promozionale “Big Bang” organizzata da E.Leclerc due volte all’anno, e finalizzata principalmente a raggiungere una clientela di consumatori occasionali attraverso promozioni su articoli lancio come computer portatili o aspirapolveri. Tale operazione viene promossa attraverso un media planning a livello nazionale e locale che comprende radio, affissioni, stampa e Internet.

Al fine di ottenere dati statisticamente significativi, sono stati pianificate, sulla versione francese di eBay, 1,5 milioni di impressions Leclerc, targetizzate in modo da raggiungere solo coloro che risiedono nelle cinque città monitorate nel corso dello studio. Grazie alle soluzioni congiunte di Alenty e Marketing Scan, che consentono di monitorare il comportamento online e offline degli utenti. eBay e Lecrerc hanno potuto quindi osservare e confrontare il comportamento degli utenti esposti al battage pubblicitario sul suo sito ebay.fr (oltre ai media citati in precedenza) con quello di coloro che ne erano venuti in contatto solo tramite radio, affissioni e stampa locale.

I risultati hanno cosí mostrato che il gruppo esposto alla campagna su ebay.fr si è recato presso gli ipermercati Leclerc con una frequenza superiore rispetto al gruppo di controllo, generando un incremento delle vendite e quindi dei ricavi. Principali conclusioni dello studio: incremento dell’8% delle vendite per Leclerc. I risultati dello studio evidenziano molto chiaramente l’impatto della campagna pubblicitaria su eBay presso clienti occasionali, il target principale di E.Leclerc nell’ambito di questa operazione.

In sostanza, tra le persone soggette alla campagna promozionale di E.Leclerc su eBay è stato osservato un incremento del 12% nella frequentazione dei negozi da parte dei clienti occasionali, mentre il volume di spesa degli stessi clienti registra un aumento del 15%, contro appena il 7% del gruppo non esposto alla pubblicità su eBay. In definitiva, includere eBay in un piano multimedia ha consentito a E.Leclerc di aumentare il volume di spesa del 15%, mentre senza il ricorso a eBay la crescita non avrebbe superato il 7%.

“Questo studio dimostra l’efficacia del modello Online Retail Media, che permette a un sito di vendite online come eBay, di diventare una vera e propria vetrina promozionale per tutti i rivendotori, siano essi in possesso di un negozio virtuale o di un supermercato, in virtù della sua estesa base utenti e delle molteplici capacitá di segmentazione a disposizione degli inserzionisti” spiega Matteo Longoni, Responsabile Display advertising di Ebay in Italia.

“I dati raccolti in questa ricerca rafforzano il messaggio alla base dell’Online Retail Media, ovvero che eBay è l’ambiente ideale per comunicazioni altamente segmentate e finalizzate all’incremento delle vendite sia online sia nei negozi tradizionali”. Maggiori informazioni sulla metodologia adottata per questo studio sono disponibili su richiesta.


Via: Assodigitale

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...